M5S: caso “Fonderie Pisano”, esposto a Procura e Arpac su emissioni nocive

Michele Cammarano e Sergio Costa
CartolibreriaShop.it acquista online tutti i prodotti per la scuola e per l'ufficio. Zaini, astucci, colori, penne, quaderni, raccoglitori, evidenziatori, Stabilo, Legami Milano, Eastpack, Invicta, Pool Over, Panini, Seven
Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella gestione dei social network come Facebook, Instagram, Linkedin
Compro oro e argento usato, negozi Gold Metal Fusion a Salerno, Battipaglia, Nocera Superiore, Agropoli, Vallo della Lucania. Quotazioni dell'oro in tempo reale, pagamento in contanti immediato, oggetti inviati alla fusione.
Caliani, atelier di abiti da sposa e sposo a Salerno ed Avellino, Jesus Peiro, Nicole Milano, Thomas Pina, Tombolini

Deposito bagagli e valigie a Salerno a 200 metri dalla stazione di Salerno. Prenota il ritiro dei tuoi bagagli con SalernoBagagli.com
Ecommerce di successo è un programma di Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella consulenza e nella realizzazione di siti web di commercio elettronico integrate con Amazon, Ebay e i migliori marketplace
Laurea online presso l'Università telematica Unicusano Salerno sede di esame
Salerno Immobiliare è un’agenzia immobiliare che fornisce supporto e strumenti ai clienti in cerca di immobili in affitto e in vendita
MarketIervolino.it il negozio online di intimo donna e uomo, biancheria per la casa, prodotti per l'infanzia
Università telematica Unicusano presso il learning center di Pagani sede di esame

Nel cuore di Salerno, le Fonderie Pisano si trovano al centro di un acceso dibattito ambientale e sanitario. Questo storico stabilimento industriale, situato nel quartiere di Fratte a Salerno, è stato più volte accusato di essere la fonte di emissioni nocive che compromettono la qualità dell’aria e la salute dei cittadini nelle aree circostanti. Studi recenti hanno rivelato livelli preoccupanti di metalli pesanti nell’ambiente, sollevando allarmi sia tra la popolazione locale sia tra le autorità.
Nonostante le dichiarazioni e le azioni intraprese da tanti soggetti della vita civile, tra cui il Movimento 5 Stelle, la situazione rimane tesa e incerta. Questo articolo esplora le sfaccettature di questa problematica, attraverso un’intervista esclusiva con Michele Cammarano, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, che ha recentemente presentato un esposto alla Procura della Repubblica e all’Arpac.

Giornalista: Buongiorno, Consigliere Cammarano. Recentemente ha presentato un esposto alla Procura della Repubblica e all’Arpac riguardante le emissioni delle Fonderie Pisano. Potrebbe spiegarci la situazione?

Michele Cammarano: Buongiorno. Sì, ho presentato un esposto in seguito alle numerose segnalazioni ricevute sulla qualità dell’aria nelle vicinanze delle Fonderie Pisano, nel quartiere di Fratte. Questo stabilimento è stato più volte identificato come responsabile di danni ambientali e biologici in una zona densamente popolata. Studi validati dal Ministero della Salute hanno rilevato la presenza di metalli pesanti come mercurio, cadmio, cromo, antimonio e tallio, in quantità molto superiori alla norma.

Giornalista: Qual è stata la risposta delle autorità a queste preoccupazioni?

Michele Cammarano: Nonostante le ripetute denunce, incluso il Codacons che ha evidenziato le emissioni come causa dell’aria malsana, e le dichiarazioni del presidente Vincenzo De Luca sulla necessità di chiudere le Fonderie, ad oggi non si è visto un cambiamento significativo. Nel mio esposto, ho chiesto accertamenti tecnici sul rispetto dei limiti delle emissioni e l’installazione di centraline di campionamento dell’aria per rilevamenti più accurati.

Giornalista: Come si collega questo con le proposte del vicepresidente della Camera, Sergio Costa, nel recente convegno sul “Caso Fonderie Pisano”?

Michele Cammarano: Il vicepresidente Sergio Costa nel suo intervento all’incontro pubblico tenutosi a Salerno lo scorso 15 dicembre ed organizzato dal Gruppo Territoriale di Salerno del Movimento 5 Stelle ha sottolineato l’importanza di un monitoraggio costante e continuo, giorno e notte, dell’intera area. La correlazione scientifica tra l’ingiuria ambientale e la salute del cittadino è stata dimostrata dall’Istituto superiore di Sanità. È fondamentale trovare un equilibrio tra la tutela della salute, gli interessi dell’azienda e quelli dei lavoratori. La presenza di osservatori civici e la tracciabilità dell’azione produttiva, condivisa con i cittadini, sono soluzioni cruciali in questa fase.

Giornalista: Quali sono le sue aspettative per il futuro in relazione a questa problematica?

Michele Cammarano: Mi aspetto che le autorità competenti prendano provvedimenti concreti e tempestivi per mitigare gli effetti nocivi delle emissioni e trovare una soluzione definitiva. È essenziale che la salute e il benessere dei cittadini siano posti al primo posto nelle decisioni che riguardano l’ambiente e l’industria.