Giffoni 2022, ritorno ai grandi numeri, oltre 5.000 giurati.

Targago è il nuovo servizio di Autostrade per l’Italia, potrai pagare i pedaggi sulla Tangenziale di Napoli tramite lettura della targa, passando nell’apposita corsia gialla al casello.
Studio di dermatologia e medicina estetica della dottoressa Alessia Maiorino a Salerno
Targago è il nuovo servizio di Autostrade per l’Italia, potrai pagare i pedaggi sulla Tangenziale di Napoli tramite lettura della targa, passando nell’apposita corsia gialla al casello.
Dopo il successo del 2023 Vittoria Assicurazioni, in occasione del Torneo Italiano di Beach Rugby, torna sulle spiagge d’Italia con il Vittoria for Women Tour con Federazione Italiana Rugby e Specchio dei tempi. In ogni tappa sarà possibile sostenere la lotta contro i tumori femminili con una donazione, fare una visita senologica gratuita e divertirsi al Vittoria Village.

Giffoni torna ai grandi numeri che hanno caratterizzato la sua storia e si prepara ad accogliere gli artisti più amati dai giovani e non solo. Dal 21 al 30 luglio saranno oltre 5000 i giurati presenti a Giffoni, divisi nelle categorie Elements +3, +6, +10 e Generator+13, +16 e +18. A questi vanno aggiunti i 200 ragazzi selezionati per Impact!, i genitori ai quali è dedicata la sezione Parental Experience e il cinema del reale di Gex Doc. Oltre che dall’Italia, i juror arriveranno da: Stati Uniti d’America, Georgia, Austria, Albania, Belgio, Bulgaria, Croazia, Danimarca, Francia, Germania, Grecia, Regno Unito, Macedonia del Nord, Polonia, Repubblica Ceca, Romania, Serbia, Slovenia, Spagna, Svizzera, Ungheria, Iran e Qatar.

LE NOVITÀ . Saranno oltre 250 i talenti ospiti a #Giffoni2022. Tornano in presenza i registi dei film in concorso insieme agli ospiti internazionali, pronti a confrontarsi con i ragazzi. Tante le novità relative ai talent, a partire da una presenza femminile sempre più significativa: attrici, registe, influencer, opinion leader rappresenteranno con la loro energia la leva del cambiamento. Ancora più spazio sarà dato ai giovani professionisti del cinema e dell’audiovisivo, con il coinvolgimento di tantissimi under 30, testimoni di un settore che sa e vuole rinnovarsi. Tra loro, una nutrita rappresentanza di operatori del cinema made in Campania che, dopo aver trasformato la regione in una fucina di creatività e di innovazione, è riuscita a farsi conoscere oltre i confini nazionali. Tra i ritorni più attesi il progetto Vivo Giffoni – Street Fest: artisti di strada, musicisti e danzatori animeranno le strade nel segno di una grande e coloratissima festa. E ancora, il Village, altro luogo di incontro aperto a tutti, con giochi e laboratori creativi. Senza dimenticare la musica, ben 10 i live gratuiti con i nomi più interessanti della scena italiana.

IL TEMA E L’IMMAGINE. Il tema di quest’anno sarà Invisibili a cui è dedicata la nuova immagine di Giffoni, realizzata da Laura Pagliaro. La giovane artista campana, classe 1998, dopo essersi diplomata all’Accademia delle Belle Arti di Napoli, è stata scelta per la realizzazione della graphic novel che Giffoni sta pubblicando, ogni mese, per celebrare i 130 anni de Il Mattino. Un successo notevole, tanto da affidarle anche la realizzazione dell’immagine ufficiale del festival 2022, cogliendo con grazia e poesia, un tema non facile da comunicare.

Un cielo sconfinato, una luce di stelle che nasce sulla Terra e rimanda al legame misterioso tra vite distanti, rende visibili legami invisibili, rivela la presenza di chi spesso resta nell’ombra. I protagonisti di questa immagine sono passanti, individui solo apparentemente anonimi ma che, se osservati attentamente, svelano simboli e suggestioni. Hanno tra le mani la grandezza di un sogno, polvere luminosa, una visione e promessa di bellezza. La composizione dell’immagine quasi suggerisce a chi osserva di entrare e far parte della scena. Esalta l’occasione, per esistenze e storie invisibili, di rivelarsi in tutta la loro straordinarietà.

“Nel futuro non ci saranno strade da percorrere se non quella di portare avanti, con serietà e determinazione, una vera e propria rivoluzione: quella degli invisibili – spiega il direttore generale di Giffoni, Jacopo Gubitosi – oggi ci sono milioni di ragazzi che lasciano la scuola, vittime di quella povertà educativa di cui nessuno parla. Ci sono i rifugiati e quelli che lottano per affermare le proprie idee. Ci sono i ragazzi che percepiscono la propria unicità come un disvalore e gli atipici che non comprendono il mondo e che il mondo sembra non comprendere. E ancora le donne e gli uomini che, nel loro quotidiano, sono capaci di imprese straordinarie anche se la società sembra non accorgersene. Questi e tanti altri sono gli invisibili e #Giffoni2022 sarà il loro spazio ideale”.