Gusta Minori, le vie dell’arte e del gusto dal 2 al 4 settembre.

0
13

Gusta Minori ci sarà con la sua ventiseiesima edizione!

Vie dell’Arte e Vie del Gusto con eventi paralleli: quattro saranno le scene teatrali in quattro luoghi della città.  Il 30 Agosto il gemellaggio ben riuscito lo scorso anno con “La Notte del Panettone Italiano” ideata e organizzata dall’Accademia dei Maestri del Lievito Madre e del Panettone Italiano.

Il tema della 26esima edizione? “Femmene e mare”

Poi la rassegna letteraria dal 2 al 4 Settembre: Vittorio Sgarbi con “Raffaello. Un Dio Mortale”.  Giampiero Mughini con  “Il Muggenheim. Quel che resta di una vita”, Vira Carbone (il 10 Settembre) con “Il grande libro della longevità”.

Corse straordinarie via mare della TravelMar anche a tarda sera da e per Minori con ultimo collegamento alle ore 23 e 40.

Andrea Reale (sindaco di Minori)  : “Siamo la Città del Gusto e dunque puntiamo sullo star bene. L’arte, la cultura, il buon cibo, aiutano a sorridere, danno la possibilità alla comunità e al territorio di crescere”.

Gerardo Buonocore (Direttore Artistico ed Autore di Gusta Minori) : “Ritorna tutta la città. Le ultime due edizioni erano “confinate” nel solo sito romano, ma questa volta si ritorna alle tradizionali “Vie dell’Arte”. Avremo teatro e musica ma anche incontri letterari. Lo spettacolo teatrale sarà in quattro scene diverse in quattro luoghi diversi. Non saranno quattro spettacoli ma quattro scene di un unico ma itinerante spettacolo che vedrà il coinvolgimento di tutta la città ed anche degli stessi cittadini”.

Antonio Porpora  (Direttore di Produzione di Gusta Minori) : “Il 30 Agosto si rinnoverà il gemellaggio con “La Notte del Panettone Italiano” con un’atmosfera natalizia. E per promuovere la Costiera fuori stagione stiamo valutando anche un Press Tour a Natale. Il 31 Agosto inaugureremo i mercatini sul lungomare, mentre dal 2 Settembre avremo lo spettacolo teatrale itinerante e la Rassegna Letteraria con grandi attori e personaggi”.

 

Al via la ventiseiesima edizione del Gusta Minori dal 30 Agosto al 4 Settembre!

“Gusta Minori ci sarà con la sua ventiseiesima edizione, ricca di eventi. Avremo il coinvolgimento dell’intera città: da una parte le Vie dell’Arte e dall’altra in parallelo avremo le Vie del Gusto con pietanze particolari e menù particolari nei giorni del Gusta Minori che inizierà il 30 Agosto. In città, nel cuore della Costiera Amalfitana il cui paesaggio è patrimonio Unesco avremo personaggi davvero importanti come Vittorio Sgarbi, Giampiero Mughini e Vira Carbone. Amore, gioia, sentimento questi sono i nostri elementi e con la stessa forza di 25 anni di storia inizieremo il secondo venticinquennale  per portare davvero emozioni in Costiera Amalfitana. Noi diamo emozioni in questi luoghi e vogliamo portare cultura perché la cultura ha bisogno di contagi, del sorriso, delle relazioni umane

Tre grandissimi appuntamenti di cultura a Minori, città del gusto, meta privilegiata di otium già dagli antichi romani, come testimoniano i resti dell’antica Villa Romana del I secolo. Eventi nell’evento con il preserale dedicato alle conferenze nel salotto della città dinanzi alla Basilica di Santa Trofimena, poi a seguire dalle ore 21 lo spettacolo itinerante con 4 scene in 4 luoghi diversi del borgo”. Lo ha annunciato Andrea Reale, sindaco di Minori la Città del Gusto.

Dunque si inizierà il 30 Agosto.

“Il 30 Agosto a Minori si svolgerà la “Notte del Panettone Italiano”, ideata e organizzata dall’Accademia dei Maestri del Lievito Madre e del Panettone Italiano.  Un evento pieno di originalità voluto dal maestro pasticcere Sal De Riso. Dunque due grandi eventi che praticamente uniscono le forze per promuovere la Costiera Amalfitana, nel Mondo – ha affermato Antonio Porpora, Direttore di Produzione del Gusta Minori –  e nel migliore dei modi. La Notte de Panettone Italiano vedrà insieme personaggi, esperti, menù natalizi, zampognari, fuochi a mare.  Ci sarà ancora una volta un’atmosfera natalizia. Questa è una formula che si è consolidata e che sta dando la possibilità alla Costiera di  avere una promozione anche oltre la stagione estiva. Infatti stiamo valutando anche la realizzazione di un Press Tour nel periodo di Natale. Poi avremo il ritorno alla città. Il 31 Agosto apriremo i mercatini sul lungomare di Minori, il 2, il 3 e 4 Settembre conferenze e spettacolo itinerante. Contemporaneamente al programma teatrale avremo anche lo svolgimento di escursioni naturalistiche”.

Ospiti di Minori saranno: Vittorio Sgarbi, Giampiero Mughini e Vira Carbone ( il 10 Settembre) e magari si recheranno anche in visita al Sentiero dei Limoni!

“Abbiamo un programma di grande qualità anche per l’edizione che abbiamo denominato “25+1” in quanto abbiamo portato a termine il primo venticinquennale ed ora penseremo al secondo venticinquennale. C’è il ritorno a tutta la città. Le ultime due edizioni, comunque di grande successo con “Drama de Antiqvuis” in Villa Romana – ha affermato Gerardo Buonocore, Direttore Artistico di Gusta Minori –  avevano visto Gusta Minori limitato ad un unico sito per quanto riguarda la parte teatrale. Questa volta si ritornerà al coinvolgimento dell’intera città. E cambierà anche il tema che per l’edizione numero 26 sarà: “Femmene e mare”.  Le conferenze inizieranno alle ore 19 e 30, mentre le scene teatrali alle ore 21.

Il 2 – 3 – 4 Settembre lo spettacolo sarà itinerante con quattro scene in quattro luoghi diversi di Minori. Ogni scena durerà circa 20 – 30 minuti, poi inizierà la seconda in un altro luogo e a seguire la terza e la quarta sempre in luoghi diversi. Le scene verranno ripetute ininterrottamente fino alle ore 24. Anche questa volta avremo tanta qualità artistica. Nei prossimi giorni comunicheremo ulteriori dettagli e novità”.

Il 2 Settembre Vittorio Sgarbi, poi Giampiero Mughini e chiusura con Vira Carbone.

“Grande programma anche per le conferenze. Si partirà venerdì 2 settembre, in contemporanea con lo start della 26ma edizione del Gusta Minori che avrà per tema “Femmene e mare”, con un personaggio che sulle donne ha molto da dire, il prof. Vittorio Sgarbi, che presenterà il suo libro “Raffaello. Un Dio mortale”.

Raffaello ha solo dipinto. Non è stato un uomo complesso come Leonardo, un pensatore curioso di tutto; non è stato come Caravaggio, un ‘maledetto’ che vive una vita piena di contrasti; non è stato un artista come Michelangelo – ha proseguito Buonocore –  pittore, scultore, poeta, architetto. Raffaello ha dipinto soltanto. E ogni volta ha inventato un capolavoro. I pittori, come il suo maestro Perugino, tendono a ripetersi, a riprodurre un modello, hanno un archetipo di riferimento. Lui no. Ogni volta inventa un’immagine nuova. Opere che la critica disconosce sono di Raffaello: sono opere diverse da quelle che ci aspettiamo, perché Raffaello non è solo Raffaello, è anche Giorgione, è Caravaggio, è Michelangelo, è Parmigianino. Lui è tutto: nessuno è ‘più tutto’ di lui. Quello che ha fatto Raffaello è un prolungamento della creazione di Dio e della bellezza del mondo, una bellezza assoluta, senza limiti.

Seguendo il racconto di Giorgio Vasari, Vittorio Sgarbi compone il suo racconto di Raffaello, dal commovente rapporto con il padre e la madre, al magistero di Pietro Perugino, dagli affreschi delle Stanze Vaticane fino al torbido amore per la Fornarina che destabilizzò la sua calma olimpica. E ogni volta Vittorio Sgarbi percorre la fitta rete di legami con i pittori del suo tempo: l’ammirazione per Leonardo, il rapporto contrastato con Michelangelo, l’amicizia con Bramante. Un mondo intenso nel cuore della Costiera Amalfitana”.

 

Giampiero Mughini con “Il Muggenheim. Quel che resta di una vita”.

“Domenica 4 settembre sarà la volta dell’istrionico Giampiero Mughini che proporrà al pubblico una rilettura del suo libro “Il Muggenheim. Quel che resta di una vita”.

Il Muggenheim non è altro che la casa dello scrittore, che leggendo il volume – un fitto zibaldone ricchissimo di aneddoti e spigolature, pronte a diramarsi nelle direzioni più imprevedibili – apprendo essere di fatto una teoria di wunderkammer senza soluzione di continuità, in cui l’autore – ha affermato Buonocore –  incallito quanto ossessivo collezionista, ha messo insieme nel corso di un pugno di decenni carte e oggetti provenienti soprattutto dagli anni Cinquanta agli anni Ottanta, periodo fertilissimo della creatività, anche italiana, benché ancora di fatto ignorato dalle nostre istituzioni museali, che a quanto pare tardano ad acquistare ed esporre documenti provenienti da quel periodo storico. Il museo della creatività italiana del Secondo dopoguerra, sembra dirci Mughini, non c’è, o meglio in realtà ci sarebbe anche – magari non grande ed esaustivo come meriterebbe il periodo – e giace racchiuso tra le sue mura domestiche. Il Muggenheim è anche un viaggio talvolta disordinato, talvolta elettrico, tra le pieghe della memoria del suo autore, che passando di stanza in stanza e di cosa in cosa all’interno della sua casa-cornucopia, non fa che inseguire dettagli e ricostruire genealogie di immaginari novecenteschi. Spesso Mughini ci porta in dei luoghi – l’irripetibile Bologna degli anni Sessanta e Settanta che danzava al ritmo del prog, sospinta dall’egida di Freak Antoni e dei suoi Skiantos, la fervidissima di intelligenze e coeva Modena, su tutto il campo lungo degli spazi statunitensi – e da questi parte rapsodicamente a ricostruire la storia di oggetti d’arte, libri introvabili, ossessioni e collezioni. Perché per un collezionista, inevitabilmente, la vicenda di un oggetto è intrisa dell’anima di chi l’ha posseduto – un po’ come si dice delle prime edizioni, capaci di conservare in stilla una goccia dello spirito dell’autore. Il Muggenheim insomma è anche un’autobiografia, e credo un omaggio alla casa che ospita la collezione: gli oggetti e i luoghi scontrandosi prendono vita, la nostra esistenza è fatta di queste metafisiche reazioni”.

Ed il 10 Settembre, Vira Carbone. A chiudere la trilogia di questa breve ma intensa rassegna letteraria sarà Vira Carbone, che, reduce dai successi di Rai1, ci dirà come vivere bene e a lungo con i consigli di Buongiorno Benessere, condotti dal suo libro “Il grande libro della longevità”. E magari potrebbe non mancare una passeggiata al Sentiero dei Limoni!

“Vira Carbone, a Minori, porterà i consigli per vivere bene e a lungo. E questo è il concetto basilare della Città del Gusto. Questo libro nasce da un’esigenza precisa: scoprire e condividere i segreti per vivere il più a lungo possibile. Questa necessità parte dalla consapevolezza che mantenere sano il nostro organismo equivale a garantire un’elevata qualità della vita, preservandola con amore. Non solo vivere a lungo, quindi, ma vivere bene: per raggiungere tale ambizioso traguardo occorre mantenere in perfetta salute ogni organo che compone il corpo, ed è proprio questo il punto di partenza del nostro viaggio. Un viaggio meraviglioso che, grazie alle parole di autorevoli medici – ha concluso Gerardo Buonocore – già volti familiari al pubblico di “Buongiorno benessere”, ci porterà ad avere piena cognizione del nostro organismo.

Affrontare l’esistenza con consapevolezza significa imparare ad ascoltare ogni segnale che il corpo ci invia, senza incorrere in errori di valutazione che potrebbero rivelarsi rischiosi. I medici e i professori ospiti di questo volume condivideranno con i lettori parte delle loro conoscenze, guidandoli nella maniera più chiara e fruibile alla progressiva presa di coscienza che per avere un corpo sano occorre prendersi cura di ogni sua parte.

Il grande libro della longevità, ricco di consigli preziosi e facili da mettere in pratica, è perciò un volume che con semplicità e chiarezza prova a indicare la rotta per il benessere di chi lo legge”.

Gusta Minori è kermesse dedicata all’arte, alla storia, alla gastronomia della Costiera Amalfitana, organizzata dal Comune di Minori, Associazione Gusta Minori, SCABEC Campania, Regione Campania.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here