Premio Internazionale Arte e Cultura a Palazzo Genovese da sabato 18 a domenica 26.

0
3
Atelier Caliani abiti da sposa a Salerno Jesus Peiro Nicole Milano Nicole Couture

L’Accademia Internazionale Arte e Cultura di Belle Arti, Lettere e Scienze “Michelangelo Angrisani” presenta una settimana di eventi per la XXVI Edizione del Premio Internazionale “ARTE E CULTURA” 2022, Concorso Internazionale di Pittura, Grafica, Scultura, Fotografia, Poesia, Narrativa, Baby Artisti e Giovani Poeti.

Un evento di Arte e Cultura nel cuore di Salerno. L’inaugurazione avrà luogo domenica 19 giugno alle 18,00, ma le opere partecipanti saranno visitabili da sabato 18.

Una mostra, un premio letterario e artistico, due presentazioni di libri ed esibizioni di artisti è ciò che ci aspetta a Palazzo Genovese, in via Largo Campo, dal 18 al 26 giugno, grazie alla manifestazione messa in campo dall’Accademia Internazionale Arte e Cultura “Michelangelo Angrisani”.

A spiegarlo è il fondatore e presidente dell’ente culturale che prende da lui il nome. «Sono soddisfatto e soprattutto grato per la location che il Comune di Salerno ha messo a disposizione dell’Accademia, in un luogo ad alta valenza culturale e turistica nel centro storico di una città meravigliosa– ha spiegato il M° Angrisani -. Dopo anni di presenza a Cava de’ Tirreni, questa volta il Premio Internazionale “ARTE E CULTURA” 2022, Concorso Internazionale di Pittura, Grafica, Scultura, Fotografia, Poesia, Narrativa, Baby Artisti e Giovani Poeti, giunto alla XXVI edizione, incontra un pubblico nuovo. Da tutto il mondo anche quest’anno stanno arrivando partecipazioni e opere che saranno esposte per tutta la settimana fino alla premiazione di domenica 26 giugno. Oltre alle opere provenienti dal territorio nazionale, infatti, avremo quelle giunte da Spagna, Romania, Israele, Tunisia e Macedonia. E anche le opere letterarie avranno, come sempre, il loro spazio; per queste la premiazione delle vincitrici avrà luogo sabato 25 giugno».

A portare i loro saluti nell’ambito della manifestazione saranno: l’assessore alla Cultura del Comune di Salerno Ermanno Guerra; l’arcivescovo di Amalfi – Cava de’ Tirreni, S.E. mons.Orazio Soricelli; per il Comune Cava de’ Tirreni a intervenire saranno l’assessore alla Cultura Armando Lamberti e l’assessore all’Istruzione Lorena Iuliano, Elena Ostrica, presidente del Centro Artisti Salernitani, Paola La Valle, giornalista e scrittrice, Fabio Dainotti, poeta e critico letterario. Conduce Franco Bruno Vitolo, giornalista e critico letterario. È prevista anche la partecipazione dell’attore e ambasciatore del sorriso Angelo Iannelli, in arte Pulcinella, della psicologa e presentatrice televisiva Edda Cioffi e del pianista Ernesto Tortorella.

Ma alla kermesse artistico letteraria l’Accademia, come sempre, affianca anche esibizioni di attori e musicisti famosi e incontri con autori affermati che presentano le loro opere. E quest’anno sono due gli appuntamenti in programma.

LA PRIMA PRESENTAZIONE – Il primo domenica 19 giugno, durante l’evento di inaugurazione del Premio, che inizierà alle 18,00, vedrà la giornalista e scrittrice Eleonora Davide presentare al pubblico il suo ultimo romanzo: Dominus, il codice del destino. A parlare del libro saranno il critico letterario Franco Bruno Vitolo e la curatrice editoriale Giovanna della Bella, mentre all’attore Paolo De Vito saranno affidate le letture di alcuni brani tratti dal romanzo.

LA TRAMA – A.D. 1116. Tempi duri per la Chiesa. Cesare e Dio sarebbero potuti tornare al proprio posto ma, purtroppo, la guerra per le investiture non finirà presto. Il Normanno, signore di Monte Forte, fa sua la causa del papa, mentre un misterioso manoscritto getta l’ombra minacciosa di una maledizione sul Castello. Solo il prescelto potrà risolvere l’antico mistero e compiere un’azione che cambierà per sempre la Storia.  Il secondo episodio della Saga del Normanno si apre nel monastero benedettino femminile di S.S. Salvatore del Goleto molti anni dopo…

LA SECONDA PRESENTAZIONE – Il secondo appuntamento avrà luogo sabato 25 giugno alle 18,00, in occasione della premiazione dei vincitori del concorso letterario. A presentare il suo romanzo Quanti figli hai? Quando l’attesa di un bebè dura più di nove mesi di Livia Carandente. A presentare il romanzo sarà Antonella Cicale, medico e poetessa.

LA TRAMA – Una lettura intrisa di ironia, una storia tutta al femminile sul tema della ricerca dei figli che, talvolta, tardano ad arrivare. Sotto i riflettori una donna felice, amata e in carriera, la cui serenità comincia a scricchiolare quando nella sua vita compaiono, in numero esponenziale, pancioni, fiocchi e coccarde di benvenuto, nonché le domande indiscrete di amici, parenti e vicini di casa. La protagonista del romanzo si interroga sul senso del dolore di una mancata maternità, in un groviglio di contraddizioni, risate, lacrime e stupore…

 

L’ACCADEMIA –  L’Accademia “Arte e Cultura”, fondata e costituita dal Maestro Michelangelo Angrisani, libera Istituzione SocioCulturale; apartitica e apolitica; ossequiente alle Leggi dello Stato (art. 4/9/18 e 33) della Costituzione della Repubblica Italiana e senza scopi di lucro; sorta allo scopo di contribuire al progresso delle Belle Arti, delle Lettere e delle Scienze, affinché possa essere occasione di incontri, dibattiti e confronti di idee fra Artisti, Letterati, Saggisti, Scienziati e Pubblico, l’Accademia “Arte e Cultura”.

Promuove lo sviluppo delle idee, degli studi e delle ricerche dei suoi accademici; favorisce scambi culturali; sollecita e asseconda ogni utile iniziativa, rivolta allo sviluppo e al miglioramento della cultura in generale; organizza mostre e rassegne, promuove convegni, incontri, dibattiti e conferenze; si propone di incrementare la ricerca e gli studi di ogni disciplina e di ogni grado su tutto lo scibile.

Raccoglie intorno a sé i migliori ingegni italiani ed esteri, soprattutto i giovani, orientandoli al fine di capire le personali inclinazioni verso il lavoro e indirizzandoli verso le scelte più opportune nell’arco del processo di formazione. Intende divulgare metodi educativi, diffondere le materie e le scienze moderne, incoraggiare le avanguardie artistico – culturali, compiere attività socio-culturali a livello nazionale e internazionale; aiutare enti e privati sotto forma di partnership, che perseguono finalità umanitarie, artistiche e sociali, al fine di realizzare progetti di cooperazione sociale sul territorio e nei paesi in via di sviluppo. L’Accademia si propone inoltre di valorizzare i beni culturali di tutto il territorio nazionale attraverso interventi di ricerca e gestione degli immobili, divulgazione, restauro e conservazione.

Presso la sede dell’Accademia si trova l’archivio di tutta la documentazione relativa all’istituzione stessa, agli accademici e alle loro attività, che può essere trasferita altrove dal presidente generale, che ha pure la facoltà di erigere delegazioni dell’Accademia nelle località ritenute opportune, sia in Italia che all’Estero.

Attualmente l’Accademia dispone delle seguenti delegazioni: Nazionali: Romania, Spagna, Croazia, Israele, Brasile, Belgio, Algeria e Tunisia; Regionali: Campania, Piemonte, Toscana, Calabria, Basilicata e Lazio; Provinciali; Napoli, Avellino, Campobasso, Bucarest Romania, Latina e Suceava (Romania); Settoriali: Penisola Sorrentina (Na), Comune di Aprilia (Lt), Comune di Pontinia (Lt), Latina Scalo (Lt), Cava de’ Tirreni (Sa).

Orari mostra

Feriali: 18,00-21,00

Festivi e prefestivi: 9,00-13,00/17,30-21,00

 

Ingresso libero

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here