Salerno Danza Festival: giovedì 11 Virgilio Sieni al Teatro Kamaraton di Camerota

Dopo il successo del 2023 Vittoria Assicurazioni, in occasione del Torneo Italiano di Beach Rugby, torna sulle spiagge d’Italia con il Vittoria for Women Tour con Federazione Italiana Rugby e Specchio dei tempi. In ogni tappa sarà possibile sostenere la lotta contro i tumori femminili con una donazione, fare una visita senologica gratuita e divertirsi al Vittoria Village.
Targago è il nuovo servizio di Autostrade per l’Italia, potrai pagare i pedaggi sulla Tangenziale di Napoli tramite lettura della targa, passando nell’apposita corsia gialla al casello.
Targago è il nuovo servizio di Autostrade per l’Italia, potrai pagare i pedaggi sulla Tangenziale di Napoli tramite lettura della targa, passando nell’apposita corsia gialla al casello.
Studio di dermatologia e medicina estetica della dottoressa Alessia Maiorino a Salerno

Nuovo scenario per Salerno Danza Festival.  L’edizione 2024, ideata dal CDTM – Circuito Campano della Danza, realizzata con il riconoscimento del MiC e il sostegno di Regione Campania, dopo il Parco Archeologico di Pontecagnano e il Giardino degli Ulivi di Ascea, si sposta al Teatro Kamaraton di Marina di Camerota.

Realizzato nel 1997 è unico nel suo genere: interamente costruito con fossili di selce, il teatro richiama nel nome il mito della ninfa Kamaraton, della quale si era innamorato Palinuro, nocchiere di Enea.

Qui, giovedì 11 luglio, la rassegna ospita la Compagnia fiorentina Virgilio Sieni, maestro di gesti e di senso, con una nuova produzione, “Satiri”. In scena due danzatori, Jari Boldrini e Maurizio Giunti, accompagnati dalla musica di Johann Sebastian Bach eseguita dal vivo al violoncello da Naomi Berrill. Danze sulla soglia segnano lo spazio, forme di intesa e empatia che esplodono tra dionisiaco e apollineo.

Lo studio del movimento sottrae al quotidiano quelle posture che poi tornano sotto forma di un’altra lingua, non forma in movimento ma corpo che si confonde tra lontananza e vicinanza.

«Può darsi che siamo stati raggiunti dall’insegnamento del gesto che irrorandosi con lentezza nel corpo lo forgia senza mai appropriarsene. Questo porsi sulla soglia, che potrebbe sembrare anche un rimbalzo quale restituzione di una cosa solo poco tempo prima sconosciuta, penso si possa definire, o accostare, al senso del gesto poetico», spiega il coreografo Sieni nel raccontare questa nuova performance che segna lo spazio della materia inebriante per parlare con il corpo. Ancora una volta la danza si presta a laboratorio della vita, affronta azioni disperate, titaniche, si pone sulla soglia con atteggiamento vigile, mantico, divinatorio.

INFO UTILI Lo spettacolo avrà inizio alle 21.15. Per informazioni e prenotazioni: www.salernodanzafestival.net.