Salerno area metropolitana, Gitti: stralcio sarebbe grave.

Studio di dermatologia e medicina estetica della dottoressa Alessia Maiorino a Salerno
Targago è il nuovo servizio di Autostrade per l’Italia, potrai pagare i pedaggi sulla Tangenziale di Napoli tramite lettura della targa, passando nell’apposita corsia gialla al casello.
Dopo il successo del 2023 Vittoria Assicurazioni, in occasione del Torneo Italiano di Beach Rugby, torna sulle spiagge d’Italia con il Vittoria for Women Tour con Federazione Italiana Rugby e Specchio dei tempi. In ogni tappa sarà possibile sostenere la lotta contro i tumori femminili con una donazione, fare una visita senologica gratuita e divertirsi al Vittoria Village.
Targago è il nuovo servizio di Autostrade per l’Italia, potrai pagare i pedaggi sulla Tangenziale di Napoli tramite lettura della targa, passando nell’apposita corsia gialla al casello.

“Per Brescia sarebbe una grave sconfitta. Se le indiscrezioni, sempre più insistenti, dovessero essere definitivamente confermate, vorrebbe dire che la lobby dell’Anci di Piero Fassino avrebbe vinto sull’opinione di Graziano Delrio, che da ministro per gli Affari regionali del governo Letta aveva assicurato nell’Aula di Montecitorio il proprio appoggio alla mia proposta”.

Lo dichiara in una nota il deputato bresciano Gregorio Gitti, del gruppo parlamentare Per l’Italia, commentando le indiscrezioni sempre più insistenti secondo cui sarebbe destinata ad essere stralciata la norma del ddl Province, ora all’esame del Senato, che prevede la possibilità di trasformare le province di Brescia, Bergamo e Salerno – tutte con popolazioni largamente superiori a un milione di abitanti – in aree metropolitane.

“Le responsabilità – sottolinea Gitti – sarebbero sotto gli occhi di tutti: Forza Italia e il Partito Democratico non vogliono, senza spiegarne le ragioni, che Brescia diventi area metropolitana. Solo i Popolari Per l’Italia stanno sostenendo con grande forza il fatto che realtà importanti da un punto di vista economico, produttivo e sociale, come il territorio bresciano, ma anche quello bergamasco e salernitano, possano avere i poteri e le funzioni strategiche delle aree metropolitane”