Da Fondazione Its Bact corso Chef cucina salutistica Campania, scadenza bando venerdì 27.

0
4
Gioielleria Juliano a Salerno, scegli il regalo per San Valentino

Nuova occasione da non lasciarsi sfuggire per iscriversi al corso pilota gratuito del progetto europeo NECTARper formarsi e diventare  Chef di cucina salutistica. La Fondazione ITS BACT, unico partner italiano insieme all’Istituto Marco Polo di Genova a sperimentare in Italia il corso europeo (erogato anche da Austria, Belgio e Portogallo), ha modificato e integrato ilbando per selezionare 25 profili che vogliono formarsi e qualificarsi con un titolo valido in tutta Europa. Il bando con tutte le novità è pubblicato nell’area news del sito ITS BACT. C’è tempo per iscriversi alla selezione fino al 27 Gennaio 2023.

Il corso, completamente gratuito, si terrà a Napoli

Le attività di stage e project work presso primarie strutture di settore.Le principali aree disciplinari verranno sviluppate, in lingua italiana, tramite teoria (35%), laboratorio (30%) e stage/project work (35%).Le attività formative teoriche e laboratoriali si terranno presso una delle sedi della Fondazione ITS BACT di Napoli. Il corso, progettato insieme alla Regione Campania, è completamente gratuito, partiràa Febbraio 2023 e durerà 5-6 mesi. Il percorso formerà giovani e adulti che vogliono acquisire una qualifica di 5° Livello EQF e specializzarsi nella cucina salutistica. Il corso Chef di Cucina Salutistica, articolato in 1000 orerilascerà a 25 profili una specializzazione mirata alle esigenze alimentari di un target prioritario (anziani): la  qualifica di Chef di cucina salutistica (CCS) è afferente al Repertorio Regionale dei Titoli e delle Qualificazioni della Regione Campania (RRTQ) e al Quadro Nazionale di riferimento delle Qualificazioni Regionali. Il titolo è valido anche all’interno dell’Unione Europea (40 ECVET points).

 

Cosa fa lo Chef di Cucina Salutistica?

Il profilo concilia scienza e creatività per ideare e realizzare pietanze, migliorando e innovando i metodi di preparazione, con una particolare attenzione agli aspetti del benessere alimentare, dell’equilibrio nutrizionale, della sostenibilità ambientale, anche per soddisfare clienti con particolari esigenze alimentari.Lo Chef di Cucina Salutistica deve necessariamente possedere competenze di tecnico superiore della ristorazione che si intersecano con aspetti socio-culturali, storici, sensoriali, salutistici; deve saper ideare e trasformare materie prime in base a principi dietistici e nutrizionali, definendo il tipo di menù e gli abbinamenti fra le diverse pietanze e sovrintendere alle attività organizzative e gestionali della cucina; deve padroneggiare la strumentazione tecnologica e possedere le abilità richieste dall’era digitale, al fine di interagire e lavorare in collaborazione con medici e operatori sanitari e altri professionisti sia della salute che dei comparti turistici e gastronomici.Lo Chef di Cucina Salutistica può trovare collocazione in diversi contesti professionali, occupandosi della qualità del cibo, della gestione degli alimenti, della personalizzazione delle ricette e delle modalità di preparazione, sia nell’ambito di: ospedali, case di cura, assistenza domiciliare, sia nell’ambito della ristorazione tradizionale al fine di: realizzare pietanze che incontrino le esigenze degli utenti/clienti.

 

Chi può accedere?

Possono accedere al corso di formazione professionale n.25 (+ 5 uditori) giovani e adulti (inattivi, inoccupati,disoccupati,  occupati) cittadini italiani e stranieri (UE e EXtraEU) residenti in Italia. Si accede al corso con il superamento di una procedura di selezione. I candidati dovranno essere in possesso del diploma di istruzione secondaria superiore, oppure del diploma quadriennale di istruzione e formazione professionale , oppure di una qualifica professionale attestante il raggiungimento di un livello di apprendimento pari almeno a EQF 3, acquisito nell’ambito degli ordinamenti di istruzione o nella formazione professionale, con l’aggiunta di esperienza lavorativa certificata (da valutare nell’ambito della procedura di riconoscimento di crediti formativi).Per gli occupati nel settore della ristorazione, anche se non in possesso dei titoli richiesti in ingresso, è comunque possibile l’accesso al corso, previa messa in trasparenza, validazione e certificazione delle competenze in ingresso, con eventuale riduzione delle ore di frequenza obbligatoria.

 

Come ci si iscrive alla selezione?

Per seguire il corso occorre superare una selezione. Ladomanda di iscrizione alla selezione è formalizzabile attraverso le istruzioni contenute all’interno del bando. In alternativa, è possibile iscriversi anche attraverso la rapida compilazione di un form, con l’upload dei documenti richiesti, riportato all’interno della sezione del sitoitsbact.it dedicata al corsodi Chef di Cucina Salutistica. Le domande andranno inviate entro e non oltre il 27 Gennaio 2023.

 

Come funziona la procedura di selezione?

I partecipanti saranno selezionati da una Commissione attraverso:la valutazione dei titoli preferenziali (titoli di studio, attestati di lingue, esperienze lavorative);una prova scritta (test di 30 domande a risposta multipla su argomenti di cultura generale e psico-attitudinale, su abilità linguistiche e su conoscenze tecnico-professionali tendenti);un colloquio orale: colloquio motivazionale finalizzato alla valutazione dell’interesse, delle motivazioni professionali e delle competenze in ingresso. La prova scritta e il colloquio motivazionale si sosterranno nei giorni 2-3 Febbraio 2023, secondo il calendario che sarà inviato ai candidati.

Bando Chef Cucina Salutistica 16012023 signed

Malafemmena Antica Trattoria Napoletana a Salerno

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here