La crisi sanitaria nelle Frazioni Collinari di Salerno

Le frazioni collinari di Salerno, tra cui Ogliara, Sant’Angelo, Rufoli e Sordina, si trovano di fronte a una situazione critica in termini di assistenza sanitaria.
Caliani, atelier di abiti da sposa e sposo a Salerno ed Avellino, Jesus Peiro, Nicole Milano, Thomas Pina, Tombolini

MarketIervolino.it il negozio online di intimo donna e uomo, biancheria per la casa, prodotti per l'infanzia
Deposito bagagli e valigie a Salerno a 200 metri dalla stazione di Salerno. Prenota il ritiro dei tuoi bagagli con SalernoBagagli.com
Ecommerce di successo è un programma di Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella consulenza e nella realizzazione di siti web di commercio elettronico integrate con Amazon, Ebay e i migliori marketplace
Università telematica Unicusano presso il learning center di Pagani sede di esame
Salerno Immobiliare è un’agenzia immobiliare che fornisce supporto e strumenti ai clienti in cerca di immobili in affitto e in vendita
Gioielleria Juliano a Salerno, scegli il regalo perfetto per te o per chi ami tra i gioielli di Giovanni Raspini, Mirko Visconti, Marcello Pane, Donna Oro, gli orologi Philip Watch, Seiko
CartolibreriaShop.it acquista online tutti i prodotti per la scuola e per l'ufficio. Zaini, astucci, colori, penne, quaderni, raccoglitori, evidenziatori, Stabilo, Legami Milano, Eastpack, Invicta, Pool Over, Panini, Seven
Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella gestione dei social network come Facebook, Instagram, Linkedin

Le frazioni collinari di Salerno, tra cui Ogliara, Sant’Angelo, Rufoli e Sordina, si trovano di fronte a una situazione critica in termini di assistenza sanitaria. A partire dal 24 novembre, queste comunità rischiano di rimanere senza un medico di base a causa del pensionamento di uno dei due dottori attualmente in servizio. L’altro medico non può accogliere nuovi pazienti, avendo già raggiunto il limite massimo consentito dalla legge.

Questa situazione ha generato una profonda preoccupazione tra i residenti, molti dei quali sono anziani e fragili. Circa 1400 pazienti si trovano senza un medico di riferimento, e circa 300 hanno già dovuto cercare alternative. La necessità di rinnovare i piani terapeutici e la difficoltà di spostamento, soprattutto per gli anziani che dipendono dai mezzi pubblici, aggravano ulteriormente la situazione.

Nonostante alcuni tentativi di trovare una soluzione, come la proposta di coprire le spese di affitto per due medici di famiglia, non si è ancora arrivati a una soluzione concreta. La possibilità di un sostituto che arrivi in febbraio rimane incerta, e i cittadini sollecitano un intervento da parte dell’ASL per garantire i diritti dei pazienti e la continuità dell’assistenza sanitaria.

Questo scenario mette in luce le sfide del sistema sanitario nelle aree meno centrali e la necessità di un approccio più equo e sostenibile per garantire l’accesso alle cure mediche a tutti i cittadini, indipendentemente dalla loro ubicazione geografica.