XXX TRITTICO DEL SOLE. IL  TROFEO “ANGELO MARIA BELMONTE” ASSEGNATO ALLO YACHT “ARIA” DI MATTEO CASABURI

0
87
Atelier Caliani abiti da sposa a Salerno Jesus Peiro Nicole Milano Nicole Couture

“Aria ”, l’imbarcazione dell’armatore Matteo Casaburi della Lega Navale Italiana ha vinto la trentesima edizione del “Trittico del Sole”, che da venti anni è legata al “Trofeo Angelo Maria Belmonte”, l’imprenditore salernitano, grande appassionato di vela, scomparso venti anni fa, socio  fondatore dello “Yachting Club Salerno”, marito dell’avvocato Diana De Bartolomeis,  Presidente del sodalizio :” Il “Trittico Del Sole” è  il trionfo dell’amicizia ed è diventato ormai un evento di spessore nazionale. Una manifestazione sportiva imperdibile che sta crescendo sempre di più ”. L’avvocato Diana De Bartolomeis Belmonte, insieme alle due figlie Serena e Veronica Belmonte, ha premiato, l’armatore  dell’imbarcazione “Aria” di Matteo Casaburi  che  ha vinto, per il primo anno,   il “Trofeo Angelo Maria Belmonte”,  un Challenge assegnato a titolo definitivo all’armatore che si aggiudica  per tre edizioni consecutive il “Trittico del Sole”. Il Trofeo Challenge dello “Yachting Club Salerno” è stato invece vinto dall’imbarcazione “Wanaka” di Francesco Bove della “Azimut Salernoche ha vinto nella classe “ Rating FIV”. Seconda classificata nella classe “Rating FIV”   l’imbarcazione “Andaleade” dell’armatore  Carmine Calvanese  della  Lega Navale di  Salerno.  Terza classificata l’imbarcazione “ Ala di Mare” dell’armatore Fabio Di Giacomo dello “Yachting Club Salerno”.  Nel raggruppamento “ ORC /Gran Crociera” al primo posto si è classificata l’imbarcazione “ Aria” dell’armatore Matteo Casaburi della Lega Navale di Salerno; al secondo posto “Stella” di Antonio Del Baglivo della Lega Navale di Agropoli e al terzo posto l’imbarcazione “ Athos” del Club degli Avvelenati dello  “Yachting Club Salerno” .  Per la classe J24 al primo posto si è classificata l’imbarcazione “Canarino Feroce”  di Riccardo Grattacaso della Lega Navale di Agropoli; al secondo posto l’imbarcazione “Ossoduro” di Francesco Saverio D’Ambrosio del Club Velico Salernitano  e al terzo posto  l’imbarcazione “ Viva Papà” di Maddalena Sangiovanni della Lega Navale di Agropoli.

A presentare, insieme a Veronica Belmonte,  l’elegante  serata di gala che si è tenuta sabato sera  nella sede dello “Yachting Club Salerno”, all’interno del Porto Masuccio Salernitano, è stato il Presidente del “Club Avvelenati”,  Mimmo Maiorino Balducci, componente del Consiglio Direttivo dello “Yachting Club Salerno”  che  ha ricordato come si sono svolte le due   regate alle quali hanno partecipato dodici imbarcazioni provenienti da tutta la Regione Campania:” Abbiamo avuto molto sole e poco vento, ma  poi durante le due  giornate di regata,  grazie alla determinazione dei giudici di gara che hanno dato comunque avvio alle regate  nel Golfo di Salerno,  si sono viste delle  gare molto belle e avvincenti” .  Alla serata hanno partecipato  tanti amici che hanno sempre seguito e sostenuto l’importante manifestazione velica: il Consigliere Regionale Franco Picarone  ha portato i saluti del Governatore Vincenzo De Luca e  ricordato  di essere  il firmatario di una legge sui Circoli Nautici:” Abbiamo istituito l’Associazione dei Circoli Nautici che con l’adesione di circa trenta Circoli Nautici , anche storici,  coltiva l’amore per il mare e  promuove la “Giornata del Mare e della Cultura Marina” che si svolge l’11 aprile. Abbiamo costituito anche una Consulta, di cui sono presidente,  che  sta lavorando   per la realizzazione della blue-economy”.  A portare i saluti del Sindaco Vincenzo Napoli è stato il dottor Ermanno Guerra, Consigliere dello staff del Sindaco, con Delega alla Cultura, che ha sottolineato l’importanza della manifestazione : “Per una città rivolta al mare, avere società sportive protese a una continua promozione delle attività legate al mare  è importante per rafforzare il rapporto della città con il mare  e creare l’occasione  per far arrivare tanti turisti nella nostra città”.  Il  dottor Nello Talento, già Consigliere Nazionale del CONI, è sempre presente alla cerimonia di premiazioni:” Ricordare un amico che non c’è più: Angelo Belmonte, con una manifestazione  che ha trent’anni di storia, ci consente di vivere un momento di  sport, di amicizia e di gioia dopo tanti momenti di tristezza che abbiamo vissuto in questi ultimi due anni”.  L’Onorevole Guido Milanese, che non è mai mancato alla cerimonia di premiazione, ha sottolineato l’importanza raggiunta dalla regata ”Trittico del Sole”: ”  Rappresenta  ormai una pietra miliare nell’ambito degli eventi  sportivi di questo territorio :  esalta il valore dell’ amicizia e dello sport  ed il  rapporto di questa città con il mare ”.   Il Capitano di Corvetta Antonio Gallo, ha portato i saluti del Capitano di Vascello  Attilio Maria Daconto,  Comandante della Capitaneria di Porto di Salerno, e sottolineato l’importanza del premio:” La  Capitaneria di Porto è sempre affianco a questa manifestazione  che diffonde, soprattutto tra i giovani, l’amore per il mare e per la vela ed è ormai un punto di riferimento per tutta la Campania: è bello vivere questi momenti di normalità “.  Il Presidente della  Federazione Italiana Vela Campania, Francesco Lo Schiavo, ha ricordato che la manifestazione è calendarizzata dalla FIV: ” Fa  parte ormai della storia velica dell’intera Regione. Una manifestazione che con grande energia organizzativa viene portata avanti da  questo storico Club  e che ogni anno riesce ad attrarre grande  interesse  e l’attenzione di tutti” . Il professor Francesco D’Episcopo, già Docente di Letteratura Italiana all’Università Federico II di Napoli, ha sottolineato il rapporto di Salerno con il mare:” Il nostro è un territorio montuosamente marino. Salerno è una città del mare e del vento, senza il quale non si potrebbe veleggiare.  Questa manifestazione congiunge l’attività  sportiva  a quella culturale”.

Oltre alle autorità presenti, hanno premiato i velisti vincitori: la concertista Giuseppina Gallozzi dell’Associazione Culturale Cypraea; l’ingegner Nicola Falcone, la dottoressa Roberta Puorro, la professoressa Patrizia De Bartolomeis; Veronica e Serena Belmonte, il dottor Gabriele GioiaGerardo D’Alessandro , il dottor Raffaele Ansalone e il velista  Giuseppe Guida . Un riconoscimento per la loro bravura, professionalità e puntualità è stato dato ai Giudici di Regata : Roberto Miraglia, Ferdinando Picariello e Bruno Cianciullo  e a Maria e Peppe Gallo che hanno seguito le regate  con la loro barca di appoggio alla giuria. Un apporto tecnico all’organizzazione è stato offerto dai soci del “Club Velico Salernitano”, presieduto dalla dottoressa Elena Salzano, con il Vicepresidente Giancarlo Napoli, il Segretario Luciano Ragazzi, il Consigliere Mario Rinaldi e il Revisore dei Conti Rocco Fasciani. Per la Lega Navale di Salerno, presieduta dall’ingegner Fabrizio Marotta, erano presenti le Consigliere Serena Carluccio e Mariella Notari  e il velista  Giuseppe Guida. Presente anche il Presidente del “Rotary Club Salerno Duomo”, il dottor Vincenzo Abate e la presidente del “Rotaract Club Salerno”, la dottoressa Simona Levi. Oltre ai tanti sponsor e alle istituzioni come la Regione Campania, la Provincia di Salerno , il Comune di Salerno, la Camera di Commercio di Salerno, l’Autorità di Sistema Portuale , la Guardia Costiera,  il CONI, la Federazione Italiana Vela,  hanno sostenuto la manifestazione anche  il “Centro Artisti Salernitani”,  presieduto dalla professoressa  Elena Ostrica , il “Club Auto Storiche di Salerno”, presieduto da Dino Nardiello, rappresentato da Gerardo D’Alessandro,  e per la prima volta la “International Yachting Fellowship of Rotarians” di Salerno presieduta dal Commodoro Ernesto Levi :” La nostra  presenza vuole essere  un  modo  per ricordare i tanti amici del mare che non ci sono più. La flotta di Salerno ha voluto anche  offrire una targa, un premio speciale, al dottor  Antonio Del Baglivo, che è stato per sedici anni  Presidente della Lega Navale di Agropoli, e che ha partecipato  con grande entusiasmo alla regata”. Oltre al settantenne Antonio Del Baglivo, ha partecipato, anche se non fisicamente, ma attraverso l’invio di una lettera alla presidente De Bartolomeis,  lo storico velista salernitano Raffaele Ricci che vive a Bari.  Ricordato, durante la serata, il compianto armatore Marco D’Arcangelo che con la moglie Serena Mori, venuta da Firenze, ha sempre partecipato alle regate del “Trittico del Sole” ed ha anche ricevuto la targa di “Gentiluomo del Mare”.  Commossa ed emozionata, ma soprattutto soddisfatta per il successo della manifestazione la Presidente Diana De Bartolomeis che ha ricordato che il Trofeo Angelo Belmonte è realizzato grazie alla sinergia che si è creata con tutte le altre associazioni velistiche: ” Una partecipazione di affetto che mi gratifica e mi emoziona”.  (Foto di Matteo Maresca).

Aniello Palumbo

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here