- pubblicità -
Home Cultura e Società Associazionismo “L’importanza dell’attività fisica dalla vita intrauterina alla terza età”. I consigli del...

“L’importanza dell’attività fisica dalla vita intrauterina alla terza età”. I consigli del professor Salvatore Gatto al “Rotary Club Salerno”

- pubblicità -
Targago è il nuovo servizio di Autostrade per l’Italia, potrai pagare i pedaggi sulla Tangenziale di Napoli tramite lettura della targa, passando nell’apposita corsia gialla al casello.

“Il 45% della popolazione europea non pratica attività fisica e ciò influisce sulla salute dell’essere umano, sulle morti premature e anche sulla spesa sanitaria. Se venisse fatta, ai livelli minimi raccomandati, entro il 2050 si avrebbero 11,5 milioni di malattie non trasmissibili in meno. Se venisse fatta per 300 minuti alla settimana, come raccomandato, si eviterebbero addirittura 16 milioni di malattie: 3,8 milioni di malattie cardiovascolari; 3,5 milioni di pazienti in meno con depressione; un milione in meno di pazienti con diabete e 400mila casi di tumori in meno. Il movimento è salute!”. A spiegare l’importanza di praticare un’attività fisica, anche se moderata, è stato il professor Salvatore Gatto, già Professore Ordinario di Ortopedia e Traumatologia presso l’Università di Napoli e di Salerno, già Primario del Reparto di Ortopedia dell’Azienda Universitaria Ospedaliera Ruggi di Salerno, attualmente Docente a contratto del Dipartimento di Medicina, Chirurgia e Odontoiatria “Scuola Medica Salernitana” presso la Scuola di Specializzazione di Ortopedia e Traumatologia e del  Dipartimento di Scienze Umane, Filosofiche e della Formazione, dove insegna Traumatologia dello Sport, nel corso della conviviale rotariana intitolata “Movimento e Salute: l’importanza dell’attività fisica dalla vita intrauterina alla terza età” organizzata al “Circolo Canottieri Irno” di Salerno dal “Rotary Club Salerno”, presieduto dall’architetto Umberto Maria Cioffi, che ha ricordato le sette aree d’intervento del  Rotary:” Tra esse  vi è anche quella della prevenzione delle malattie e del benessere fisico e mentale. Tanti sono i progetti avviati dal Rotary nel campo della sanità in tutto il mondo”.

- pubblicità -

Il professor Gatto, socio del Club rotariano,  ha spiegato che il muscolo è un organo a secrezione interna che, durante la contrazione  muscolare, secerne ormoni, miochine,  che sono proteine che hanno tutti, ma sono più presenti in chi pratica un’attività fisica, e che regolano la funzione di vari organi:” Fino ad ora ne sconosciamo 654: agiscono sul cuore e sui vasi sanguigni e riducono il numero d’infarti e di ictus;  sul cervello: aumentano il numero di  cellule cerebrali, migliorano le capacità cognitive e l’intelligenza. È importante che pratichino l’attività fisica i malati di Alzheimer, di Parkinson e chi ha altre patologie neurovegetative per rallentare il declino cognitivo. L’attività fisica ha effetti positivi sulle ossa, sullo scheletro: previene l’osteoporosi; agisce   sui muscoli, sul sistema immunitario, riduce l’invecchiamento della pelle; agisce sul pancreas, sul fegato, sull’intestino, sul tessuto gastroaddominale”. Gatto ha spiegato che l’attività fisica agisce anche sul metabolismo:” Fa bene agli obesi e ai diabetici: le miochine, prodotte dall’azione muscolare, agiscono sul cervello riducendo l’appetito nelle persone; aumentano la secrezione di insulina da parte del pancreas. Migliorano la funzione vascolare e il microbiota intestinale”.  Gatto ha spiegato che l’attività fisica è importante nella prevenzione e cura di tantissime patologie: “Per alcune di esse, è considerata una terapia al pari di quella dei farmaci e quindi andrebbe prescritta dai medici. Grazie all’attività fisica si possono prevenire alcuni tumori: da evidenze scientifiche si è appurato che c’è una riduzione del 10- 20% dei tumori della mammella, dell’utero, della vescica, del colon, del rene e della prostata e una riduzione del 40- 50% di recidive per il tumore della mammella, del colon e della prostata”.  Gatto ha spiegato che l’attività fisica deve essere praticata sin da quando si è bambini:” La contrazione muscolare produce quelle sostanze ormonali che danno beneficio” e anche dalle madri, già durante la gravidanza:” Produce un ambiente sano nell’utero ed ha effetti benefici cardiovascolari e neurocognitivi sul feto che si mantengono a lungo termine durante la vita extrauterina”.  In età di crescita bisogna continuare a praticare attività fisica:” Fino ad un anno di età il bambino deve muoversi il più possibile. Se non gattonano, i bambini bisogna metterli in posizione prona per 30 minuti al giorno, per incoraggiarli al movimento e per aiutarli a rafforzare i muscoli. Da uno a quattro anni bisogna praticare 180 minuti di attività fisica giornaliera. Dai 5 ai 17 anni è necessario fare 60 minuti di attività fisica aerobica moderata o vigorosa; tre volte a settimana anche rafforzamento muscolare”. Il professor Gatto ha consigliato alle persone anziane di praticare comunque un’attività fisica, anche se moderata:” Camminare a passo veloce, magari in leggera salita; andare in bici. Nelle giornate di pioggia, a casa, si può utilizzare la cyclette o il tapis roulant. Si potrebbe praticare il “Tai Chi” che, con esercizi specifici, aiuta a migliorare l’equilibrio e la stabilità, soprattutto negli anziani”.

Aniello Palumbo

 

 

 

 

- pubblicità -
Università telematica Unicusano presso il learning center di Pagani sede di esame

Caliani, atelier di abiti da sposa e sposo a Salerno ed Avellino, Jesus Peiro, Nicole Milano, Thomas Pina, Tombolini

Funshopping.it acquista on line abbigliamento moda borse orologi smartwatch profumi occhiali notebook e migliaia di prodotti scontati e in offerta speciale

Cartolibreria Pegasus a Salerno, prenotazione libri di testo e libri per le vacanze

Atelier Brancaccio Sposa a Salerno, abiti da sposa e da cerimonia

Sapori Condivisi, il blog dell'enogastronomia italiana

Kynetic realizzazione siti web a Salerno