Le Giornate della Scuola Medica Salernitana, anche il Generale Figliuolo tra i premiati.

0
18
Il generale Francesco Paolo Figliuolo davanti alla Caserma Garibaldi di Corso Quattro Novembre,  17 maggio 2010, Torino. TONINO DI MARCO

Il generale Francesco Paolo Figliuolo, ultimo commissario di governo per l’emergenza pandemica, il regista della campagna vaccinale anti-Covid; l’infettivologo di origini salernitane Giuseppe Ippolito, Direttore scientifico dell’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive (INMI) “Lazzaro Spallanzani” di Roma, primo medico al mondo ad aver isolato il virus Sars-Cov2; la giornalista Giovanna Botteri, oggi corrispondente da Parigi della Rai, che nel 2020, quando esplose la “bomba” Covid-19 era inviata a Pechino: attraverso le sue corrispondenze gli italiani cominciarono a fare la conoscenza del terribile virus che successivamente avrebbe mietuto milioni di vittime in tutto il mondo. Sono tra i premiati della XXI edizione delle Giornate della Scuola Medica Salernitana che cominciano DOMANI venerdì 28 alle 15.30 con la cerimonia della consegna dei premi al Teatro Augusteo di Salerno e proseguono il giorno successivo, sabato 29, con un simposio internazionale in programma al Centro congressi del “Saint Joseph Hotel” di via Salvador Allende.

Al generale Figliuolo viene assegnato il Premio Speciale delle Giornate, per l’impegno profuso durante l’emergenza pandemica e la campagna vaccinale; al professor Ippolito, un’autentica eccellenza italiana, originario di Sant’Arsenio, nel Vallo di Diano, andrà invece il Premio alla Carriera; a Giovanna Botteri va il riconoscimento per il giornalismo scientifico.

Il prestigioso Premio Medico dell’Anno va al dottor Filippo Anelli, presidente della Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri. Il Premio per la Ricerca Scientifica 2022 sarà assegnato al professor Carmine Vecchione, Direttore del Dipartimento di Medicina e Chirurgia dell’Università di Salerno. Il Premio per la Storia della Medicina andrà al professor Gennaro Rispoli, della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Napoli Federico II, mentre quello per la Ricerca scientifica in odontoiatria andrà a un’altra eccellenza locale: il professor Daniele Cardaropoli, originario di Bracigliano, Professore in Parodontologia presso il Corso di Laurea Magistrale in Odontoiatria e Protesi Dentaria dell’Università di Catania. Premio alla Carriera in Odontoiatria, infine, al professor Giuseppe Marzo, dell’Università dell’Aquila.
La cerimonia di premiazione sarà introdotta da un intervento del Presidente dell’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Salerno, Giovanni D’Angelo. Sono stati invitati il Prefetto di Salerno, Francesco Russo, il sindaco del capoluogo, Vincenzo Napoli, l’arcivescovo Andrea Bellandi, il Rettore dell’Università di Salerno, Vincenzo Loia, il presidente della Provincia di Salerno, Michele Strianese, il procuratore generale presso la Corte d’Appello, Leonida Primicerio, il procuratore capo presso il Tribunale di Nocera Inferiore, Antonio Centore, il questore di Salerno, Giancarlo Conticchio, il presidente del corso di laurea in Odontoiatrica e Protesi dentaria dell’Università di Salerno, Massimo Amato, il direttore generale dell’Ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragone, Vincenzo D’Amato, il direttore generale dell’Asl di Salerno, Gennaro Sosto, il presidente dell’Agenas, Enrico Coscioni, il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca.

Subito dopo la consegna dei Premi, ci sarà la cerimonia del Giuramento di Ippocrate da parte dei neolaureati salernitani in Medicina e Chirurgia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here