Giornate della Scuola Medica Salernitana, si parla di intelligenza artificiale sabato 21

Il simposio internazionale che costituisce il momento dedicato alla professione e alla ricerca delle Giornate della Scuola Medica Salernitana, la cui XXII edizione si sta svolgendo a Salerno, è dedicato a una questione di strettissima attualità: l’intelligenza artificiale. “Il futuro è qui: scienza e medicina stanno cambiando. Come cambierà il medico?”: questo il tema che sarà affrontato da medici e scienziati provenienti da tutto il mondo nel corso di un’intensa giornata di studio e confronto in programma DOMANI sabato 21 ottobre al Teatro Ghirelli, nel cuore del Parco Urbano dell’Irno.

 

I lavori saranno introdotti da una lectio magistralis del Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Salerno, Vincenzo Loia, su “Cybersecurity e modo della sanità”. Nella prima sessione, moderata dal professor Pasquale Stanzione, presidente dell’Autorità garante per la protezione dei dati personali, Lucio Miele, oncologo, professore di Genetica presso l’Università della Louisiana, Faisal Mahmood, professore di Patologia Medica all’Harvard Medical School e esperto di Patologia Computazionale all’ospedale di Boston, e Irene Dankwa-Mullen, docente della George Washington University di Washington, si soffermeranno sugli elementi conoscitivi di base dell’intelligenza artificiale.

Sulle applicazioni in medicina dell’intelligenza artificiale si confronteranno nella seconda sessione Enrico Coscioni, presidente del consiglio di amministrazione dell’Agenzia nazionale per i Servizi Sanitari Regionali, Daniel Fort, manager per la Ricerca Informatica Biomedicale all’Ochsner Health System di New Orleans, Elena Giovanna Bignami, direttore del Dipartimento di Anestesia e Rianimazione dell’Azienda Ospedaliera Universitaria di Parma, moderati da Carmine Vecchione, direttore Diparrtimento Medicina Chirurgia e Odontoiatria Scuola Medica Salernitana Università di Salerno e Antonio Giordano.

Nella terza sessione – moderatori Antonio Magi, presidente dell’Ordine di Roma, e Claudio Buccelli, emerito di Medicina legale alla Federico II di Napoli – saranno affrontati gli aspetti etici e i problemi giuridici posti dall’impiego dell’intelligenza artificiale. Previsti gli interventi di Lucio Romano, professore incaricato di Bioetica presso la Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale, Giovanna Razzano, ordinaria di Diritto Pubblico presso il Dipartimento di Economia e Diritto dell’Università di Roma La Sapienza, nonché componente del Comitato Nazionale di Bioetica, Pierantonio Muzzetto, presidente della Consulta Nazionale Deontologica della Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici e Chirurghi e degli Odontoiatri, Andrea Bertolini, docente della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, Gaetana Natale, Avvocata dello Stato preposta alla difesa istituzionale del Ministero della Salute.

La quarta sessione è dedicata ai vantaggi derivanti dall’impiego dell’intelligenza artificiale nella diagnostica e nella terapia in medicina. Moderati dal vice presidente dell’Ordine Attilio Maurano e dal consigliere Matteo Della Corte, interverranno Immaculata De Vivo, docente ordinario di Medicina presso la Harvard Medical School, Giovanni Marchegiani, docente dell’Università degli studi di Padova, e Samuel Friedman, scienziato dell’apprendimento automatico al Broad Institute del Mit, presso l’Università di Harvard.

 

Nella Fornace del Ghirelli è possibile visitare, per tutta la giornata di DOMANI, una straordinaria e inedita mostra sulla storia della Scuola Medica Salernitana.

 

Le Giornate della Scuola Medica Salernitana sono ideate e organizzate dall’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Salerno.