L’attore Ciro Esposito di Gomorra incontra i bambini del Secondo Circolo di San Severino.

Targago è il nuovo servizio di Autostrade per l’Italia, potrai pagare i pedaggi sulla Tangenziale di Napoli tramite lettura della targa, passando nell’apposita corsia gialla al casello.
Targago è il nuovo servizio di Autostrade per l’Italia, potrai pagare i pedaggi sulla Tangenziale di Napoli tramite lettura della targa, passando nell’apposita corsia gialla al casello.
Studio di dermatologia e medicina estetica della dottoressa Alessia Maiorino a Salerno

La scuola incontra il Cinema. I bambini del Progetto “Ciak…riprendiAmo” del Secondo Circolo didattico di Mercato San Severino hanno incontrato l’attore Ciro Esposito,reso celebre dal film “Io speriamo che me la cavo”con Paolo Villaggio. Nel pomeriggio di venerdì 24 marzo l’attore ha raggiunto i piccoli apprendisti del cinema, raccontando loro la sua storia fatta di tanta esperienza, studio, passione e grande amore per questo lavoro. Un’occasione unica attraverso cui i bambini hanno potuto entrare a contatto con la storia e il lavoro di un vero interprete del Cinema.

Tanti i ruoli dell’attore napoletano, che dopo aver calcato il palcoscenico da bambino con la compagnia teatrale dei genitori, recitando De Filippo e Scarpetta, ha partecipato a produzioni quali la miniserie TV Amico mioUno di noiUn prete tra noiLui e leiCasa famigliaLa squadraOrgoglioIl Grande Torino e L’inchiesta.Protagonista della versione estiva della soap opera di Rai 3Un posto al sole, per arrivare poi alla fortunata serie di Gomorra e da ultimo un film che verrà presentato sulla Rai “I cacciatori del cielo”. Una carriera fatta di successo e passione, raccontata alla piccola grande platea del Secondo Circolo. L’attore ha coinvolto i bambini in una serie di domande, tra cui cosa rappresentasse per loro la recitazione ed anche gli alunni curiosissimi ed entusiasti hanno posto a lui interrogativi sul mestiere dell’attore, sugli effetti speciali e i trucchi del Cinema.L’interprete Esposito si è anche soffermato sul tema della paura, dell’inadeguatezza, che bisogna sempre cercare di superare. “Non bisogna avere paura – ha detto –  bisogna affrontare con coraggio le novità e se avete delle paure o se provate qualcosa che vi fa stare male, dovete parlarne con qualcuno, con i genitori, le maestre, è importante non tenersi dentro le paure, inseguire i propri sogni, senza perdere la fiducia in se stessi, con passione”. Soddisfatta anche la Dirigente Anna Buonoconto, che ha creduto in questo progetto Cinema e nella possibilità di avviare proposte capaci di appassionare e motivare i bambini alla scoperta dell’arte recitativa. “Non solo cinema e teatro, ma anche insegnamenti di vita e divertimento – afferma-Un incontro questo che ha dato tanto ai bambini e a tutto il personale scolastico presente. E’ stato un modo diverso per trasmettere valori e insegnamenti, con una didattica fondata sull’empatia, sulla capacità di stare insieme in piena sinergia. Quando si sperimenta che queste strade conducono a mete significative, non si resta solo soddisfatti, ma si acquisisce nuova carica per intraprendere nuovi viaggi e nuove esperienze”. Un pomeriggio speciale per i bambini della scuola Primaria che nel loro percorso di piccoli attori, hanno avuto modo di avvicinarsi alla storia, al mestiere e alla sensibilità di un attore davvero speciale.