“L’energia dalla sabbia” l’invenzione della “Magaldi Green Energy” che rivoluzionerà il mondo, presentata al “Club Inner Wheel Salerno Carf”

Studio di dermatologia e medicina estetica della dottoressa Alessia Maiorino a Salerno
Targago è il nuovo servizio di Autostrade per l’Italia, potrai pagare i pedaggi sulla Tangenziale di Napoli tramite lettura della targa, passando nell’apposita corsia gialla al casello.
Targago è il nuovo servizio di Autostrade per l’Italia, potrai pagare i pedaggi sulla Tangenziale di Napoli tramite lettura della targa, passando nell’apposita corsia gialla al casello.

Parte da Salerno la sfida che risolverà i problemi energetici di tutto il mondo grazie all’Azienda Magaldi, la prima azienda al mondo capace di trasformare l’energia prodotta dagli impianti fotovoltaici in energia termica riutilizzabile quando richiesta, tramite accumuli in materiali solidi come la sabbia. A spiegare l’utilizzo di questa innovativa tecnologia è stato il Cavalier Mario Magaldi, Presidente del Gruppo Magaldi, che ha ricordato i grandi risultati ottenuti dall’azienda ,fondata dal nonno nel 1929, che ha sedi nel Comune di Buccino e in tutto il mondo e cooperazioni a livello internazionale tra le quali quella con ENELX:” La Magaldi ha ottenuto più di 58 brevetti per tecnologie proprietarie di cui 10 brevetti sulla tecnologia STEM-MGTES” – ha spiegato l’imprenditore salernitano – “Nell’ultimo decennio ha sviluppato tecnologie innovative nel settore della generazione e dell’accumulo di energia rinnovabile come quella, ideata dodici anni fa, di accumulare energia termica nella sabbia: insieme al compianto ingegnere napoletano Gennaro Di Michele lavorammo a questa idea di acquisire l’energia dal sole concentrando nella sabbia la radiazione termica che, tramite un sistema di specchi, viene trasmessa da   uno specchio riflettore. Il primo impianto è stato realizzato in Sicilia, presso la centrale termica di Milazzo. Grazie a questa invenzione tecnologica, che è la migliore forma di energia esistente e che a breve sarà commerciabile, l’energia nel mondo costerà meno”.

All’incontro con il Cavalier Magaldi, organizzato presso il “Circolo Canottieri Irno” di Salerno dalla dottoressa Emma Magaldi Paolillo, presidente del “Club Inner Wheel Salerno Carf”, ha partecipato l’ingegner Simone Savastano, Direttore vendite e sviluppo del mercato della “Magaldi Group”, che ha spiegato il funzionamento di questa innovativa tecnologia:” L’energia che il sole invia sulla Terra in soli 3 minuti potrebbe coprire i bisogni energetici mondiali di 1 anno. L’utilizzo dell’energia prodotta da fotovoltaico e dalle pale eoliche è molto economico però gli impianti fotovoltaici producono energia solo se c’è il sole e le pale eoliche solo quando c’è il vento, quindi le curve di produzione di questi impianti non coincidono con le curve di consumo dell’elettricità da parte delle comunità che devono seguire i gestori di trasmissione come TERNA”.  Per ovviare a questo problema di non programmabilità la Magaldi ha inventato una tecnologia flessibile, di breve e lunga durata, ad alta temperatura di accumulo di energia termica che utilizza un letto fluidizzato di particelle solide. Questo sistema è in grado di utilizzare sia l’elettricità che il calore per la fase di ricarica e quindi rilascia energia sotto forma di calore quando necessario. Lo STEM-CSP (Solar Thermo-Electric Magaldi) è una tecnologia brevettata di Energia Solare Concentrata sviluppata da Magaldi, che produce energia rinnovabile a partire dalla radiazione solare. Lo STEM-CST® è caratterizzato da un ricevitore solare integrato che raccoglie la radiazione solare attraverso un sistema di specchi primari e secondari e riscalda il mezzo di accumulo termico ossia le particelle di sabbia silicea solida fluidificabile, stabili fino a oltre 1000 ° C, che vengono utilizzate come materiale di stoccaggio. L’energia termica accumulata all’interno del ricevitore solare viene utilizzata per produrre un fluido termovettore, utile per i processi termici industriali, senza l’uso di sostanze chimiche o processi pericolosi.  Questo sistema è in grado di fornire sia energia elettrica che termica con una vita utile di 30+ anni giocando un ruolo importante nell’obiettivo globale di decarbonizzazione. La de-carbonizzazione del settore elettrico e del sistema industriale entro il 2050 saranno essenziali per arrivare alla “net – zero emission” e limitare l’aumento della temperatura globale a 1,5°Celsius”. Questa tecnologia può ridurre drasticamente le emissioni di CO2:” In combinazione con l’energia rinnovabile, il calore verde immagazzinato da questa tecnologia MGTES può sostituire la tradizionale generazione di combustibili fossili”.

Aniello Palumbo