Enoteca Provinciale di Salerno fra storia, tradizione ed enogastronomia (Intervista video a Ferdinando Cappuccio)

Deposito bagagli e valigie a Salerno a 200 metri dalla stazione di Salerno. Prenota il ritiro dei tuoi bagagli con SalernoBagagli.com
Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella gestione dei social network come Facebook, Instagram, Linkedin
Salerno Immobiliare è un’agenzia immobiliare che fornisce supporto e strumenti ai clienti in cerca di immobili in affitto e in vendita
MarketIervolino.it il negozio online di intimo donna e uomo, biancheria per la casa, prodotti per l'infanzia
CartolibreriaShop.it acquista online tutti i prodotti per la scuola e per l'ufficio. Zaini, astucci, colori, penne, quaderni, raccoglitori, evidenziatori, Stabilo, Legami Milano, Eastpack, Invicta, Pool Over, Panini, Seven
Caliani, atelier di abiti da sposa e sposo a Salerno ed Avellino, Jesus Peiro, Nicole Milano, Thomas Pina, Tombolini

Gioielleria Juliano a Salerno, scegli il regalo perfetto per te o per chi ami tra i gioielli di Giovanni Raspini, Mirko Visconti, Marcello Pane, Donna Oro, gli orologi Philip Watch, Seiko
Compro oro e argento usato, negozi Gold Metal Fusion a Salerno, Battipaglia, Nocera Superiore, Agropoli, Vallo della Lucania. Quotazioni dell'oro in tempo reale, pagamento in contanti immediato, oggetti inviati alla fusione.
Università telematica Unicusano presso il learning center di Pagani sede di esame

 

“San Matteo fra storia, tradizione ed enogastronomia”

Un evento tutto salernitano quello organizzato dall’Enoteca Provinciale di Salerno, tenutosi a partire dalle 19.30 di ieri nella stessa sede dell’Enoteca in Via Mercanti. Fra gli ospiti Mario Pantalone, Paolo Romano, Marco Ferraiolo e Ferdinando Cappuccio.

Nata nel 2003 l’Enoteca Provinciale di Salerno è riuscita, nell’arco di pochi anni, ad inglobare gran parte delle aziende vitivinicole del territorio salernitano, per un totale di 36 aziende.

L’Enoteca nasce con lo scopo di diffondere la conoscenza del patrimonio vitivinicolo nel rispetto e nella tutela delle identità enologiche locali. E questo in sintonia con la volontà dei produttori locali di recuperare e valorizzare le varietà tradizionali e autoctone che, sin dall’antichità, hanno garantito vini di grande pregio e tipicità.