Givova Scafati sconfitta a Trento.

CartolibreriaShop.it acquista online tutti i prodotti per la scuola e per l'ufficio. Zaini, astucci, colori, penne, quaderni, raccoglitori, evidenziatori, Stabilo, Legami Milano, Eastpack, Invicta, Pool Over, Panini, Seven
Laurea online presso l'Università telematica Unicusano Salerno sede di esame
Università telematica Unicusano presso il learning center di Pagani sede di esame
Deposito bagagli e valigie a Salerno a 200 metri dalla stazione di Salerno. Prenota il ritiro dei tuoi bagagli con SalernoBagagli.com
Caliani, atelier di abiti da sposa e sposo a Salerno ed Avellino, Jesus Peiro, Nicole Milano, Thomas Pina, Tombolini

Gioielleria Juliano a Salerno, scegli il regalo perfetto per te o per chi ami tra i gioielli di Giovanni Raspini, Mirko Visconti, Marcello Pane, Donna Oro, gli orologi Philip Watch, Seiko
Salerno Immobiliare è un’agenzia immobiliare che fornisce supporto e strumenti ai clienti in cerca di immobili in affitto e in vendita
Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella gestione dei social network come Facebook, Instagram, Linkedin
MarketIervolino.it il negozio online di intimo donna e uomo, biancheria per la casa, prodotti per l'infanzia

Non è stata solo la sfortuna questa volta a fermare la Givova Scafati. Nonostante l’ennesimo ottimo piglio con cui ha affrontato in trasferta uno dei team più competitivi della massima categoria italiana, la compagine dell’Agro si è macchiata di qualche errore di troppo su entrambi i lati del campo, che hanno poi pregiudicato l’esito finale del match, terminato ad appannaggio della Dolomiti Energia Trento, con il punteggio di 75-68.

Ancora senza Henry (che non si è completamente ripreso dall’infortunio muscolare che lo ha costretto a restare fuori anche nel precedente turno di campionato), gli uomini di patron Longobardi non sono apparsi dinamici, lucidi e determinati come nelle precedenti occasioni, soprattutto nei momenti caldi e decisivi della sfida, in cui gli avversari hanno avuto il merito di essere stati più precisi e tonici. La giornata storta di Pinkins e quella così così di Thompson ha permesso agli avversari di vincere la battaglia sotto le plance (41 rimbalzi contro 33) e di imporsi anche grazie ad una buona mano dall’arco dei 6 metri e 75 centimetri (42,9% contro 31,3%).

LA PARTITA

Tranne il primo canestro della contesa ad opera di Lamb, i primi minuti sono tutti di marca locale (6-2 al 3′). Alle buone giocate di Graziulis e Atkins, la Givova risponde con Lamb e Thompson, raggiungendo la perfetta parità al 6’ (10-10). Inizia poi la girandola delle sostituzioni, sia da una parte che dall’altra. La sfida diventa un botta e risposta tra Monaldi e Forray, che coincide con la perfetta parità 18-18 al termine della prima frazione di gioco.

Gli italiani di Scafati si confermano lucidi e ispirati (18-22 al 12’). Graziulis, Crawford e soci non impiegano molto però a prendere le giuste contromisure e a piazzare il break di 10-0 che ribalta il punteggio (28-22 al 15’). Capitan Rossato fa del suo meglio per tenere a galla i suoi e supplire agli errori in fase conclusiva dei compagni statunitensi (31-28 al 17’). L’ingresso di Udom si rivela prezioso per coach Molin (39-33 al 19’), ma i viaggianti tengono duro e vanno al riposo sotto 41-39.

Il secondo tempo inizia con le difese che dominano sui rispettivi attacchi e nessuno dei due quintetti che riesce a dominare l’altro (41-41 al 23’). Prova ad alzare la voce la Givova (41-45 al 24’), ma la Dolomiti Energia (bene Flaccadori) risponde con la stessa moneta (45-45 al 25’). Cresce la prolificità dei due quintetti e con essa anche la spettacolarità di una sfida che però continua a non avere un padrone (56-55 alla fine del terzo quarto).

La tripla di Udom in avvio di quarta frazione, unita ai successivi errori dei gialloblù, lasciano temere il peggio (59-55 al 32’). Poi però sale in cattedra Logan, che da solo riporta avanti i suoi (59-61 al 33’). L’intensità ed il ritmo del gioco aumentano con il trascorrere dei minuti. Ne viene fuori una sfida vibrante e divertente, ma anche fisica e nervosa, nella quale nessuna delle due compagini riesce a prevalere sull’altra (67-65 al 28’). Le scelte di tiro delle ultime azioni si rivelano decisive e quelle dei bianconeri sicuramente più convincenti. Il ricorso al fallo sistematico serve solo a Trento per ampliare il distacco con cui si aggiudica la sfida, terminata 75-68.

LE DICHIARAZIONI

Il capo allenatore Alessandro Rossi: «Faccio i complimenti a Trento per l’energia messa in campo soprattutto nei momenti decisivi della partita. Io sono molto dispiaciuto, perché ci siamo macchiati di errori di lucidità, abbiamo perso troppi possessi e la partita nel finale ci è sfuggita di mano. Torniamo a casa senza essere riusciti ancora a sbloccarci in trasferta. Il nostro primo tempo non è stato affatto eccezionale, soprattutto per esecuzione offensiva e controllo dell’area in difesa, nella quale siamo invece migliorati nel secondo tempo, mentre in attacco siamo andati un po’ a folate. Abbiamo perso decisamente troppe palle. Ora dobbiamo rientrare a casa arrabbiatissimi, perché, al di là del valore dell’avversario, per la seconda volta siamo andati vicini alla vittoria in trasferta, ma ne usciamo a mani vuote. Calo fisico? No, parlerei piuttosto di meriti della difesa di Trento e di nostra incapacità a concretizzare certi vantaggi, perché abbiamo fatto pochi canestri anche con giocatori che per noi sono importanti».

I TABELLINI

DOLOMITI ENERGIA TRENTO 75 – 68 GIVOVA SCAFATI

DOLOMITI ENERGIA TRENTO: Conti 2, Spagnolo 7, Forray 13, Flaccadori 18, Udom 6, Crawford 7, Graziulis 9, Atkins 13, Calamita n. e., Lockett. Allenatore: Molin Emanuele. Assistenti Allenatori: Dusmet Davide, Bongi Fabio.

GIVOVA SCAFATI: Stone 9, Lamb 13, Thompson 9, Pinkins, De Laurentiis, Landi 2, Rossato 14, Monaldi 6, Ikangi 2, Logan 13. Allenatore: Rossi Alessandro. Assistenti Allenatori: Nanni Francesco, Mollica Francesco.

ARBITRI: Paternicò Carmelo di Piazza Armerina (En), Bartoli Mark di Trieste, Valleriani Daniele di Ferentino (Ts).

NOTE: Parziali: 18-18; 23-21; 15-16; 19-13. Falli: Trento 17; Scafati 22. Usciti per cinque falli: nessuno. Tiri dal campo: Trento 25/60 (41,7%); Scafati 26/65 (40,0%). Tiri da due: Trento 16/39 (41,0%); Scafati 16/33 (48,5%). Tiri da tre: Trento 9/21 (42,9%); Scafati 10/32 (31,3%). Tiri liberi: Trento 16/20 (80,0%); Scafati 6/6 (100%). Rimbalzi: Trento 41 (14 off.; 27 dif.); Scafati 33 (11 off.; 22 dif.). Assist: Trento 9; Scafati 12. Palle perse: Trento 14; Scafati 14. Palle recuperate: Trento 9; Scafati 8. Stoppate: Trento 5; Scafati 2.