Tutti i nomi e i commenti dei “Salernitani Doc” e dei “Salernitani di  Adozione” premiati nel “Salone dei Marmi” del Comune di Salerno.

0
117

Cento cittadini salernitani, noti e meno noti: tutti sicuramente “veraci”, hanno ricevuto, emozionati e commossi,  l’attestato di “Salernitano Doc” durante la tradizionale cerimonia  di premiazione della manifestazione che premia i cittadini salernitani che hanno contribuito a far  crescere il senso di comunità e di appartenenza alla città. Ideata nel 2008 dal presidente dell’Associazione “Salernitani Doc” e Vicepresidente del “Movimento Cristiano Lavoratori” Massimo Staglioli, il premio “ Salernitani Doc” è giunto alla XIV edizione: ogni anno cresce sempre di più e ieri pomeriggio erano proprio tanti in quell’immenso “Salone dei Marmi” del Comune di Salerno che è sembrato troppo piccolo per contenerli tutti.  Presenti tutti i componenti del Consiglio Direttivo dell’associazione “Salernitani Doc”,  presieduta dal vulcanico Massimo Staglioli : Roberto Casella,  Marcello Casella,  Mario Pacifico,  Giuseppe Manzo ,  Vincenzo Sica, Sonia Di Domenico e Gabriella Naddeo che  hanno presentato  in modo brillante e professionale l’evento.  In una famosa frase a lui attribuita l’artista Andy Warhol, uno dei maggiori esponenti della Pop Art, diceva, all’incirca: “Tutti nella vita saranno famosi almeno per 15 minuti”. Massimo Staglioli ha deciso, quattordici anni fa, di mettere in pratica il concetto espresso da Andy Warhol  è ha organizzato una  manifestazione che premia non solo i personaggi salernitani  famosi , o comunque noti,  ma anche coloro che noti  non sono: che ogni giorno, con il loro lavoro e sacrificio, contribuiscono  a rendere   meravigliosa la nostra città. Persone che probabilmente incontriamo per strada, incrociamo sui marciapiedi: non li conosciamo, non li salutiamo; non conosciamo le loro storie di vita, storie di fatica, di sentimenti, di emozioni.  E’  anche la storia di queste persone che rende grande la storia di una città;  Staglioli lo  ha intuito e, da salernitano verace qual è, ha  ideato due premi che valorizzano la salernitanità: i “Salernitani Doc” e i “Salernitani di Adozione “, il premio  dedicato a quei   cittadini che pur non essendo nati nella nostra città vivono qui da anni e si sentono orgogliosi di essere figli adottivi di questa terra alla quale hanno contribuito a dare lustro”.   Dopo l’esecuzione dell’Inno di Mameli e dell’Inno alla Gioia suonato dall’orchestra diretta dal Maestro Giuseppe Scala dell’Istituto Comprensivo Nicola  Monterisi, diretto dalla professoressa Vitalba Casadio, c’è stato un minuto di silenzio per ricordare Fiore Cipolletta, Don Franco Fedullo, Don Alfonso Santamaria e le vittime dell’alluvione del 1954.  Tra i “Salernitani Doc” il più anziano a essere premiato è stato Mimì Florimonte, nato nel Palazzo  Conforti, di fronte alla Poste Centrali, in Corso Garibaldi, che, commosso, ha dedicato il premio alla memoria della moglie Maria e ricevuto la pergamena proprio dal presidente Staglioli. Il più giovane a essere premiato è stato Antonio Melchiorre che a Cava de’ Tirreni subì una vile aggressione perché indossava la maglietta della Salernitana. Il giovane tifoso della salernitana è stato premiato, insieme al padre Camillo dal dottor Maurizio Milan e dal dottor Mario Pacifico.

 Tra i “Salernitani Doc” premiati :  la giornalista e conduttrice televisiva della Rai, Vira Carbone (ha ritirato il premio la madre Lucia Russiello Carbone); il Prefetto di Foggia, Maurizio Valiante, nato a Salerno,  alla “Villa Medici”,  che ha dedicato il premio , ricevuto dal Vescovo Bellandi, ai suoi genitori  ;   il dottor Elio Caliendo,  specialista in Pediatria, nato alle spalle dei distinti dello Stadio Vestuti, è stato premiato dal Comandate dei Carabinieri, il Colonnello  Filippo Melchiorre;  il notaio Raul Apicella, premiato dall’avvocato Silverio Sica;   standing ovation per  la premiazione dell’ex pugile Davide De Gregorio, che ha boxato nelle categorie gallo e piuma nei  campionati italiani,   nato nel centro storico , premiato da Massimo Staglioli,   ha dedicato,  commosso, il premio alla compagna  Giovanna Vitolo;   la dottoressa Dina Luciano, presidente  del  Centro per la Vita “Il Pellicano” , premiata dal Consigliere Comunale Roberto Celano; esponente  della storica famiglia di commercianti salernitana ,  è stata premiata  dall’avvocato Maria Rosaria Pilla, Patrizia Centanni ,  nata in  casa, in Via San Gregorio VII, che ha dedicato il premio  al la memoria del padre Alessandro , alla  mamma Annamaria , e al suo consorte il dottor Giovanni Ricco;   l’ex calciatore della Salernitana  Giuseppe De Palma, premiato da Maurizio Milan; Umberto De Santis, direttore della catena nazionale “Happy Casa”,  premiato da Alfonso Andria; il geometra Arturo Parrilli, nato alla “Clinica Tortorella”, premiato dall’avvocato Maria Rosaria  Pilla; Luigi Bonavita , autista ufficiale della “ Unione Sportiva Salernitana  1919”,  premiato dal dottor Maurizio Milan;  a ritirare il premio per l’imprenditore Marco Santucci , consegnato da Giuseppe Zitarosa è stato il  pugile Enzo Limatola; il parrucchiere  Carlo Cuomo,  premiato dall’Onorevole Antonio D’Alessio; il geometra Alessandro Papandrea,  agente immobiliare, premiato da Nicola Cantone;  il dottor  Francesco Forte, specialista fisiatra, premiato dal dottor Antonio  Inchingoli, responsabile Sanitario dei centri riabilitativi del “Gruppo Forte”, ha dedicato il premio alla memoria del padre Giuseppe; il Direttore Generale di “Salerno Energia”  ora  “Sistemi Salerno – Holding  Reti e Servizi”,  Matteo Picardi,  , che è nato in Via Matteo Silvatico e ha dedicato il premio ai suoi genitori. E’ stato premiato dal l’Onorevole Gianfranco Valiante ; il dottore rotariano Antonio Brando, nato a “Villa Medici”, specialista in urologia presso l’ospedale Moscati di Avellino,  Governatore Nominato del “Distretto Rotary 2101”,  che ha dedicato il premio alla sua famiglia, premiato dal Consigliere Giuseppe Zitarosa ; il dottore commercialista  Giovanni Landi, premiato dalla Dirigente Scolastica e Consigliere Comunale Barbara Figliolia; Chiara Pepe, nata nella “Clinica Tortorella”,   tifosissima della Salernitana, premiata dal Colonnello Gabriele De Feo, ha dedicato il premio al marito, Armando Caporaso:” E’ la mia spalla” ; l’artista  Salvatore Esposito Venturini,  che dal prossimo anno organizzerà i concerti dei cantautori italiani in Europa e nel Sudamerica ;  Salvatore che ha dedicato il premio alla mamma Filomena è stato premiato insieme al  consulente finanziario  Matteo Autuori,  che ha anche recitato una sua poesia  dedicata a Salerno, tratta dalla sua silloge poetica; i due amici  che hanno composto una canzone, un inno,  dedicato alla Salernitana,  sono stati premiati,   dal Vescovo Bellandi e da Massimo Staglioli ;   l’imprenditore Carmine Nobile, fondatore della “Saledil SRL”,   Past President del “Rotary Club Salerno Est”,  nato a casa,  “dopo pranzo”,  in Via Pio XI,  premiato dall’Onorevole Antonio D’Alessio,   ha dedicato il premio alla famiglia; il dottor   Gianluca Vinciguerra,  nato alla “Villa Medici”,  titolare del noto negozio di strumenti di scrittura e articoli di cartoleria “La Tecnica”,  ideatore della penna salernitana “Hippocratica Civitas”,  firmata Delta, socio del “Rotary Club Salerno Est”, che ha dedicato il premio alla compianta madre, Anna Alfieri. E’ stato premiato dal Consigliere Comunale Giuseppe Zitarosa; la dottoressa Maria Napoli, Ortottista e Assistente di Oftalmologia, titolare con il marito Bruno del negozio “ Ottica Napoli”, fondato dal papà Francesco. Premiata dall’onorevole Guido Milanese; la giornalista Lucia Giunto, direttrice artistica teatrale,  premiata dall’onorevole  Valiante ; il dottor Domenico Napoli, esperto di marketing e comunicazione,  consulente  strategico del  “Gruppo Salerno Trasporti”,  premiato dal senatore Andria; l’architetto Giancarlo Grillo, nato a casa,  in Via Monti,   premiato dal Sindaco – architetto Vincenzo Napoli ;  la dottoressa Anna Testa,  del “Gruppo Ormeggiatori e Battellieri del Porto Di Salerno”,  premiata dall’avvocato Pilla; l’avvocato civilista  William Trucillo,  che si occupa di Diritto dello Sport,  nato alla “Clinica Tortorella” , premiato da Alfonso Andria;  l’imprenditore salernitano Pierpaolo Pergola,  nato alla “Clinica Tortorella”, premiato da Giuseppe Zitarosa;  Don Pietro Rescigno, parroco  della chiesa di San Domenico, che ha dedicato il premio, consegnatogli dal dottor Antonio Inchingoli,  a Don Franco Fedullo che qualche anno fa ricevette lo stesso premio;  il professor Gaetano Galderisi, psichiatra all’Università di Parma, che ha anche scritto un libro  dedicato a tutti salernitani, che racconta la sua vita  a Salerno, Anche il  premio,   ricevuto dall’Onorevole Guido Milanese,  è stato dedicato a tutti salernitani, che racconta la sua vita salernitana ; il dottor Girolamo Budetti, dell’emittente televisiva  “Lira Tv”, premiato dal Sindaco Vincenzo Napoli;  il pediatra Elio  Caliendo; il notaio Raul Apicella; l’avvocato Donato Cavallo, Direttore Generale dell’Agenzia Regionale per l’Informatica e la Committenza (ARIC)della Regione Abruzzo,  premiato dall’Onorevole Tino Iannuzzi;  il dottor Salvatore Fruscione, assicuratore,   nato in Via Roma, Consigliere delegato alla cultura del “Circolo Canottieri Irno” , premiato dall’Onorevole Tino Iannuzzi, ha dedicato il premio  al padre Giorgio; il Capitano di Corvetta Laura Ruocco, orgogliosamente  salernitananata  alla Clinica Tortorella tra le prime donne entrare tra gli ufficiali della Marina Militare, nel 2004, premiata dal Comandante della Capitaneria di Porto Attilio Maria Daconto ;  il dottor Antonio Natella, cardiologo al Ruggi, medico della Federazione Sportiva di scherma e del Club Scherma Salerno, premiato dall’Onorevole Antonio D’Alessio, ha dedicato il premio a tutti i salernitani; l’avvocato  ambientalista Giovanni Carleo, presidente della “Fondazione Sinapsi” che lavora per l’inclusione sociale dei bambini non vedenti,  premiato dal professor Aniello Salzano; il Maresciallo Matteo De Luca, premiato dal Senatore Alfonso Andria; il manager dell’Arechi Immobiliare,  Antonio Di Domenico ,nato all’Ospedale di Via Vernieri,  premiato dal Sindaco Napoli;   la scrittrice Gabriella Naddeo, premiata da Massimo Staglioli, autrice di sillogi poetiche, ha dedicato il premio a  se stessa e alla sua famiglia;  il commercialista Giovanni Landi, nato nella zona del Carmine,  nell’ex ospedale di Via Vernieri, ha dedicato il  premio al padre Santino, scomparso quando lui  era giovane;  il  giornalista Luigi Caliulo, collaboratore di varie testate giornalistiche e radiofoniche, già responsabile dell’ufficio stampa della Salernitana, già redattore de “Il Denaro TV”, premiato da Alfonso Andria; , il giornalista   di “Salernonotizie”, Daniele  Gaudieri, nato alla “Clinica Tortorella” , premiato da Don Roberto Faccenda; il giornalista  de “La Città”,  Stefano Pignataro, impegnato nell’associazionismopremiato da Tonia Willbuger, ha dedicato il premio  ai suoi maestri, alla sua famiglia e  al nonno Stefano “E’ stato ed è la mia guida”;   il giornalista e opinionista sportivo ,  Enrico Scapaticci , nato alla “Clinica del Sole”,Fiduciario Provinciale dell’Unione Stampa Sportiva Italiana,  premiato dall’Onorevole Valiante, ha dedicato il premio, , ricevuto nel giorno del compleanno della madre  Adriana Napoli,: “A lei,  che non c’è più, e a mio padre Eduardo: se sono diventato un “Salernitano Doc”, il merito va a loro”; l’infermiera Jessica Cristiano,  nata nella zona del Carmine,  fan di Ligabue che la chiama “la ragazza salernitana”.  Virale una sua foto scattata durante il periodo di Covid  da un giornalista de “La Città”, con  lei che in Ospedale a Siena,  indossava  la tuta protettiva e mostrava un cartello su cui era scritto ”Ciao Salerno” ; l’avvocato Stefania Di Pace, nata alla “Clinica Del Sole” , ha dedicato  il premio a tutta la famiglia;  il presepista  Pepe Biagio,  già dirigente della Regione Campania, cronometrista, premiato da  Ersilio Staglioli, Vicepresidente Regionale del MCL; l’avvocato Pasquale Lembo, appassionato di arti marziali e della Salernitana,   premiato dal Sindaco Napoli; il dottor Alessandro Feo, Ostetrico Ginecologo,  Delegato regionale per la Campania dell’AIGOC (Associazione Italiana Ginecologi e Ostetrici Cattolici ) premiato dalla preside  Barbara Figliolia; l’avvocato Angelo Vicinanza, nato alla “Villa Medici”, ha dedicato il premio ai genitori e alla sua famiglia,  premiato da Zitarosa; il ragioniere Marco Manzo, nato alla “Clinica Tortorella” , premiato dall’Onorevole D’Alessio; Rita Pinto,   nata in Via Lungomare Colombo, titolare con il marito  Salvatore di una  rinomata pasticceria salernitana,  premiata dal Sindaco Napoli; il ragioniere Mario Ragone,  consulente finanziario, nato in Via Gian Vincenzo Quaranta,   premiato da Massimo Staglioli; il Brigadiere della Guardia di Finanza in pensione  Giovanni D’Agostino, nato in Via Donato Trani, premiato da Guido Milanese;  la ragioniera Elena Genovese , nata ad Ogliara, funzionaria per 42 anni  del Comune di Salerno e al Consiglio Regionale della Campania, persona di fiducia  presso le segreterie degli onorevoli  Enrico Coscioni  e Gianfranco Valiante,   premiata dall’Onorevole  Valiante;  il regista, formatore  teatrale  e attore Antonello De Rosa, Ambasciatore di Teatro nel mondo,   Direttore Artistico dell’Accademia Cinema Teatro, nato in Via  II  Guarna,  ha dedicato il premio alla  memoria della mamma  Anna e al compagno Pasquale Petrosino, premiato dall’Onorevole D’Alessio;  Irene Guariglia, educatrice per l’infanzia,  nata in Piazza Casalbore , premiata dal dottor  Franco  Cannavale ;  il ristoratore  Guido Avallone,  nato alla “Villa Medici”, titolare del ristorante “Il Caminetto” di Via Roma,    premiato da Guido Milanese ; la dottoressa Paola Iuorio, specializzata in Anestesia,   a ritirare il premio,  consegnato  da Giuseppe Zitarosa,  il padre;   il dottor Bruno Cancro , optometrista,  premiato dal dottor Nicola Cantone; la giornalista Sonia Di Domenico , autrice,   attrice e doppiatrice, conduttrice di programmi televisivi e radiofonici, presentatrice  di manifestazioni culturali,  nata nella zona di Pastena, premiata da Massimo Staglioli; Avvocato  Cristhian Verderame,  istruttore di calcio, Vicepresidente dell’associazione “Longobarda Salerno”, premiato dal dottor  Fernando Di Gilio, ha dedicato il premio al suo papà; Alessandro Nisivoccia, responsabile amministrativo in una nota azienda di  import ed export,  organizzatore di mostre ed eventi con l’associazione “19 giugno 1919” di cui è presidente. E’ stato premiato da Alfonso Andria; il ristoratore Bernardo Donato, titolare dal 1979 di un noto ristorante- braceria in via San Leonardo; il Maestro di arti marziali, Matteo Renna, nato in via Vernieri, presidente dell’associazione di  volontariato “Street Kali”,  premiato da Roberto Casella; l’avvocato Vincenzo Guglielmelli,  prefetto del “Rotaract  Club Salerno Campus dei Due Principati”,  ha ritirato il premio il padre dal  dottor Nicola Cantone; il dottor Italo Ventura, giornalista,  esperto di comunicazione , cura le relazioni istituzionali , premiato dal dottor l’ingegner Roberto Scermino; l’imprenditore edile Raffaele  Leone , premiato da Roberto Casella; il dottor Vincenzo Galdi , nato nella zona del Carmine , già vicedirettore della “Coldiretti di Salerno”, socio fondatore dell’associazione “Salerno Accoglie”,  premiato dal Consigliere Comunale Tonia Willburger, ha dedicato il premio ai genitori Alfredo e Carmela; La dottoressa e scrittrice Gabriella Naddeo, appassionata di arte e cultura,  il suo nome d’arte è  “EstempoGabriella”:  ha dedicato il premio a chi sta combattendo una “dura battaglia”. Premiata da Massimo Staglioli; il pasticciere Salvatore Notari,  titolare della pasticceria “Le Rose” di Torrione , premiato da Guido Milanese ; Luigi Gargiulo,  titolare di un’attività commerciale nel settore dell’agricoltura,  appassionato di storia , è stato  premiato dal dottor  Nicola Cantone ; il fisioterapista Raffaele Carmando, figlio di Bruno e nipote di Salvatore Carmando ,  premiato da Maurizio Milan; “Salernitano Doc” il  dipendente del Comune di Salerno, Vincenzo Savastano;  il già  dipendente  comunale Carmine  Ciaco, nato in Via Bastioni, è stato premiato da Massimo Staglioli; Andrea Di Mauro, nato a “Villa Medici”, grande tifoso della Salernitana,   è stato premiato da Sara Pilla;  la tifosa della Salernitana  Carmen Giordano , nata alla “Clinica Tortorella” è stata premiata da Riccardo Santoro,  presidente del Centro Coordinamento della Salernitana Club; l’edicolante Gerardo Farace, nato in Via Monti, è stato  premiato da Nicola Cantone;  il sergente Maggiore Aniello Greco,  impegnato in numerose missioni all’estero, è stato premiato da Alfonso Andria;  Andrea Cuoco,  nato in Via Borrelli, premiato dal Consigliere Giuseppe  Zitarosa; Guglielmo Citarella , agente immobiliare impegnato nel sociale; l’imprenditore  Matteo Memoli, titolare del negozio “Nido dei Bimbi”,  premiato da  Giuseppe Zitarosa; il fisioterapista  Francesco Savastano , nato in Via Mazza , è stato  premiato dall’Onorevole Antonio D’Alessio; il portatore della paranza di Sant’Ante, Bruno Russo, nato in via Lorenzo Cavaliero, premiato da Nicola Cantone; Alfonso Ventura, nato in Via Bastioni, premiato dall’Onorevole Milanese; Matteo Caravano,  nato alla “Clinica del Sole”,  premiato da Maurizio Milan ; Marco Mancini, uno dei tifosi della Curva Sud Siberiano, premiato da Maurizio Milan che ha premiato anche la “Salernitana Doc” Paola Maisto dipendente di “Salerno Pulita”; l’imprenditore Antonio Salerno è stato premiato dall’Onorevole Guido Milanese.

Venti  i “Salernitani di adozione “  premiati: il famoso cantante Bruno Venturini, ambasciatore della canzone napoletana nel  mondo, Grande Ufficiale della Repubblica Italiana,  nato a Pagani ma a Salerno dall’età di cinque anni , che ha dedicato il premio , ricevuto dal Senatore Alfonso Andria, alla compianta moglie Filomena  ; il cantante, attore, regista  Claudio Tortora,  nato a Pagani, ideatore  del “Premio Charlot”, premiato dall’Onorevole Guido Milanese , ha recitato una sua poesia dedicata a Salerno; accolto con un caloroso   ed entusiastico applauso l’imprenditore , scrittore grande tifoso della Salernitana,  Adolfo Gravagnuolo ,  nato a Cava dè Tirreni,  da sempre a Salerno, premiato dal Vescovo Bellandi, ha dedicato il premio alla nonna Bianca ;  il noto penalistalucano  Paolo Carbone (premio ritirato dalla moglie, la professoressa Lucia Russiello ); la dottoressa Annamaria Cordua,  di origini irpine, specializzata in gastroenterologia,  già primario all’Ospedale di Salerno,   premiata dall’avvocato Maria Rosaria Pilla;  ha dedicato il premio alla città di Salerno;  Padre Enzo Fortunato; il giornalista di Telecolore, di Radio Bussola 24 e del “Corriere dello Sport” Franco Esposito, nato a Battipaglia,  che ha dedicato il premio, ricevuto dal Sindaco Enzo Napoli,  a tutti i salernitani:” sono la mia gente  che da 40 anni provo ad informare”,  ai suoi tre figli, ai genitori  e alla moglie, la giornalista Mariella Sportiello;  l’attore Vanni Avallone,  nato a Napoli,  ma da quando aveva tre anni vive a Salerno, dirigente bancario con la passione del teatro. Ha recitato con Eduardo De Filippo e ora lavora per il “Piccolo Teatro del Giullare”,  è stato premiato dal Vicepresidente dei “Salernitani Doc” Roberto Casella;  la dottoressa Anna Maria Barbato, già Dirigente  del Comune di Salerno, premiata dal Sindaco Enzo Napoli; la professoressa e scrittrice e poetessa   Clotilde Baccari ,  nata a Caserta, già docente di latino e greco nei licei classici salernitani, presidente di due associazioni salernitane:” Parco Storico Sichelgaita” e “Hortus Magnus”,  organizzatrice  della “Mostra della Minerva” che si tene da venti anni nella Villa Comunale, premiata dall’avvocato Maria Rosaria Pilla, ha dedicato il premio a tutta la città di Salerno ;   la professoressa e scrittrice Gabriella Gentile,  nata a Bisaccia, esperta di gastronomia , impegnata da anni nell’associazionismo,  premiata dall’Onorevole   Anna Petrone,  ha dedicato il premio alla sua famiglia;  Giuseppe Infante; il dottor  Antonino Sessa, arbitro dell’AIA,    componente della commissione arbitri regionali, premiato dal dottor Maurizio Milan;  il dottor Fabio Franculli, specialista in Medicina dello Sport e Cardiologiacardiologo di alta specialità presso  la Torre Cardiologica dell’Azienda Ospedaliera Ruggi di Salerno, premiato dal Consigliere Comunale Rino Avella; il Capitano  della Polizia Municipale  di Salerno, Gerardo Caiazza,  Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana, premiato dall’onorevole Valiante ; il dottor Mario Sposito, capitano responsabile operativo della “Protezione Civile “ di Salerno, Cavaliere della Repubblica;  premiato da Valiante ; il Brigadiere dell’Arma dei Carabinieri Bartolomeo Scaglione, Cavaliere di Onore al Merito della Repubblica Italiana,  premiato da Alfonso Andria, ha dedicato il premio alla sua famiglia e agli organizzatori; il fioraio Giuseppe Infante,  titolare con la moglie Carmela, del negozio “La Primavera”  a Torrione,  è stato una giovane promessa del calcio salernitano, premiato da Zitarosa; il ristoratore  Salvatore Ferrara premiato da Guido  Milanese;  lo scrittore Giuseppe Fasano,  che con il figlio ha scritto un libro sulla storia della Salernitana, premiato dalla preside  Barbara Figliolia. Tante le personalità salernitane che hanno consegnato gli attestati durante la manifestazione alla presenza del Vescovo Monsignor Andrea Bellandi, premiato lo scorso anno come “Salernitano d’Adozione”: “ E’ un momento importante d’identità, di affermazione di appartenenza a una bella realtà sociale qual è Salerno: questo fa bene in questi momenti di difficoltà e preoccupazione”; del Sindaco Vincenzo Napoli che ha sottolineato l’importanza dell’appartenenza alla comunità salernitana:” In questo luogo oggi  si è uniti in un unico pensiero , in un unico afflato, che vede la nostra città   come maestra di comportamenti e di ideali  in cui i cittadini si riconoscono” ; del Prefetto di Salerno, Francesco Russo; del Questore Giancarlo Conticchio; del Comandante della Capitaneria di Porto, Attilio Maria Daconto;  del Colonnello Filippo Melchiorre,   Comandante  Provinciale dei Carabinieri di Salerno;  dell’AD della Salernitana, Maurizio Milan al quale il Presidente Staglioli ha “estorto” la promessa che la Salernitana resterà almeno per altri  dieci anni in Serie A” Se così sarà,  nomineremo “Salernitani di Adozione “ lei e il Presidente Danilo  Iervolino”, ha promesso , a sua volta, sorridendo,  Massimo Staglioli ; del  Segretario Nazionale M.C.L. , il dottor Antonio  Inchingoli; della Presidente Provinciale del “Movimento Cristiano Lavoratori” di Salerno, l’avvocato  Maria Rosaria Pilla, che ha ricordato che quest’anno si celebra il cinquantennale del Movimento Cristiano Lavoratori,   e del Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Salerno, Silverio Sica. Il momento musicale è stato affidato al duo “Claudio e Diana”, ambasciatori della posteggia napoletana nel mondo,  che hanno interpretato alcuni brani della canzone classica napoletana.  

Aniello Palumbo

 Questi i nomi di tutti i “Salernitani Doc”:                          

ANGRISANI ALFONSO, APICELLA RAUL,ARCIERI ROBERTO,AUTUORI MATTEO,AVALLONE GUIDO,BERNARDO DONATO,BONAVITA LUIGI,BRANDO ANTONIO,BUDETTI GIROLAMO,CALIENDO ELIO,CALIULO LUIGI,CANCRO BRUNO,CAPUTO GIOVANNI,CAPUTO VINCENZO,CARAVANO MATTEO,CARBONE VIRA,CARLEO GIOVANNI,CARMANDO RAFFAELE,CASTELLA FRANCESCO,CAVALLO DONATO,CENTANNI PATRIZIA,CIACO CARMINE,CITARELLA GUGLIELMO,CRISTIANO JESSICA ,CUOCO ANDREA,CUOMO CARLO,D’AGOSTINO GIOVANNI,DE LUCA MATTEO,DE PALMA GIUSEPPE,DE ROSA ANTONELLO,DE SANTIS LUIGI,DE SANTIS MARIO, DE SANTIS UMBERTO,  DI DOMENICO ANTONIO, DI DOMENICO SONIA, DE GREGORIO DAVIDE, DI MAURO  ANDREA, DI PACE STEFANIA, ESPOSITO VENTURINI SALVATORE, FARACE GERARDO,FEO ALESSANDRO, FLORIMONTE DOMENICO DETTO MIMI’, FORTE FRANCESCO, FRUSCIONE SALVATORE, GALDERISI GAETANO, GALDI VINCENZO, GARGIULO LUIGI,GAUDIERI DANIELE, GENOVESE ELENA, GIORDANO CARMEN, GIUNTO LUCIA, GRECO  ANIELLO, GRILLO GIANCARLO, GUARIGLIA IRENE, GUGLIELMELLI VINCENZO, IUORIO PAOLA, LANDI GIOVANNI, LEMBO PASQUALE, LEONE RAFFAELE, LUCIANO GERARDA, MAISTO PAOLA , MANCINI MARCO, MANZO MARCO, MELCHIORRE ANTONIO, MELCHIORRE CAMILLO, MEMOLI MATTEO, NADDEO GABRIELLA, NAPOLI DOMENICO, NAPOLI MARIA, NATELLA ANTONIO, NISIVOCCIA ALESSANDRO, NOBILE CARMINE, NOTARI SALVATORE, PARRILLI ARTURO, PEPE BIAGIO, PEPE CHIARA, PERGOLA PIERPAOLO, PICARDI MATTEO, PIGNATARO STEFANO, PINTO RITA, POSTIGLIONE STEFANO, RAGONE MARIO, RENNA MATTEO, RESCIGNO DON PIETRO, RUOCCO LAURA, RUSSO BRUNO, SALERNO ANTONIO, SANTUCCI MARCO, SAVASTANO FRANCESCO, SAVASTANO VINCENZO, SCAPATICCI ENRICO, TAFURI VALENTINA, TESTA ANNA, TRUCILLO WILLIAM, VALIANTE MAURIZIO, VENTURA ALFONSO, VENTURA ITALO, VERDERAME CRISTHIAN, VICINANZA ANGELO, VINCIGUERRA GIANLUCA.

I nomi dei “Salernitani di Adozione”:

AVALLONE GIOVANNI, BACCARI CLOTILDE, BARBATO ANNAMARIA, BATTIPAGLIA ANTONIO, CAIAZZA GERARDO,                CARBONE PAOLO, CORDUA ANNAMARIA, ESPOSITO BONAVENTURA ( BRUNO VENTURINI), ESPOSITO FRANCESCO, FASANO GIUSEPPE, FERRARA SALVATORE, FORTUNATO ENZO, FRANCULLI FABIO, GENTILE GABRIELLA, GRAVAGNUOLO ADOLFO, INFANTE GIUSEPPE, SCAGLIONE, BARTOLOMEO,         SCELZO ANGELO, SESSA ANTONINO, SPOSITO MARIO,     TORTORA CLAUDIO.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here