Jomi Salerno, pari con il Brixen, ora testa a Cassano Magnago.

0
187

Finisce 19 a 19 il big match della terza giornata d’andata del campionato di serie A femminile tra la Jomi Salerno ed il Brixen. Una gara dai due volti, ripresa solo in extremis della compagine allenata da coach Dragan Rajic che riesce così a portare a casa un punto. Nel primo tempo parte subito forte il sette salernitano che, approfittando anche di alcuni grossolani errori delle avversarie, si porta avanti sul 3 a 0 al 6’ minuto. Vantaggio che aumenta ancora al 12’ quando la Jomi Salerno è addirittura avanti per 6 a 0. La gara sembra in discesa ma il passare dei minuti dirà invece diversamente. Brixen si sblocca al 15’ minuto mettendo a segno la prima rete del match con Giada Babbo poi pian piano comincia a recuperare terreno. La Jomi Salerno non ci sta, il risultato è di 8 – 3 quando il cronometro segna il 22’ minuto. Le due formazioni si affrontano a viso aperto, al 28’ le salernitane sono sul +5 (11 -6). Il sette allenato da Nossing non ha però nessuna intenzione di recitare il ruolo di vittima sacrificale, la prima frazione di gioco si chiude così con il risultato di 12 ad 8 in favore delle salernitane. Tutta altra musica nella ripresa: capitan Coppola e compagne sembrano in grado di controllare il match (14 – 9 al 6’ minuto) ma non è così. La Jomi Salerno comincia a sbagliare tanto in attacco, Brixen non si lascia pregare su due volte e pian piano rientra in gara. Al 13’ minuto il Brixen trova addirittura la rete del pareggio (14 – 14) con Linda Rier. Formazione ospite che riesce anche a superare nel punteggio le salernitane (al 18’ siamo sul risultato di 16 a 14 per Brixen). La Jomi Salerno non riesce più a segnare, Brixen vola addirittura sul + 3 (17 – 14 al 20’ minuto). Le due formazioni non hanno nessuna intenzione di abbassare la guardia, la Jomi Salerno realizza con Gomez la rete del – 1 (17 – 16 al 22’ minuto). I minuti finali solo vietati ai deboli di cuore: Oliveri regala la rete del pareggio (18 – 18) alla Jomi Salerno. Babbo porta nuovamente avanti il Brixen (19 – 18) ma la Jomi Salerno pareggia nuovamente i conti con Lauretti Matos. Nei secondi conclusivi Brixen sbaglia, Salerno riparte in contropiede con Oliveri che realizza la rete della possibile vittoria. I direttori di gara però non concedono il gol poiché la sfera è terminata in fondo al sacco a tempo scaduto.

Jomi Salerno – Brixen 19 – 19 (primo tempo: 12 – 8)

 

Jomi Salerno: Sammartino, Stellato, Dalla Costa 5, Motta, De Somma, Coppola 1, Gomez 4, Fabbo, De Ciuceis, Napoletano 1, Piantini, Oliveri 1, Lauretti Matos 3, Casale 2, Landri 2, De Santis. Allenatore: Dragan Rajic

Brixen: Abfalterer 6, Babbo 2, Dibona, Durnwalder C. 1, Durnawalder S. 2, Eder, Federspieler 4, Gruber, Habicher 1, Hilber 1, Rier 1, Rossignoli, Schatzer 1, Vegni. Allenatore: Hubert Nossing

Arbitri: Bassan – Bernardelle

Non c’è sosta per la Jomi Salerno. Le salernitane, in virtù anche degli impegni internazionali di EHF Cup, torneranno in campo giovedì (11 ottobre ndr) alla Palestra Caporale Maggiore Palumbo alle ore 17 per affrontare il Cassano Magnago nell’anticipo della quinta giornata d’andata del massimo campionato di pallamano femminile. Bisogna archiviare in fretta il pareggio ottenuto sabato scorso contro il Brixen e concentrarsi subito sui prossimi impegni. “Per quanto concerne la gara contro Brixen – afferma l’allenatore Dragan Rajic – abbiamo avuto un black out di 15’ minuti in cui non siamo riusciti a segnare. Brixen ha piazzato un parziale di 8 a 0 ed è rientrato in gara. Complimenti alla formazione allenata da Nossing che, in modo particolare nel secondo tempo, ha disputato davvero una buona gara. Per come si era messa il match si tratta sicuramente di un punto guadagnato. Per quanto ci riguarda dobbiamo analizzare gli errori commessi e capire le ragioni del black out per evitare che ciò si ripeta in futuro”. Sulla prossima gara poi l’allenatore della Jomi Salerno aggiunge: “Cassano è una buona squadra, applica una difesa molto profonda, che noi soffriamo davvero tanto. Stiamo comunque preparando questa gara, in questi pochi giorni che ci separano dal match lavoreremo sodo per trovare le contromisure. Sarà comunque per noi una sfida particolare soprattutto dal punto di vista mentale. Il pareggio contro Brixen ci ha lasciato l’amaro in bocca a tutti, bisognerà lavorare prima di tutto sulla testa delle ragazze. Mi attendo comunque una reazione da parte della squadra, se noi entriamo bene dal punto di vista mentale credo che Cassano sia una squadra alla nostra portata”.

LASCIA UN COMMENTO