Lutto nell’enogastronomia, morta la barwoman Rita Russo.

0
1623

Improvvisamente se ne è andata Rita Russo, una delle più importanti ed apprezzate barwoman a livello nazionale ed internazionale, aveva 46 anni, lascia il marito Gerardo Di Dato e 3 figli.

Rita, nativa di Tramonti, sui rilievi a ridosso della Costiera Amalfitana, da una famiglia con la passione dell’enogastronomia nel sangue (suo fratello Bernardino è lo chef de Il Maestro del Gusto nel centro storico di Salerno), insieme a suo marito Gerardo gestivano una delle più apprezzate e famose pasticcerie della Campania.

Mentre Gerardo preparava dolci e gelati in laboratorio, Rita accoglieva i clienti con il suo sorriso ed il suo caffè preparato con maestria.

Non solo, l’attaccamento alla terra e la passione per gli ingredienti naturali spingevano Rita a pensare e realizzare drink innovativi che l’hanno resa nota anche al grande pubblico, anche in contesti internazionali come quello del Festival di Sanremo, dove nella hospitality Casa Sanremo Rita prepararava i drink di benvenuto agli ospiti internazionali della kermesse canora a base di petali di fiori ed alcoli naturali, oppure Expo 2015 a Milano, dove Rita presentò un drink bio ispirato ad Ancel Keys, lo studioso americano che inaugurò il filone di studi sulla Dieta Mediterranea.

L’elenco dei riconoscimenti che Rita ha ricevuto è lungo ma quello che mancherà di più sarà il suo sorriso che sapeva rendere più dolce la giornata.

Gazzetta di Salerno abbraccia Gerardo Di Dato, i figli, Bernardino Russo e tutti i familiari di Rita.

 

LASCIA UN COMMENTO