Semprefarmacia.it con l’Italia: donati 10.400€ alla Protezione Civile Il GM Pellegrino: «Orgogliosi di aver dato il nostro contributo».

0
826

Si è conclusa domenica 3 maggio, contestualmente alla chiusura della Fase 1 dell’emergenza Coronavirus, l’iniziativa Semprefarmacia.it con l’Italia. Grazie al supporto dei nostri clienti, siamo riusciti a raggiungere la cifra totale di 10.400€ raccolti in favore della Protezione Civile Italiana. Dopo il primo bonifico di 5.000€ effettuato lo scorso 16 aprile, abbiamo provveduto ad un secondo bonifico pari a 5.400€.

Il risultato raggiunto ci rende felici ed orgogliosi di quanto fatto. Grazie soprattutto al supporto dei nostri clienti, siamo riusciti a fornire un piccolo contributo alle attività messe in campo dalla Protezione Civile Italiana per la lotta al Covid-19.

Le dichiarazioni del General Manager del gruppo Sant’Anna Farmacie, Nicola Pellegrino

«Lo scorso 28 marzo ci siamo presi l’impegno di dare un sostegno fattivo alla Protezione Civile Italiana nella battaglia per contrastare il Coronavirus. Grazie allo straordinario lavoro dello staff che lavora quotidianamente al mio fianco e grazie al contributo determinante dei nostri clienti, in 36 giorni siamo riusciti a raggiungere una cifra considerevole. Ci eravamo posti l’obiettivo di proseguire con l’iniziativa per l’intera durata dell’emergenza e così è stato. Fino allo scorso 3 maggio, quando il Governo ha decretato la fine della Fase 1, abbiamo continuato a mettere da parte 1€ per ogni ordine ricevuto di importo superiore a 50€. L’auspicio è che il nostro contributo, seppur in minima parte, possa rivelarsi utile per le iniziative volte ad arginare la diffusione del virus».

Poi uno sguardo volto al futuro, con speranza e senso di responsabilità: «Con l’inizio della Fase 2, quella della convivenza col virus, il nostro Paese ha dato il via ad un processo graduale di riavvio di tutte le attività. Come sottolineato dagli addetti ai lavori, la curva del contagio in Italia appare in calo. Un risultato importante, frutto anche del grande senso di responsabilità dimostrato dagli italiani durante il periodo di lockdown. Le misure restrittive a cui siamo stati sottoposti hanno contribuito ad arginare in maniera sensibile i contagi. Ora è tempo di ripartire, guardare al futuro con coraggio e spirito positivo. È tempo di rimettere in moto il nostro Paese, dare nuovo ossigeno alla nostra economia e ricominciare a riappropriarci in maniera graduale degli spazi sociali a cui siamo sempre stati abituati. Il tutto, ovviamente, senza mettere in atto comportamenti irresponsabili che possano vanificare quanto di buono fatto finora».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here