Inaugurata nella  Villa Comunale di Salerno  la ventesima edizione della “Mostra della Minerva”.

0
938

E’ stato il Sindaco Vincenzo Napoli ,   insieme all’Assessore all’Ambiente Massimiliano  Natella  e alla professoressa Clotilde Baccari Cioffi,  Presidente dell’associazione “Hortus Magnus”,  a inaugurare, oggi pomeriggio, la ventesima edizione della “Mostra della Minerva”, l’evento primaverile dedicato ai fiori, alle piante, e non solo, che fino a domenica sera  sarà possibile visitare, dalle ore 9,00 alle 21,00,  nella suggestiva cornice della” Villa Comunale “di Salerno come ha ricordato la professoressa Baccari che  grazie al suo impegno e a quello di tutte le socie del sodalizio, ogni anno organizza un evento straordinario che per due anni, a causa della pandemia,  era  stato rinviato:” Questa Mostra è molto attesa dai salernitani e anche da tutti gli espositori: temevamo che qualcuno potesse defezionare da  questo appuntamento, ma invece, con grande entusiasmo,  tutti hanno voluto partecipare alla ventesima edizione della “Mostra della Minerva”.  Salerno è una città che conserva in sé l’ospitalità che è propria di una città  di mare, ma anche la ruralità di una città botanica, come dimostra la tradizione erboristica della “ Scuola Medica Salernitana ”.   Il Sindaco Vincenzo  Napoli, introdotto dal giornalista Peppe Iannicelli,   ha sottolineato l’importanza della  “Mostra della Minerva”:” E’ un inno alla bellezza, alla natura! Un’iniziativa che ha raggiunto il traguardo importante dei venti anni grazie al lavoro instancabile delle socie dell’Hortus Magnus.  La città di Salerno,  che  è orgogliosa e fiera di quest’iniziativa che si apre alla primavera, riprende il suo cammino”. Anche l’Assessore all’Ambiente Massimiliano Natella, ha lodato l’iniziativa: ” La “Mostra della Minerva” è una manifestazione formidabile, una delle più importanti della nostra città, che ormai fa parte della storia di Salerno”.

Oltre cento gli espositori provenienti da tutta l’Italia, dal Piemonte alla Sicilia, che espongono le loro ultime novità, come ha spiegato la Presidente Baccari Cioffi: ” Ci sono tanti vivaisti con i loro fiori e le loro piante, come quelle dell’espositore palermitano Salvatore Bellavista che coltiva circa 350 specie botaniche del genere Hoya, con esemplari rari: la pianta Hoya si adatta a tutti gli ambienti e ha la caratteristica di essere resiliente; se tagliamo un rametto di Hoya il fiore continua a sbocciare e questo è un vero inno alla bellezza, ma tanti altri sono gli espositori verso i quali nutriamo una profonda ammirazione”.  Negli oltre 90 stand presenti nella Villa Comunale  oltre a fiori e piante si possono trovare arredi e complementi per giardino come quelli di  Ludovico Grasso ,  di   Aci Catena,  che espone antiquariato da giardino: tavoli con piano in piastrelle antiche e vasi antichi in terracotta. Si possono trovare anche collezioni di piante ornamentali, realizzate con tecniche di arte topiaria come quelle realizzate dall’azienda Avagliano di Salerno; piante grasse, bonsai. Nell’ambito della mostra vengono presentate ogni anno, oltre a piante ornamentali anche piante che sono forse meno conosciute ma che sono molto importanti come  la Paulownia presentata dal perito agrario salernitano Alessandro Iannone: “La Paulownia è  l’albero del futuro dell’umanità:  ha la  crescita più rapida al mondo e il maggiore assorbimento di anidride carbonica al mondo”. Ci sono anche stand dove si  possono trovare cappelli da giardino a falda larga, e altri dove si possono gustare biscotti, marmellate e liquori preparati con le erbe da Gabriella Gentile; c’è anche chi  promuove il territorio ricordando le attività socio culturali e turistiche di Salerno e Provincia,   come  fanno Rosa Borrelli e Maria Settembre  de “I Colori del Mediterraneo Aps”.  Ricco il calendario di appuntamenti culturali, di visite guidate, mostre laboratori, corsi e lezioni all’insegna del verde e del vivere a contatto con la natura; concorsi fotografici, realizzati in collaborazione  con il fotografo Alfio Giannotti, e presentazioni di libri, come quello intitolato “Il Paradiso di Pastena – Storico casale di Salerno”, scritto da Clotilde Baccari Cioffi e Maria Antonietta Del Grosso, con la partecipazione dell’avvocato Michele Bartolo, che sarà presentato domenica mattina alle 11,00.

La Presidente Clotilde Baccari Cioffi, dopo aver ringraziato le Vicepresidenti Rosanna Pugliese e Giovanna Varese  e  tutte le socie del  Consiglio Direttivo : Filomena Rocco, Matilde Vitolo,  Antonietta Rocco, ha  guidato il Sindaco nella visita degli stand della Mostra tra i quali quello dell’Associa zione Colori del Mediterraneo  che collabora anche  con il Dipartimento di Farmacia dell’Università di Salerno nella ricerca storica e nella sperimentazione sui colori naturali estratti dalle piante;  quello di Maria Formentin,  di Padula, che coltiva fiori da taglio tra i quali dei  tulipani stupendi  di vari colori, come i tulipani peonia  che sono un tipo di doppio tulipano che dura più a lungo; lo stand di ceramiche di Laura Marmai e Cinzia Gaudiano e quello  di “Poste Italiane” , coordinato dalla funzionaria Anna Argano, dove  il Sindaco ha apposto il timbro filatelico realizzato dalle Poste Italiane dedicato alla Mostra della Minerva su di una cartolina – ricordo della Manifestazione.

  Aniello Palumbo

                                                                                                       

 

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here