Oltre cinquanta accessi e casi in carico: prosegue senza sosta l’attività del Centro Antiviolenza di Angri.

0
911
Atelier Caliani abiti da sposa a Salerno Jesus Peiro Nicole Milano Nicole Couture

Si è registrata una grande partecipazione di pubblico, ieri mattina, al terzo seminario formativo inserito nella programmazione del progetto “Protezione Donna”, promosso dal Piano di zona – Ambito S1 e finanziato dalla Regione Campania tra le misure finalizzate a prevenire e contrastare la violenza di genere, in attuazione della legge regionale 2/2011.

L’evento, ideato ed organizzato dall’associazione “Apeiron” di Scafati, si è tenuto nella sala conferenza del Centro Antiviolenza di via Incoronati ad Angri.

“Ordine di protezione contro gli abusi familiari”: è stato questo il tema del focus di approfondimento sulle tematiche della violenza di genere, arricchito dall’incisivo intervento dell’avvocato Angela Mincone, esperta di diritto di famiglia, impegnata in prima linea, da oltre dieci anni, in difesa delle donne che subiscono abusi e violenze nel contesto familiare. L’avvocato Mincone ha, in particolare, focalizzato l’attenzione su tutto ciò che una donna, vittima di violenze in famiglia, può fare per tutelare se stessa ed i suoi figli prima di denunciare.

Hanno partecipato all’incontro amministratori pubblici ed operatori dei servizi sociali comunali, ai quali era riservato il seminario.

 

“E’ stato – spiega Maddalena Di Somma, coordinatrice del progetto e dirigente del Piano di zona Ambito S1chiaro ed incisivo l’appello lanciato dall’avvocato Mincone, che ha sottolineato l’importanza del lavoro di coloro che operano per garantire supporto a chi subisce violenza, focalizzando in particolare l’attenzione su tutto ciò che una donna vittima di abusi in ambito familiare può fare per tutelare se stessa ed i propri figli prima di denunciare. Sono, purtroppo, tante le donne vittime di violenze in famiglia che si sono finora rivolte al nostro Centro Antiviolenza. Donne che, grazie al supporto delle nostre professioniste, hanno iniziato a sperare, a trovare nuova fiducia in se stesse per ricominciare. Proseguiremo il nostro lavoro con lo stesso entusiasmo che abbiamo investito finora, forti dei risultati raccolti fino a questo momento. Il nostro progetto è stato tra i primi a partire in Campania e la Regione, riconoscendone la valenza, ha voluto finanziare il proseguo delle attività del nostro Centro Antiviolenza, che quindi continueranno nei prossimi mesi.” 

Il progetto “Protezione Donna” nasce con l’obiettivo di garantire un’azione di PREVENZIONE, SUPPORTO e AIUTO concreto alle donne vittime di violenza, attraverso l’apertura del Centro antiviolenza di Angri e dei due sportelli satelliti di Sarno e Roccapiemonte. Il progetto punta, inoltre, a promuove la cultura della “non violenza”, mettendo in campo attività mirate di prevenzione e sensibilizzazione rivolte essenzialmente ai giovani (14-18 anni). A tale scopo il gruppo di lavoro, costituito da professioniste esperte e competenti, già impegnate nelle attività del Centro antiviolenza di Angri e degli sportelli collegati, hanno condotto una serie di incontri con gli studenti delle scuole medie inferiori e superiori del territorio, nella consapevolezza che ogni attività di formazione e informazione è intesa come occasione di prevenzione.

Visita il sito www.protezionedonnaambitos1.it dal quale si potrà scaricare l’app gratuita per essere costantemente informati sulle attività e sulle iniziative del progetto.

“Protezione Donna” è anche su facebook (Protezionedonnaambitos1) e su twitter (@protezionedonnaambitos1).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here