Stroke Unit del Ruggi, il plauso dell’Ordine dei Medici.

0
18
Una veduta esterna dell'ospedale Ruggi d'Aragona di Salerno, in una foto tratta dal sito della struttura ospedaliera, 5 maggio 2018. E' una polacca di 33 anni residente a Giffoni Valle Piana (Salerno), la donna che nella serata del 4 maggio, eludendo la sorveglianza interna, ha prelevato il proprio bambino di circa un mese dall'ospedale Ruggi d'Aragona facendo poi perdere le tracce. La donna, al momento del parto avvenuto il 28 marzo scorso, è apparsa subito in un evidente stato di ebbrezza alcolica che ha fatto scattare la segnalazione al Tribunale dei Minorenni di Salerno già a conoscenza, peraltro, della delicata situazione della donna, che ha altri due figli non affidati a lei. Di qui la disposizione del tribunale che le consentiva solo di allattare il figlio in ospedale ma non di portarlo a casa. ANSA/ SITO OSPEDALE RUGGI D'ARAGONA +++ HO - NO SALES, EDITORIAL USE ONLY +++

Il Consiglio dell’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Salerno esprime il suo compiacimento per l’obiettivo raggiunto nell’Azienda Ospedaliero-Universitaria “San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona” con l’apertura della Stroke Unit, unità strategica nella rete “Stroke” della provincia di Salerno, essenziale per assicurare l’assistenza a pazienti colpiti da problematiche vascolari acute a livello del circolo cerebrale.

Un sentito e profondo ringraziamento a tutti quanti hanno collaborato e collaboreranno al raggiungimento dell’obiettivo assistenziale, in particolare al Direttore Generale dell’Azienda, Dr. Vincenzo D’Amato, al Prof. Paolo Barone, Direttore del Dipartimento Scienze Mediche della Facoltà di Medicina, Chirurgia e Odontoiatria dell’Università degli Studi di Salerno e Direttore della Clinica Neurologica dell’AOU e alla infaticabile ed ottima collega Dr.ssa Rosa Napoletano, Responsabile dalla Stroke Unit e Consigliere del nostro Ordine, che insieme ai suoi giovani collaboratori ha trasformato un sogno in realtà.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here