Ferrovie nel Cilento, presentata risoluzione in Parlamento, primo firmatario Casciello (FI).

0
1411

Un’importante “Risoluzione” presentata in Commissione Trasporti alla Camera dei Deputati impegna il Governo ad “adottare le misure necessarie e urgenti per l’adeguamento, la messa in sicurezza e la velocizzazione della linea ferroviaria nella tratta tra Paestum e Maratea”.

Ne dà notizia l’onorevole Gigi Casciello, deputato di Forza Italia e primo firmatario dell’atto parlamentare per il territorio del Cilento, condiviso con i colleghi Antonio Pentangelo e Roberto Caon.

Nel dettaglio, tale intervento sulla linea ferroviaria tra Paestum e Maratea “terrà anche conto dell’eventualità di possibile futura trasformazione in tratta di Alta Velocità, in considerazione della sua importanza sia in termini di infrastruttura di rilevanza nazionale che di volano per lo sviluppo economico del Cilento e del Golfo di Policastro”.

Tra i diversi punti d’interesse della “Risoluzione” vi è la rilevanza turistica, ambientale e culturale dell’area compresa tra Paestum e Sapri, fino a Maratea. “Ottanta dei suoi comuni sono interessati dal Parco Nazionale del Cilento, degli Alburni e del Vallo di Diano – ricorda l’onorevole Casciello -. Altri 15 comuni si trovano nelle zone contigue al Parco. Sono inoltre presenti vari siti Unesco, due aree marine protette ricadenti all’interno del Parco Nazionale del Cilento, tre siti archeologici quali Paestum, Velia e Roccagloriosa. L’economia turistica muove ogni anno flussi pari a circa tre milioni di presenze, con il primato di avere ben cinque comuni cilentani nelle prime cinque posizioni nella classifica regionale dei posti letto per abitante. E’ dunque necessario adottare le misure necessarie e urgenti per l’adeguamento, la messa in sicurezza e la velocizzazione della linea ferroviaria nella tratta tra Paestum e Maratea”, conclude il deputato Casciello.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here