Tommasetti: “Il Tar Campania boccia il Comune di Salerno sul pasto da casa”

CartolibreriaShop.it acquista online tutti i prodotti per la scuola e per l'ufficio. Zaini, astucci, colori, penne, quaderni, raccoglitori, evidenziatori, Stabilo, Legami Milano, Eastpack, Invicta, Pool Over, Panini, Seven
Deposito bagagli e valigie a Salerno a 200 metri dalla stazione di Salerno. Prenota il ritiro dei tuoi bagagli con SalernoBagagli.com
Compro oro e argento usato, negozi Gold Metal Fusion a Salerno, Battipaglia, Nocera Superiore, Agropoli, Vallo della Lucania. Quotazioni dell'oro in tempo reale, pagamento in contanti immediato, oggetti inviati alla fusione.
Gioielleria Juliano a Salerno, scegli il regalo perfetto per te o per chi ami tra i gioielli di Giovanni Raspini, Mirko Visconti, Marcello Pane, Donna Oro, gli orologi Philip Watch, Seiko
Università telematica Unicusano presso il learning center di Pagani sede di esame
Laurea online presso l'Università telematica Unicusano Salerno sede di esame
Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella gestione dei social network come Facebook, Instagram, Linkedin
MarketIervolino.it il negozio online di intimo donna e uomo, biancheria per la casa, prodotti per l'infanzia
Salerno Immobiliare è un’agenzia immobiliare che fornisce supporto e strumenti ai clienti in cerca di immobili in affitto e in vendita

Sulla mensa scolastica avevamo ragione noi”. Aurelio Tommasetti, consigliere regionale della Campania della Lega, commenta così il via libera dei giudici del Tar alla consumazione dei pasti da casa presso la mensa delle scuole. Una svolta nella battaglia intrapresa dal comitato genitori e che aveva riguardato i plessi “Calcedonia” e “Medaglie d’oro” a Salerno.

 

Un primo segnale incoraggiante era già arrivato con la sospensiva, da parte del Tribunale amministrativo, del provvedimento con cui veniva negato agli alunni il consumo del pasto preparato a casa – ricorda Tommasetti – Successivamente l’Avvocatura di Stato aveva rinunciato al ricorso contro la stessa sospensiva. Si attendeva insomma solo l’ultima pronuncia del Tar, stavolta nel merito per avere conferma di quello che sosteniamo da sempre. I magistrati, insomma, hanno confermato che la strada del divieto imposto alle famiglie era del tutto errata”.

 

Il consigliere regionale assicura, in ogni caso, che i fari sulla questione resteranno accesi: “Ci avviciniamo all’inizio di un nuovo anno scolastico ed è importante che la decisione del Tar arrivi proprio adesso. Resteremo vigili sull’applicazione della sentenza. La consumazione del pasto domestico nella mensa scolastica è un diritto sacrosanto che non può essere sottratto agli studenti e alle famiglie”.

 

Tommasetti lancia anche stoccate al Comune: “Lo scorso anno denunciai l’aumento del costo del pasto giornaliero: un attacco al diritto allo studio poiché con un Isee da 15.001,00 euro si costringeva a versare ben 90 euro al mese e con un Isee di oltre 24.001,00 euro il costo del servizio saliva a 119 euro mensili. Un fardello che andava di pari passo con il caro libri e l’aumento delle spese per il trasporto scolastico. L’amministrazione comunale di Salerno si è dimostrata in questi anni distante dai problemi delle famiglie, soprattutto le meno abbienti”.