Terzo mandato: Caldoro, il vero tema sono i danni che De Luca ha fatto e continuerà a fare.

0
283
Stefano Caldoro
Atelier Caliani abiti da sposa a Salerno Jesus Peiro Nicole Milano Nicole Couture

“Estendere il terzo mandato ai governatori? Il centrodestra è sempre stato tiepido su questi divieti per legge condividendo l’idea della scelta libera degli elettori. Qui però c’è un problema che precede il divieto di legge. Un presidente della Regione che è da tutti giudicato male come può, avendo fallito su temi importanti come la sanità, ambiente e trasporto pubblico locale essere ricandidato? Questo tema politico può porlo solo l’opposizione e noi lo diciamo chiaramente. Un pessimo amministratore deve andare a casa e su De Luca non c’è dubbio.” Così Stefano Caldoro, capo della opposizione in Consiglio regionale della Campania, intervistato dall’emittente Televomero.

“Quella di De Luca – prosegue Caldoro – è cattiva politica, fallimento clamoroso, una metastasi che si è insidiata nel sistema politico in Campania e che ha prodotto solo danni ai cittadini. Questo è il vero tema. Io sono preoccupato che mentre si discute di terzo mandato De Luca continui a fare danni. Vuole nei prossimi tre anni e mezzo sprecare 2 miliardi per costruire “i tre palazzi”, quello della Regione di cui non abbiamo bisogno, delocalizzare il Santobono che è una delle realtà che funziona meglio sul nostro territorio e realizzare il Policlinico a Salerno dove invece l’ospedale funziona. Per la sanità, queste risorse, andrebbero utilizzate per le liste d’attesa ed i pronto soccorso. Questo è un problema a cui, tranne l’opposizione, nessuno risponde anzi, la maggioranza è propensa a consentirgli queste operazioni.

Vi invito a fare un reportage all’interno del Policlinico di Napoli per vedere in quale stato di degrado si trova, vi ritroverete davanti ad immagini terribili altro che sanità. Quella struttura – ha concluso  –   meriterebbe una delocalizzazione o una grande ristrutturazione ed invece De Luca prende oltre 500 milioni di euro e li sposta sul Policlinico di Salerno senza comprendere le vere priorità. Così Napoli muore”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here