BCC Banca Iccrea ha perfezionato con successo la sesta cartolarizzazione di crediti non performing (NPL) assistita da garanzia “GACS”. 6 BCC campane nell’operazione.

0
78

BCC Banca Iccrea (Capogruppo del Gruppo BCC Iccrea) ha perfezionato la sesta cartolarizzazione di crediti non performing (NPL) assistita da garanzia “GACS”, del valore di 650 milioni di euro e originata da 5.700 debitori.

All’operazione hanno partecipato 71 Banche, di cui 68 appartenenti al Gruppo BCC Iccrea (64 BCC, Banca Sviluppo, BCC Banca Iccrea, BCC Banca Impresa e Banca Medio Credito del Friuli Venezia Giulia) a cui si sono aggiunte Banca Valsabbina, Banca di Credito Popolare e Cassa di Risparmio di Asti.

L’iniziativa ha visto coinvolte anche 6 BCC del Gruppo con sede in Campania: BCC di Buccino e dei Comuni Cilentani; Banca 2021 – Credito Cooperativo del Cilento, Vallo di Diano e della Lucania; BCC Campania Centro; BCC di Capaccio Paestum; BCC Terra di Lavoro; BCC San Marco dei Cavoti e del Sannio Calvi.

“L’operazione appena conclusa è un ulteriore passo verso il raggiungimento degli obiettivi di derisking del Gruppo BCC Iccrea – ha commentato Mauro Pastore, Direttore Generale di BCC Banca Iccrea – un successo raggiunto grazie al nostro profondo impegno anche attraverso iniziative articolate come questa, con un alto numero di controparti, e a distanza di soli cinque mesi dall’ultima perfezionata in cui il Gruppo aveva dismesso circa 1 miliardo di euro di crediti in sofferenza. La finalizzazione di questa nuova cessione conferma il nostro livello di competenze specialistiche al servizio sia delle BCC aderenti al Gruppo che di realtà esterne”.

L’iniziativa ha visto BCC Banca Iccrea e Intesa Sanpaolo S.p.A. – Divisione IMI Corporate & Investment Banking nei ruoli di co-arrangers e placement agents dei titoli emessi, doValue ha assunto il ruolo di master servicer e special servicer del portafoglio oggetto di cessione, mentre Guber Banca il ruolo di sub-servicing del portafoglio. Gli arrangers sono stati assistiti dallo studio legale Orrick Herrington & Sutcliffe, mentre le banche cedenti dallo studio legale Italian Legal Services Ltd. Banca Finint ricopre i ruoli di corporate servicer della società veicolo di cartolarizzazione, computation agent, representative of noteholders e back-up master servicer. Al progetto hanno partecipato, inoltre, BNP Paribas Securities Services e Zenith Service.

I titoli Senior hanno ottenuto il rating da parte delle agenzie coinvolte nell’operazione: rispettivamente, un giudizio Baa1(sf) da parte di Moody’s Italia e BBB(sf) da ARC Ratings S.A.

BCC Banca Iccrea, nel ruolo di co-arranger dell’operazione, ha supportato le Banche partecipanti nell’individuazione del perimetro dei crediti oggetto di cessione, ha coordinato le attività di due diligence e redazione del business plan poste in essere dal Servicer, assicurando altresì la gestione del processo di analisi con le agenzie di rating e la strutturazione dell’operazione. BCC Banca Iccrea provvederà inoltre a gestire, per conto delle Banche partecipanti, la procedura per la concessione della garanzia presso il Ministero dell’Economia e delle Finanze.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here