Emergenza sicurezza a San Marzano sul Sarno, interrogazione di Cirielli (FdI): “Lamorgese deve intervenire”.

0
888
Edmondo Cirielli di FDI-AN, durante le dichiarazioni di voto, per la fiducia chiesta dal governo sul dl del processo civile, a Montecitorio, Roma, 4 novembre 2014. ANSA / MAURIZIO BRAMBATTI

“Il Governo continua a snobbare la grave situazione di emergenza sicurezza nel comune di San Marzano sul Sarno, in provincia di Salerno. Per questo ho presentato una nuova interrogazione (la prima risale al 12 novembre 2020) al Ministro dell’Interno Luciana Lamorges, che finora, nonostante le sollecitazioni, ha continuato a tacere manifestando totale disinteresse verso i cittadini che vivono nella comunità dell’Agro nocerino sarnese”.

Lo annuncia, in una nota, il Questore della Camera e deputato salernitano di Fratelli d’Italia Edmondo Cirielli: “Nel corso di questi mesi la percezione di insicurezza e di abbandono da parte della popolazione non è cambiata. Anzi, altri due episodi di cronaca hanno sconvolto e intimorito ulteriormente i cittadini marzanesi: il primo riguarda una violenta rissa tra gruppi di extracomunitari verificatasi nel centro cittadino; il secondo, invece, è un tentativo di violenza sessuale nei confronti di una minorenne presa di mira da un giovane nordafricano. E’ evidente, dunque, che il perdurare dello stato di degrado e di pericolo in cui riversa il comune di San Marzano sul Sarno è una questione non più procrastinabile. Occorre potenziare subito i locali presidi delle Forze dell’ordine per arginare episodi di violenza e criminalità, spesso messi in atto da extracomunitari, e garantire l’incolumità e la sicurezza dei cittadini. Mi auguro che, questa volta, il ministro Lamorgese si degni di dare rapidamente quelle risposte che i marzanesi aspettano da troppo tempo. Nell’attesa, sarebbe auspicabile un diretto interessamento da parte di Prefetto e Questore di Salerno per iniziare a delineare strategie efficaci e incisive con l’obiettivo di evitare che episodi del genere si verifichino in futuro” conclude Cirielli.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here