Richiesta di un incontro urgente al Prefetto in merito ad insostenibili situazioni di sovraffollamento al Pronto Soccorso del Ruggi.

0
19
Una veduta esterna dell'ospedale Ruggi d'Aragona di Salerno, in una foto tratta dal sito della struttura ospedaliera, 5 maggio 2018. E' una polacca di 33 anni residente a Giffoni Valle Piana (Salerno), la donna che nella serata del 4 maggio, eludendo la sorveglianza interna, ha prelevato il proprio bambino di circa un mese dall'ospedale Ruggi d'Aragona facendo poi perdere le tracce. La donna, al momento del parto avvenuto il 28 marzo scorso, è apparsa subito in un evidente stato di ebbrezza alcolica che ha fatto scattare la segnalazione al Tribunale dei Minorenni di Salerno già a conoscenza, peraltro, della delicata situazione della donna, che ha altri due figli non affidati a lei. Di qui la disposizione del tribunale che le consentiva solo di allattare il figlio in ospedale ma non di portarlo a casa. ANSA/ SITO OSPEDALE RUGGI D'ARAGONA +++ HO - NO SALES, EDITORIAL USE ONLY +++
Gioielleria Juliano a Salerno, scegli il regalo per San Valentino

pubblichiamo la lettera inviata al Prefetto di Salerno Dr. Francesco Russo in merito alla situazione del Pronto Soccorso all’ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona

Al Prefetto di Salerno

Francesco Russo

 

Egregio signor Prefetto,

Ci rivolgiamo a Lei per chiederLe un incontro urgente, di concerto con l’ASL, per intervenire in merito al sovraffollamento del Pronto Soccorso dell’Ospedale San Giovanni di Dio Ruggi d’Aragona, causato da tagli e chiusure che interessano quasi tutti gli ospedali della provincia.

La dirigenza dell’ASL ne è ben a conoscenza eppure non fa nulla per affrontare le criticità più volte denunciate (si allegano precedenti solleciti) e che si sono presentate anche nella serata di ieri, 31 ottobre 2022, sin dalle ore 20.30, quando al Pronto Soccorso del Ruggi si sono trovate sessanta persone in attesa di essere visitate e già quattro autoambulanze ferme con i pazienti all’interno. Una situazione che mette a rischio i cittadini, gli operatori e l’intera città di Salerno, soprattutto in una serata prefestiva.

Chiediamo pertanto un incontro urgente da convocare con Lei, i dirigenti dell’ASL di Salerno ele associazione firmatarie, per porre fine a fine a questa grave situazione di emergenza e per venire a conoscenza delle volontà e delle azioni che ASL e dirigenza dell’Ospedale San Giovanni di Dio Ruggi d’Aragona vogliono mettere in campo ed affrontarle insieme.

La ringraziamo anticipatamente e restiamo in attesa di un riscontro.

Salvatore Raimondi

Responsabile Dipartimento Sanità Medicina Democratica sezione di Salerno

Lorenzo Forte

Presidente Medicina Democratica sezione di Salerno

Vinicio Colangelo

CittadinanzAttiva e Tribunale per i Diritti del Malato

Margaret Cittadino

CittadinanzAttiva e Tribunale per i Diritti del Malato

Malafemmena Antica Trattoria Napoletana a Salerno

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here