Rinnovo del contratto decentrato integrativo per i lavoratori del Comune di Salerno: la Csa provinciale non firma l’accordo

Gioielleria Juliano a Salerno, scegli il regalo perfetto per te o per chi ami tra i gioielli di Giovanni Raspini, Mirko Visconti, Marcello Pane, Donna Oro, gli orologi Philip Watch, Seiko
Caliani, atelier di abiti da sposa e sposo a Salerno ed Avellino, Jesus Peiro, Nicole Milano, Thomas Pina, Tombolini

Salerno Immobiliare è un’agenzia immobiliare che fornisce supporto e strumenti ai clienti in cerca di immobili in affitto e in vendita
MarketIervolino.it il negozio online di intimo donna e uomo, biancheria per la casa, prodotti per l'infanzia
Ecommerce di successo è un programma di Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella consulenza e nella realizzazione di siti web di commercio elettronico integrate con Amazon, Ebay e i migliori marketplace
Deposito bagagli e valigie a Salerno a 200 metri dalla stazione di Salerno. Prenota il ritiro dei tuoi bagagli con SalernoBagagli.com
Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella gestione dei social network come Facebook, Instagram, Linkedin
Università telematica Unicusano presso il learning center di Pagani sede di esame
CartolibreriaShop.it acquista online tutti i prodotti per la scuola e per l'ufficio. Zaini, astucci, colori, penne, quaderni, raccoglitori, evidenziatori, Stabilo, Legami Milano, Eastpack, Invicta, Pool Over, Panini, Seven

Ieri, presso Palazzo di Città, si è tenuta una cruciale riunione tra la commissione trattante per il rinnovo del contratto decentrato integrativo e le rappresentanze sindacali dei dipendenti del Comune di Salerno. Tuttavia, l’incontro si è concluso con l’accordo parziale, in quanto l’intesa è stata sottoscritta solo da Cgil, Cisl e Uil, portando a uno stato di tensione crescente tra le parti coinvolte visto che la Csa non ha voluto firmare. Per il Comune erano presenti il direttore Luigi Della Greca in qualità di componente dello staff del sindaco Vincenzo Napoli per i problemi del Personale, il direttore del settore Risorse umane Giovanni Salerno, il responsabile finanziario Raffaele Lupacchini, la responsabile dell’Avvocatura, Anna Attanasio Anna, e il direttore del Comune di Salerno, Matteo Picardi.

 

Presenti anche i rappresentanti sindacali di Cgil, Cisl, Uil e Csa. Folta delegazione della Csa tra cui il segretario aziendale del Comune, Angelo Napoli, ed i componenti Rsu, Claudio Vuolo e Giovanni De Luca della polizia municipale e il componente del direttivo provinciale del Csa comparto polizia locale, Antonio Pagano.

 

 

La delegazione sindacale della Csa provinciale ha dichiarato la propria non disponibilità a siglare l’accordo, evidenziando diverse questioni irrisolte che alimentano la discordia. Tra i punti critici, spiccano la mancata adozione di un regolamento per le progressioni verticali, la controversia sull’azzeramento dell’anzianità di servizio per i lavoratori con progressione, e la violazione di accordi riguardanti la Polizia Municipale.

 

Secondo il Csa, la mancanza di un regolamento per le progressioni verticali costituisce un serio rischio, considerando anche la presenza di ricorsi al TAR. Inoltre, la modifica proposta all’articolo 14, che prevede l’azzeramento dell’anzianità di servizio, viene contestata come una possibile violazione di legge, mettendo a rischio il futuro del personale del Comune.

 

Le tensioni sono ulteriormente alimentate dalla violazione di accordi sottoscritti per la Polizia Municipale. Tra le accuse, il mancato rispetto dei compensi per i lavoratori partecipanti agli eventi sportivi, la mancata fornitura di divise invernali, e ritardi in progetti di riqualificazione e forniture di attrezzature.

 

“Di fronte a queste criticità, abbiamo deciso di non sottoscrivere l’accordo, annunciando l’intenzione di richiedere un incontro urgente con il sindaco, anche l’assessore al Personale, per ottenere chiarimenti e rassicurazioni. In caso di mancato riscontro, il sindacato minaccia di avviare la procedura di raffreddamento dei conflitti presso la Prefettura di Salerno”, ha detto Angelo Rispoli, segretario generale della Csa provinciale.

 

Il Comune di Salerno si trova ora ad affrontare una situazione delicata, con la possibilità di uno sciopero imminente da parte dei dipendenti se le divergenze non verranno risolte tempestivamente.