Sanità, rapporto Agenas, Tommasetti (Lega): Coscioni certifica fallimento di De Luca. Vietri (Fdi): prossimi manifesti contro Coscioni?

Compro oro e argento usato, negozi Gold Metal Fusion a Salerno, Battipaglia, Nocera Superiore, Agropoli, Vallo della Lucania. Quotazioni dell'oro in tempo reale, pagamento in contanti immediato, oggetti inviati alla fusione.
CartolibreriaShop.it acquista online tutti i prodotti per la scuola e per l'ufficio. Zaini, astucci, colori, penne, quaderni, raccoglitori, evidenziatori, Stabilo, Legami Milano, Eastpack, Invicta, Pool Over, Panini, Seven
Gioielleria Juliano a Salerno, scegli il regalo perfetto per te o per chi ami tra i gioielli di Giovanni Raspini, Mirko Visconti, Marcello Pane, Donna Oro, gli orologi Philip Watch, Seiko
Ecommerce di successo è un programma di Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella consulenza e nella realizzazione di siti web di commercio elettronico integrate con Amazon, Ebay e i migliori marketplace
Università telematica Unicusano presso il learning center di Pagani sede di esame
MarketIervolino.it il negozio online di intimo donna e uomo, biancheria per la casa, prodotti per l'infanzia
Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella gestione dei social network come Facebook, Instagram, Linkedin
Laurea online presso l'Università telematica Unicusano Salerno sede di esame
Deposito bagagli e valigie a Salerno a 200 metri dalla stazione di Salerno. Prenota il ritiro dei tuoi bagagli con SalernoBagagli.com

La rete dell’emergenza-urgenza rappresenta il vero fallimento dell’era De Luca”. Lo afferma Aurelio Tommasetti, consigliere regionale della Campania della Lega, e la conferma arriva dal report Agenas sul funzionamento dei Pronto soccorso in tutta Italia. I dati che emergono dallo studio suonano come un forte campanello d’allarme per la gestione sanitaria in Campania.

I numeri sono evidenti – osserva Tommasetti – Nella rete dell’emergenza-urgenza tempo-dipendente, siamo fanalino di coda in Italia. E andando più nel dettaglio molti elementi ci preoccupano in questo report, a partire dalla percentuale di accessi con successivo abbandono dei Pronto soccorso. La media nazionale si attesta intorno al 6% ma da noi siamo all’11,8% (quasi il doppio). E in alcuni casi la situazione è addirittura peggiore. Pensiamo alle Asl di Napoli dove si raggiungono picchi elevatissimi (in particolare l’Asl Napoli 2 Nord registra una percentuale del 13,2%) oppure all’Asl Salerno che si attesta su un desolante 13,04%. A farci concorrenza in questa categoria sono soltanto Sardegna e Sicilia”.

E ancora, prosegue il consigliere regionale, “nella rete del trauma figuriamo all’ultimo posto, mentre siamo solo 16esimi nella graduatoria nazionale per quanto riguarda gli infarti trattati con angioplastica coronarica. In parole povere, una bocciatura diffusa a più livelli”.

E qui non manca una stoccata: “A presiedere l’Agenas, giova ricordarlo sempre, è Enrico Coscioni, fedelissimo di Vincenzo De Luca nonché suo ex consigliere alla Sanità. Non è neanche la prima volta che l’agenzia si esprime negativamente sulla Campania. Il governatore dovrebbe farsi qualche domanda ma ormai il suo tempo è quasi scaduto”.

“Una nuova bocciatura arriva per la sanità regionale targata De Luca: la Campania, infatti, è ultima nella classifica nazionale dell’emergenza-urgenza. A testimoniare questo ennesimo fallimento è ancora una volta l’Agenas, di cui è presidente l’ex consigliere politico del governatore De Luca Enrico Coscioni”. Lo dichiara, in una nota, il deputato campano Imma Vietri, capogruppo di Fratelli d’Italia alla Commissione Affari Sociali e Sanità della Camera, commentando i risultati della terza indagine nazionale sullo stato di attuazione delle reti tempo-dipendenti. “Un altro dato che emerge, oltre a quello relativo all’emergenza-urgenza, sono gli abbandoni del Pronto soccorso da parte dei pazienti, con percentuali elevate anche in Campania (oltre il 6 per cento della media nazionale). Insomma questi numeri confermano, qualora ce ne fosse ancora bisogno, la totale inefficienza della gestione De Luca nella sanità. Il governatore, invece di perdere tempo nell’attaccare il Governo Meloni – ribadendo che amministra in modo disastroso la Campania da quasi nove anni – farebbe bene a fare mea culpa per tutti i suoi fallimenti. Ma a questo punto però una domanda sorge spontanea: i prossimi manifesti che De Luca affiggerà per le strade – speriamo questa volta a spese sue – saranno contro Coscioni?” conclude Vietri.