Wi-fi pubblico a Salerno: come proteggere la privacy

0
589

Wi-Fi pubblico a Salerno: come navigare in sicurezza

Con quasi 135.000 abitanti e oltre 120.000 imprese (dati della Camera di Commercio), Salerno è una delle città campane più vibranti e dal tessuto imprenditoriale solido.

La bella Salerno, cittadina costiera della Campania, ha fatto grandi passi avanti nella copertura della rete wi-fi in città. Non soltanto gli hot spot previsti dal comune, che rendono possibile la navigazione gratuita in molti punti del centro, ma anche le reti wi-fi di hotel, bar ed esercizi commerciali.

La digitalizzazione crescente e le attività svolte sempre più frequentemente da remoto hanno spinto molti enti pubblici ed esercenti ad offrire il wi-fi gratuito presso le proprie attività.

La rete wi-fi dell’Università di Salerno

Salerno è un’importante città universitaria: con più di 35.0000 studenti, l’università ha predisposto un servizio di wi-fi in tutte le aree universitarie, dedicato non soltanto agli studenti ma anche ai docenti e ai ricercatori, così come al personale e agli ospiti aderenti alla federazione Eduroam.

La rete wi-fi è disponibile nei campus universitari di Baronissi e di Fisciano, oltre che nelle residenze universitarie e presso l’ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona.

La rete wi-fi del comune di Salerno

Il comune di Salerno ha previsto la copertura della gran parte del territorio comunale, dal centro alla zona industriale. Nello specifico, le aree coperte o di prossima copertura riguardano il Parco del Mercatello, la Villa Comunale e Palazzo di Città (Salone di Marmi, Sala del Gonfalone, Sala Giunta, Teatro Augusteo).

Per accedere a queste rete è sufficiente attivare la connessione wi-fi del proprio dispositivo (smartphone, tablet, PC) e accedere alla rete ComuneSalernoWireless. Per iniziare a navigare gratuitamente è necessario registrarsi alla pagina del comune indicando i propri dati anagrafici e di residenza.

Oltre alla rete wi-fi comunale, sono previste wi fi gratuite al porto e alla stazione ferroviaria della città.

Locali con Wi-fi gratuito a Salerno: dove trovarli

Salerno ospita molti bar e locali in centro, nella zona della movida, che offrono il wi-fi gratuito. Anche in questo caso basta connettersi alla rete, chiedendo la password al gestore del locale: molti bar mettono a disposizione apposite aree per la navigazione, con possibilità di ricaricare e di collegare i dispositivi. Il wi- fi è disponibile anche negli hotel, in molti ristoranti, in centri culturali e nelle librerie della città.

Proteggere la privacy con il wi-fi pubblico grazie alla VPN

Tra le tecnologie più efficaci di protezione della privacy quando si utilizza una rete wi fi pubblici c’è la VPN, Rete Privata virtual;  si tratta di una connessione che rende la navigazione completamente anonima e che rende tutti i dati crittografati, proteggendoli da eventuali hacker.

Installando tramite l’apposita app una VPN sui propri dispositivi mobili, tutti i dati inviati da questi durante una connessione ad un wi fi pubblico diventano illeggibili per le terze parti, rendendo impossibile l’intercettazione e il conseguente furto di dati.

Esistono molti servizi di VPN, non soltanto gratis, ma anche a pagamento, che con un costo mensile decisamente conveniente offrono una protezione completa e compatibile con i vari sistemi operativi.

Tra le più utilizzate vi è SurfShark. Questa VPN ottiene ottime recensioni grazie al fatto che è affidabile e semplice da installare, e si può utilizzare anche in mobilità, per navigare da una rete wi fi pubblica: dopo aver scaricato la app, per iniziare a usarla e proteggere la privacy basta connettersi al server VPN Surfshark.

Come proteggere la privacy con il wi-fi pubblico? le regole base

Se non si dispone di una VPN, navigare gratis con il wi-fi può comportare dei rischi, che non dipendono dal gestore ma dall’insicurezza intrinseca delle reti wi fi pubbliche. Aldilà della rete a cui ci si connette, è fondamentale osservare alcune regole di sicurezza per evitare furti di dati e attacchi di hacker.

Vi sono alcuni comportamenti che aumentano la sicurezza: tra questi, evitare di accedere a siti che memorizzano le informazioni sensibili, come l’Internet banking e i siti riservati, ad esempio quelli aziendali, e verificare che la connessione al sito sia sicura guardando l’indirizzo del sito.

In particolare, assicurarsi che la pagina che si sta visitando inizi con https e non con http. Si consiglia poi di evitare di trasferire dei file, e, se si leggono i messaggi di posta elettronica, verificare sempre che sulla propria app di posta sia abilitato il protocollo SSL, che rende la navigazione più sicura.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here