Salernitana, non basta il cuore, il Napoli espugna l’Arechi

salernitana napoli gol di Raspadori
Targago è il nuovo servizio di Autostrade per l’Italia, potrai pagare i pedaggi sulla Tangenziale di Napoli tramite lettura della targa, passando nell’apposita corsia gialla al casello.
Targago è il nuovo servizio di Autostrade per l’Italia, potrai pagare i pedaggi sulla Tangenziale di Napoli tramite lettura della targa, passando nell’apposita corsia gialla al casello.
Studio di dermatologia e medicina estetica della dottoressa Alessia Maiorino a Salerno

Il Napoli passa 2-0 all’Arechi, grazie a un gol per tempo di Raspadori ed Elmas e si aggiudica il derby campano sulla Salernitana. Un successo importante per gli azzurri che scavalcano l’Atalanta (impegnata alle 18 contro l’Inter) al quarto posto a quota 21. Ai padroni di casa non basta una prova coraggiosa per smuovere la classifica che il vede bloccati all’ultimo posto con solo 4 punti. Troppo forti i campioni d’Italia in carica che sbloccano quasi subito, al 13′, e prendono anche un palo con Politano al 49′, prima di raddoppiare all’82’.

Inizio forte degli ospiti e già al 3′ Kvaratskhelia ci prova con un destro dal limite dell’area che termina largo. Al 6′ azione insistita degli azzurri che liberano al tiro Raspadori di sinistro: Ochoa para con sicurezza. All’8′ rispondono i padroni di casa con un colpo di testa di Pirola con Meret che respinge. Al 13′ sbloccano i campioni d’Italia in carica. Funziona la pressione alta del Napoli, che recupera palla sulla trequarti, Lobotka serve Raspadori, che incrocia il destro e batte Ochoa per il vantaggio degli azzurri.

La Salernitana protesta per la posizione di fuorigioco di Olivera in partenza sul passaggio di Di Lorenzo

Al 15′ botta da fuori area di Politano: il portiere di casa neutralizza la conclusione. Al 28′ Tchaouna ci prova da fuori area: il suo sinistro termina alto sopra la traversa di Meret. Al 36′ bel lavoro di Ikwuemesi spalle alle porta e assist per Legowski: tiro centrale e parata di Meret. L’ultimo brivido della prima frazione lo regala Kvaratskhelia al 42′ con un tiro da fuori area che si spegne di poco sul fondo.

In apertura di ripresa Napoli a un passo dal raddoppio: Kvaratskhelia appoggia all’indietro per Politano che spara col sinistro da fuori area e scheggia il palo esterno. Al 10′ iniziativa personale di Tchaouna, che trova un varco per entrare in area ma all’ultimo lo chiude Olivera e salva i suoi. Poco dopo il quarto d’ora gran tiro al volo di Zielinski e decisivo intervento con i pugni di Ochoa. Al 21′ Di Lorenzo in proiezione offensiva e destro del limite dell’area fuori bersaglio.

Al 24′ novità dalle panchine: dentro Elmas e Simeone, fuori Kvaratskhelia e Raspadori. Cambia anche la Salernitana: spazio per Daniliuc, Bohinen e Stewart. Escono Fazio, Legowski e Ikwuemesi. Proprio uno dei nuovi entrati, Elmas, trova il raddoppio al 37′. Il macedone, innescato in profondità, è bravissimo a rientrare sul destro: conclusione a giro che Ochoa non vede partire, pallone nell’angolino e 0-2.

Il tecnico della Salernitana Filippo Inzaghi ha parlato ai microfoni di DAZN dopo il match casalingo contro il Napoli perso per 0-2.

Pagate a caro prezzo l’uscita che ha portato al gol di Raspadori?
“Gli applausi dei tifosi fanno capire che gara abbiamo fatto. Paghiamo quel gol in fuorigioco, l’assistenze doveva fermare l’azione. La partita poi è stata in salita. Sono contento per lo spirito e convinto che, con questa voglia, torneremo presto fuori da questa classifica”.

In campo tanti giovani: che risposte ha avuto dall’attacco?
“Sono ragazzi che andrebbero aspettati, ma non abbiamo tempo. Me la volevo giocare con 4 attaccanti ed è stata la tattica giusta, avendo diverse ripartenze. Dovevamo essere più cattivi, ma i ragazzi miglioreranno”.