Comune di Salerno, giornalisti a Palazzo di Città solo con lasciapassare e per appuntamento. L’Ordine non ci sta.

Caliani, atelier di abiti da sposa e sposo a Salerno ed Avellino, Jesus Peiro, Nicole Milano, Thomas Pina, Tombolini

CartolibreriaShop.it acquista online tutti i prodotti per la scuola e per l'ufficio. Zaini, astucci, colori, penne, quaderni, raccoglitori, evidenziatori, Stabilo, Legami Milano, Eastpack, Invicta, Pool Over, Panini, Seven
MarketIervolino.it il negozio online di intimo donna e uomo, biancheria per la casa, prodotti per l'infanzia
Salerno Immobiliare è un’agenzia immobiliare che fornisce supporto e strumenti ai clienti in cerca di immobili in affitto e in vendita
Laurea online presso l'Università telematica Unicusano Salerno sede di esame
Deposito bagagli e valigie a Salerno a 200 metri dalla stazione di Salerno. Prenota il ritiro dei tuoi bagagli con SalernoBagagli.com
Università telematica Unicusano presso il learning center di Pagani sede di esame
Ecommerce di successo è un programma di Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella consulenza e nella realizzazione di siti web di commercio elettronico integrate con Amazon, Ebay e i migliori marketplace
Gioielleria Juliano a Salerno, scegli il regalo perfetto per te o per chi ami tra i gioielli di Giovanni Raspini, Mirko Visconti, Marcello Pane, Donna Oro, gli orologi Philip Watch, Seiko
Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella gestione dei social network come Facebook, Instagram, Linkedin

Fin qui a dividere l’opinione pubblica a Salerno era l’obbligatorietà del green pass.

Da qualche ora, invece, è polemica per il ‘press-pass’, il badge voluto dalla Giunta comunale per consentire l’ingresso della stampa in Comune.

Il provvedimento è stato varato lo scorso 5 novembre dalla Giunta ed è contenuto all’interno del disciplinare di accesso al Palazzo di Città. Il regolamento, si legge in una nota diffusa dall’ex magistrato e neo assessore alla Trasparenza e alla Sicurezza, Claudio Tringali, ha l’obiettivo “di elevare i livelli di sicurezza e realizzare un ordinato afflusso agli uffici amministrativi e alle sedi della politica”.

Giornalisti, fotoreporter ed operatori televisivi, per accedere al Comune, dovranno dunque prima essere identificati, dopodiché riceveranno un badge. Ma all’interno del disciplinare si precisa che l’ingresso “è comunque sempre subordinato al previo appuntamento, fatta eccezione per le sedute di Consiglio comunale, le conferenze stampa e le manifestazioni pubbliche”.

Eventuali violazioni saranno punite con una sanzione amministrativa che va dai 25 ai 500 euro.

Per l’Amministrazione comunale con l’approvazione del disciplinare si è voluto “ricercare un equilibrato e ragionevole contemperamento tra le esigenze di sicurezza da un lato e quelle della libertà di informazione dall’altro, valori entrambi di rango costituzionale meritevoli di equa tutela”.

Ma le regole stabilite dal Comune non hanno trovato la condivisione dell’Ordine dei Giornalisti della Campania che già in precedenza aveva denunciato la scelta – adottata nei giorni successivi all’inchiesta giudiziaria che ha travolto il Comune – di negare l’ingresso dei giornalisti all’interno del Palazzo di Città.

“L’Ordine dei giornalisti della Campania denuncia il regolamento medievale e anticostituzionale emanato dal Comune che, nel mezzo di un’inchiesta giudiziaria che coinvolge l’Amministrazione, consente l’accesso ai giornalisti solo su appuntamento e con badge con multe di 500 auro per chi non rispetta la normativa”.

“Una disposizione – si sottolinea – che cancella la libertà di informazione e che contrasteremo con ogni azione, anche legale, a tutela dei giornalisti salernitani”. (ANSA).