“SALERNO ORGANO FESTIVAL”. CONCERTO PER CORO ED ORGANO DEDICATO A CHIARA PEPE

0
1336
Atelier Caliani abiti da sposa a Salerno Jesus Peiro Nicole Milano Nicole Couture

 “Dal Padre alla Madre, dal Cielo alla Terra” è il titolo del concerto per coro e organo, tenutosi ieri sera presso la Chiesa di Santa Maria a Mare,  che il Maestro di Coro Silvana Noschese, Direttore Artistico della prima edizione del “Salerno Organo Festival” , ha voluto dedicare a Chiara Pepe, la   trentaduenne artista salernitana  scomparsa quest’estate.  “A Chiara che per tutti noi è sempre presente ,  dedichiamo in  particolare il brano “Occhi lucenti e belli”,  ha annunciato commossa  Silvana Noschese  che ha spiegato  l’importanza  che ha la musica   nella nostra vita : “La  musica aiuta a connetterci  con noi stessi e  con gli altri”.  Il  “Salerno Organo Festival”  è stato organizzato, per la prima volta a Salerno, per  ascoltare il  suono del nuovo organo a canne della “Chiesa di Santa Maria a Mare Maggiore”  di Mercatello,  acquistato dal  parroco, Monsignor  Antonio Galderisi :” Per elevare  il loro spirito a Dio, per dare nuova vita al  Quartiere Mercatello”.

L’evento è stato ideato ed organizzato dal dottor Marco Sprocati , socio del “Rotary Club Salerno a.f. 1949”   e presidente  dell’associazione  ”Formeta”,   che ha coinvolto vari sponsor e  i Club Rotary, Rotaract, Interact e   Inner Wheel salernitani,   per  organizzare una campagna di crowdfunding  sul sito www.innamoratidellacultura, per contribuire all’acquisto dell’organo: ” Questa chiesa ha sempre cercato di offrire uno spazio per i ragazzi e un punto di ritrovo per tutte le persone del quartiere” – ha spiegato Sprocati – “ Vorremmo anche completare l’organo , con i moduli mancanti e necessari per avere uno strumento di ampiezza completa”.  I giovani presidenti dei Club Rotaract e Interact di Salerno: Simona Levi, Mario Notaroberto e Maria Carla Cioffi, hanno spiegato  alcuni dettagli tecnici dell’organo  :”  E’  il modello “MillenniuM 200”, a trasmissione digitale, che ha un’altezza di mt. 4,50 e una larghezza di mt. 3.00 su due livelli.  E’  dotato di tutti i sistemi innovativi progettati dalla Fabbrica Consoli di Bari che vanta 111 anni di storia “. I giovani rotariani hanno anche annunciato che a breve sarà organizzato un corso di formazione in musica da organo per giovani.  Suggestiva l’atmosfera creatasi nella chiesa grazie alle voci delle  circa  trenta coriste del “Coro Calicanto”, composto dal   coro giovanile, diretto dal Maestro Silvana Noschese,  e dal  coro di voci bianche , diretto dal Maestro Milva Coralluzzo ,  entrambe coadiuvate dalla giovanissima  Eleonora Laurito, accompagnate dal  suono affascinante , unico e magico  dell’organo suonato  dalla brava organista Elisabetta De Caro . Tredici i brani ascoltati con grande coinvolgimento emotivo dal numeroso pubblico che ha sottolineato con intensi applausi  la bravura delle coriste e dell’organista che hanno eseguito   canti sacri e profani:  “Cantico delle Creature “ di San Francesco;   il  canto dedicato al Signore ”O   regem  coeli” , quelli  di  annunciazione  come   “Angelus Domini”  a e “Magnificat”,   tratto dalla  sinfonia corale  di Franz Liszt, ispirata  dal Poema di Dante Alighieri.  Per inneggiare a Maria è stato eseguito anche un canto spagnolo “Cantemos a Maria”.   Eseguiti anche i   brani: “Terra mia” di Pino Daniele   e “Mare” di Marco Ferretti e il  coinvolgente brano della tradizione campana  “Regina de lu cielo “.  Momenti di  grande intensità e commozione  sono stati  vissuti grazie alla sorella di Chiara, Marta Pepe, che ha dedicato  dei versi, da lei scritti,  al suo “raggio di luce nel crepuscolo”:” Ti vedo riflessa nei miei gesti. Ero la tua ombra ed ora tu sei la mia”.

Aniello Palumbo

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here