Il resto della settimana, Peppe Servillo in Sala Pasolini martedì 25.

Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella gestione dei social network come Facebook, Instagram, Linkedin
Università telematica Unicusano presso il learning center di Pagani sede di esame
CartolibreriaShop.it acquista online tutti i prodotti per la scuola e per l'ufficio. Zaini, astucci, colori, penne, quaderni, raccoglitori, evidenziatori, Stabilo, Legami Milano, Eastpack, Invicta, Pool Over, Panini, Seven
Laurea online presso l'Università telematica Unicusano Salerno sede di esame
Compro oro e argento usato, negozi Gold Metal Fusion a Salerno, Battipaglia, Nocera Superiore, Agropoli, Vallo della Lucania. Quotazioni dell'oro in tempo reale, pagamento in contanti immediato, oggetti inviati alla fusione.
Caliani, atelier di abiti da sposa e sposo a Salerno ed Avellino, Jesus Peiro, Nicole Milano, Thomas Pina, Tombolini

Deposito bagagli e valigie a Salerno a 200 metri dalla stazione di Salerno. Prenota il ritiro dei tuoi bagagli con SalernoBagagli.com
Gioielleria Juliano a Salerno, scegli il regalo perfetto per te o per chi ami tra i gioielli di Giovanni Raspini, Mirko Visconti, Marcello Pane, Donna Oro, gli orologi Philip Watch, Seiko
Salerno Immobiliare è un’agenzia immobiliare che fornisce supporto e strumenti ai clienti in cerca di immobili in affitto e in vendita
TEATRO Diana 
    SALA PASOLINI
               di Salerno
 
martedì  25 gennaio – ore 21

IL RESTO DELLA SETTIMANA

dal testo di MAURIZIO DE GIOVANNI

Peppe Servillo

e

Cristiano Califano

Peppe Servillo, accompagnato dal chitarrista Cristiano Califano, legge alcuni brani tratti dal libro di Maurizio De Giovanni intitolato Il resto della settimana.

Il titolo rimanda al tempo trascorso in un piccolo bar dei quartieri spagnoli a Napoli, prima e dopo la partita degli Azzurri.

Un gruppo variegato di persone, senza barriere di censo, si dà appuntamento lì per commentarei fatti calcistici e non della settimana. Ciascuno svela di sé non solo la propria natura di tifoso ma anche quella umana tout court,  svelando l’umore e la storia di una città meravigliosa che resta da sempre un vero e proprio teatro all’aperto.

A Napoli il tempo si ferma tra una domenica pomeriggio e l’altra, quando tutti si raccolgono intorno ad un pallone e le differenze sociali sbiadiscono fino a scomparire.

Siamo dentro un bar della città vecchia, colorato dagli archetipi della società partenopea, tra una sfogliatella, un fritto fumante e l’ultimo pettegolezzo, con il sottofondo di un chiacchiericcio diffuso che molto rappresenta la città.

Peppe Servillo prende per mano lo spettatore e lo accompagna attraverso gli odori, che salgono tra i tavolini di questo luogo di ritrovo, e le viuzze piene di vita, di passioni, di paure dei suoi abitanti. Lo introduce in un flusso palpitante di esistenza quotidiana, che si nasconde dietro la sensuale passione per il calcio che Napoli possiede.