Salernitana, vittoria al fotofinish, il gol di Dia al Verona dà ossigeno a Nicola.

0
24
epa10232961 Salernitana players celebrate their 2-1 lead during the Italian Serie A soccer match between US Salernitana and Hellas Verona FC in Salerno, Italy, 09 October 2022. EPA/MASSIMO PICA

Il derby delle panchine traballanti finisce con la vittoria sul filo di lana (2-1) per la Salernitana che salva sicuramente Davide Nicola e mette a rischio il futuro di Cioffi sulla panchina del Verona.

Il momento decisivo della match al 48′ della ripresa: con le squadre sull’1-1, Botheim riceve il pallone appena dentro l’area di rigore e lo tocca per favorire Dia che conclude di sinistro e manda la sfera a insaccarsi alle spalle di Montipò.

E’ la vittoria per la Salernitana che fa esplodere di gioia, oltre che i tifosi dell’Arechi, anche la panchina granata. Nasce una parapiglia con calciatori e staff del Verona che porta all’espulsione di Radovanovic e Ceccherini (quest’ultimo era in panchina, perché sostituito nel finale) e fa raddoppiare il recupero dai 5′ già concessi a ben 10′. La partita, però, finisce senza altre emozioni e la Salernitana, dopo due sconfitte consecutive, l’ultima delle quali molto pesante (5-0) subita domenica scorsa a Reggio Emilia contro il Sassuolo, ritrova un po’ di ossigeno e soprattutto tranquillità.

Il risultato inguaia, invece, il Verona, reduce da tre sconfitte consecutive, e potrebbe avere contraccolpi anche sulla futura guida tecnica. (ANSA).

L’allenatore della Salernitana Davide Nicola ha parlato a DAZN dopo la gara vinta 2-1 contro il Verona: “Fare punti e vincere le partite è positivo per tutti. Anche se si era creata un pò di agitazione per la sconfitta col Sassuolo, ciò che ha fatto arrabbiare noi e i tifosi è stata la prestazione che non li rappresentava. Questo ci siamo detti. Oggi invece i ragazzi sono stati abili a fornire un messaggio diverso. Ci teniamo a rappresentare nel migliore dei modi la nostra gente, oltre a fare punti, vincere le partite e conquistare il nostro obiettivo il più velocemente possibile. Siamo comunque in serie A e non è mai facile, anzi è più facile perdere perchè il livello è molto alto da parte di tutte le squadre. Oggi è stata una partita molto dura, che ci ha dato la possibilità di provare una nuova strategia. Il Verona è la squadra che fa meno possesso palla in A e che prepara lo stretto necessario prima di attaccare la profondità  con gli attaccanti molto abili nel gioco aereo. Noi abbiamo scelto di togliere quella profondità e ritardare la giocata, tenere le linee strette e cercare di ribaltare l’azione con velocità. È diverso dalle strategie che abbiamo utilizzato in passato e deve quindi essere ancora affinata. Non voglio comunque che si perda l’aggressività, sia quando siamo alti che quando siamo bassi. Sono contento per i ragazzi perchè anche oggi abbiamo avuto alcuni problemi come per esempio Lovato che si è fermato nel riscaldamento e dopo pochi minuti abbiamo perso Maggiore. Sono contento per Pirola, ragazzo molto giovane che si è fatto trovare pronto ed ha sfruttato la chance, questo è gratificante. Bene le punte che hanno fatto un grande lavoro per la squadra. La vera forza è il nostro spirito. Gli attaccanti sono consapevoli della loro forza, qualche volta qualcuno si aspetta di giocare più volte dall’inizio. Il numero delle presenze è quasi uguale per tutti, Dia aveva giocato quasi sempre oltre alla nazionale e aveva qualche prblemino ma è molto intelligente. Può essere letale anche quando entra nel secondo tempo. Piatek è quello che ha bisogno di giocare di più perchè è arrivato all’ultimo e sta prendendo forza e forma. Stiamo imparando a capire come servirlo bene, Bonazzoli è il più abile nel rifinire l’azione. A Sassuolo c’erano otto nuovi, ci sono molti stranieri che devono imparare la lingua. Stiamo cercando di amalgamarci, l’importante è mantenere sempre la giusta positività, favorendo una critica costruttiva. Ribery? Può fare qualsiasi ruolo, lo deciderà il presidente, io gli ho chiesto di essere al mio fianco”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here