Bando internazionalizzazione PMI Campania 2018, fondo perduto fino a 150.000 euro.

Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella gestione dei social network come Facebook, Instagram, Linkedin
Caliani, atelier di abiti da sposa e sposo a Salerno ed Avellino, Jesus Peiro, Nicole Milano, Thomas Pina, Tombolini

Salerno Immobiliare è un’agenzia immobiliare che fornisce supporto e strumenti ai clienti in cerca di immobili in affitto e in vendita
MarketIervolino.it il negozio online di intimo donna e uomo, biancheria per la casa, prodotti per l'infanzia
Università telematica Unicusano presso il learning center di Pagani sede di esame
Ecommerce di successo è un programma di Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella consulenza e nella realizzazione di siti web di commercio elettronico integrate con Amazon, Ebay e i migliori marketplace
CartolibreriaShop.it acquista online tutti i prodotti per la scuola e per l'ufficio. Zaini, astucci, colori, penne, quaderni, raccoglitori, evidenziatori, Stabilo, Legami Milano, Eastpack, Invicta, Pool Over, Panini, Seven
Gioielleria Juliano a Salerno, scegli il regalo perfetto per te o per chi ami tra i gioielli di Giovanni Raspini, Mirko Visconti, Marcello Pane, Donna Oro, gli orologi Philip Watch, Seiko
Deposito bagagli e valigie a Salerno a 200 metri dalla stazione di Salerno. Prenota il ritiro dei tuoi bagagli con SalernoBagagli.com

da CampaniaEuropa.it

Pubblicato il bando di Regione Campania che finanzia programmi di internazionalizzazione delle micro, piccole e medie imprese campane. La misura attinge risorse per € 15.000.000,00 dalla dotazione complessiva del P.O.R. Campania F.E.S.R. 2014-2020.

Beneficiari

Potranno accedere ai finanziamenti le micro, piccole e medie imprese, sia in forma singola che associata in A.T.S., A.T.I., reti d’imprese, consorzi, società consortili, inclusi i liberi professionisti che abbiano almeno una sede operativa in Campania.

Ai fini della concessione delle agevolazioni è data priorità alle imprese che operano nei seguenti settori:

  1. aerospazio (settore aeronautico; settore spazio; settore difesa e sicurezza);
  2. beni culturali, turismo, edilizia sostenibile (sistema dell’industria della cultura; turismo; costruzioni ed edilizia);
  3. biotecnologie, salute dell’uomo, agroalimentare (settore farmaceutico; settore dei dispositivi medici/biomedicale; settore del pure biotech; settore agroindustriale);
  4. energia e ambiente (settore produzione energia elettrica; settore conversione e accumulo energia; settore dispositivi per la misurazione e l’erogazione di energia elettrica;
  5. settore sicurezza del territorio e gestione delle risorse ambientali; settore bioplastiche e biochemicals);
  6. materiali avanzati e nanotecnologie;
  7. trasporti di superficie, logistica (settore automotive; settore delle costruzioni dei veicoli e dei sistemi di trasporto su rotaia; logistica portuale e aeroportuale);
  8. tessile, abbigliamento, calzature.

Sono esclusi dalle agevolazioni, salve le eccezioni indicate di seguito, progetti di internazionalizzazione che provengono dalle imprese operanti nei seguenti settori:

  • agricoltura, silvicoltura e pesca;
  • attività manifatturiere delle industrie alimentari, ad eccezione delle seguenti classi che sono ammesse: lavorazione e conservazione delle patate; produzione di succhi di frutta e di succhi di ortaggi; altra lavorazione e conservazione di frutta e ortaggi; produzione di oli e grassi; produzione di gelati senza vendita diretta al pubblico; produzione di pane, prodotti di pasticceria freschi; produzione di fette biscottate, biscotti, prodotti di pasticceria conservati; produzione di paste alimentari, di cuscus e di prodotti farinacei simili; lavorazione del tè e del caffè; produzione di pasti e piatti preparati; produzione di preparati omogeneizzati e di alimenti dietetici; produzione di altri prodotti alimentari non classificati altrove;
  • industria delle bevande, ad eccezione delle seguenti classi, che sono ammesse: distillazione, rettifica e miscelatura degli alcolici; produzione di vini da uve; industria delle bibite analcoliche, delle acque minerali e di altre acque in bottiglia;
  • è esclusa tutta la divisione industria del tabacco.
Progetti di investimento per la internazionalizzazione delle P.M.I.

Sono ammessi a finanziamento i progetti di internazionalizzazione a valenza extra-regionale consistenti in almeno due delle seguenti attività:

  1. partecipazione a fiere e saloni a valenza internazionale;
  2. incoming di operatori esteri presso la sede campana dell’impresa;
  3. incontri bilaterali tra operatori italiani ed operatori esteri, workshop e seminari all’estero o in Italia;
  4. utilizzo temporaneo (massimo 12 mesi) di uffici e/o sale espositive all’estero;
  5. azioni di comunicazione;
  6. supporto specialistico.
Natura ed ammontare delle agevolazioni

L’agevolazione e consiste in una sovvenzione commisurata alle spese ammissibili indicate nel bando, come segue:

  • progetti presentati da micro, piccole e medie imprese in forma singola: sovvenzione pari al 70% delle spese ammesse e comunque nella misura massima di € 150.000,00;
  • progetti presentati da aggregazioni temporanee (reti-contratto): sovvenzione pari al 70% delle spese ammesse e comunque nella misura massima di € 150.000,00 per singola impresa aderente e di € 500.000,00 per l’intero programma di internazionalizzazione.
Modalità e termini di presentazione delle domande

Le domande di accesso alla misura potranno essere presentate, tramite l’apposita piattaforma web di Regione Campania a decorrere dal 18 aprile 2018.

⇒ Scarica il bando Internazionalizzazione PMI Campania 2018.