BMTA, presentata l’edizione 2021.

0
337
Infissi a Salerno con lo sconto del 50% ecobonus - preventivi gratuiti



Atelier Caliani abiti da sposa a Salerno Jesus Peiro Nicole Milano Nicole Couture


Il programma della BMTA è stato illustrato nel corso della Conferenza stampa di stamane presso l’Ordine dei Giornalisti della Campania (Napoli, Vicolo Santa Maria Cappella Vecchia, 8/B). Ha portato il saluto dell’Ordine il Presidente Ottavio Lucarelli.

Erano presenti, in rappresentanza della Regione Campania, Felice Casucci, Assessore regionale alla Semplificazione amministrativa e al Turismo e Rosanna Romano, Direttore Generale per le Politiche Culturali e il Turismo; della Città di Capaccio Paestum il Sindaco Franco Alfieri; del Segretariato generale del Ministero della Cultura Salvatore Buonomo, Segretario regionale del Ministero della Cultura per la Campania; della BMTA il Fondatore e Direttore Ugo Picarelli.

“Il rilancio del settore turistico campano, che ha fatto registrare numeri lusinghieri già nella scorsa estate, continua anche nella fase autunnale attraverso questo tipo di manifestazioni che confermano e sostengono l’attuazione delle linee guida del nostro Piano del Turismo – ha spiegato Felice Casucci, Assessore alla Semplificazione amministrativa e al Turismo della Regione CampaniaIn questo caso i siti archeologici sono intesi come presidio delle tradizioni e del turismo culturale, ma anche vetrina delle nostre eccellenze. Una congiunzione ideale tra tutela e sviluppo che può realizzare ambiziosi obiettivi di crescita. Questa è una iniziativa che apre una nuova stagione nella nostra visione di un turismo culturale inteso come coesione economico-sociale tra le aree interne e quelle costiere. Un’idea, un progetto e una strategia della Giunta De Luca, che sono alla base della offerta turistica integrata della Campania”.

 

“Il Comune di Capaccio Paestum, come mai era accaduto prima, mette quest’anno a disposizione della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico una sede prestigiosa e definitiva, creando così un legame tra l’archeologia industriale di inizio ‘900 e l’antica archeologia della Magna Grecia – ha sottolineato Franco Alfieri, Sindaco di Capaccio Paestum Nell’arco di pochi mesi, infatti, abbiamo preso in locazione l’ex Tabacchificio di Cafasso, un immobile esempio di archeologia industriale che possiede un’importante valore storico-culturale, e lo abbiamo riqualificato in tempi record. Siamo contenti di poterlo finalmente mettere al servizio della nostra Comunità inaugurandolo proprio in occasione di questo importante appuntamento”.

 

“L’auspicio è che al termine di questa rassegna di Paestum risulti sempre più fondamentale il rapporto tra valorizzazione e siti territoriali. Da questo punto di vista le aree archeologiche e i musei della Campania, anche quelli meno conosciuti, sono coinvolti nel grande progetto regionale che intende creare una piattaforma condivisa e programmatica – ha sottolineato Rosanna Romano, Direttore Generale per le Politiche Culturali e il Turismo della Regione Campania Ne parleremo nell’ambito della BMTA il prossimo 25 novembre con il convegno incentrato sul tema dei Beni Culturali, tra risorse e bisogni. Perché la migliore garanzia di successo è che la programmazione parta da un processo di condivisione che intende valorizzare le singole vocazioni dei territori, generando quel valore aggiunto che, proprio grazie ai processi culturali strutturali, provoca il cambiamento e il progresso nelle comunità locali”.

 

“L’impegno da parte del Ministero è stato notevole su questa iniziativa – ha spiegato Salvatore Buonomo, Segretario regionale del Ministero della Cultura per la CampaniaQuesto perché riteniamo che la Borsa sia un’occasione per promuovere la conoscenza, alla base di tutte le attività che devono scuotere le coscienze. Il programma del Ministero è accattivante e rientra in una più strategia di valorizzazione più ampia”.

 

 

 

Infine Ugo Picarelli, il Fondatore e Direttore della BMTA, così è intervenuto:

“Un forte grazie al Sindaco Franco Alfieri che, con il suo impegno a riqualificare il Tabacchificio Cafasso in tempi brevi (solo 40 giorni), dopo 22 anni ci consente di dimostrare che al Sud con centri espositivi adeguati e non precari si possono realizzare iniziative di valore internazionale e riscuotere attenzione da parte delle istituzioni, degli addetti ai lavori, del grande pubblico, della stampa. Il Parco Archeologico di Paestum e Velia, per il quale fu ideata nel 1998 la BMTA per affiancare il processo di valorizzare del sito inserito da quell’anno nel patrimonio mondiale dell’umanità, aprirà le porte della città antica e del Museo ai numerosi relatori, espositori, giornalisti, visitatori, grazie alla preziosa collaborazione del Direttore a interim Massimo Osanna e del consigliere di amministrazione Alfonso Andria, che da Presidente della Provincia volle sostenere la BMTA fin dalla nascita e poi accompagnarla nel corso delle sue 22 edizioni, avendo sempre al suo fianco, ora quale Presidente Onorario della Borsa, Mounir Bouchenaki, che all’epoca della candidatura del sito all’Unesco ne era Direttore dell’Ufficio del Patrimonio e subito dopo Vice Direttore Generale per la Cultura. La Borsa dal 1998, per 22 anni, ha costituito una “best practice” per la valorizzazione del sito Unesco, offrendo opportunità per quanti ne abbiano colto la valenza. Ora, consapevoli di fare ancor di più la propria parte, la BMTA si fa artefice di tre visioni, da consegnare ai soggetti titolati perché le rendano fattibili e attuabili a breve e medio termine: una internazionale, una nazionale e una locale.

 

La Regione Campania è presente con un ampio spazio espositivo di 200 mq, grazie all’Assessore al Turismo Felice Casucci e al Direttore Generale per le Politiche Culturali e il Turismo Rosanna Romano, che hanno reso possibile anche la partecipazione dei buyer europei selezionati dall’Enit e dei buyer nazionali, protagonisti nell’educational e nel workshop di sabato 27 novembre ore 10-18 per l’incontro con gli operatori turistici dell’offerta e che hanno messo in campo incontri, attività e un catalogo online per promuovere il patrimonio archeologico campano non solo dei grandi attrattori, ma soprattutto delle aree interne, alle quali tanto tiene il Presidente Vincenzo De Luca, che dal 2018 ha inserito la BMTA nel calendario ufficiale delle fiere della Regione (con Londra, Berlino, Madrid, Mosca, Milano, Rimini) dandole rilancio e prestigio”.

 

LA BMTA IN SINTESI

100 tra conferenze e incontri in 5 sale in contemporanea, 400 tra moderatori e relatori, 150 espositori (ben 18 Regioni, il Ministero della Cultura con 500 mq e i prestigiosi Parchi e Musei autonomi) da 20 Paesi, 40 buyer tra europei e nazionali, oltre ad ArcheoVirtual (Mostra Internazionale di Archeologia Virtuale con 10 produzioni), ArcheoExperience (i Laboratori di Archeologia Sperimentale) e ArcheoStartup (14 imprese giovanili del turismo culturale). Questi i numeri della XXIII Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico, da giovedì 25 a domenica 28 novembre a Paestum nella location definitiva del Tabacchificio Cafasso, sito di archeologia industriale “simbolo della Piana del Sele”, così definito da Gillo Dorfles.

 

Dalla BMTA si irradieranno tre proposte: una di valenza internazionale, una seconda nazionale e un’ultima locale:

INTERNAZIONALE

– la Candidatura al Consiglio d’Europa dell’Itinerario Culturale Europeo “Mediterranean Underwater Cultural Heritage”, nel 20° Anniversario della Convenzione UNESCO sulla Protezione del Patrimonio Culturale Subacqueo, in occasione della 1ª CONFERENZA MEDITERRANEA SUL TURISMO ARCHEOLOGICO SUBACQUEO (venerdì 26 novembre);

 

NAZIONALE

– nei Parchi Nazionali le auto elettriche per la mobilità sostenibile in raccordo con le stazioni servite dai treni regionali, partendo dal Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni a cura di ACI e Trenitalia con Federparchi, Confagricoltura, Legambiente, Touring Club Italiano (venerdì 26 novembre);

 

LOCALE

– “Il Cilento in Prospettiva. Per un modello nazionale di Cultura del Territorio”

Il progetto nasce dall’incontro di studi ed esperienze condotti sul territorio dalla direttrice del Museo Mig Mamei Ludovica Grompone, dall’alfiere del lavoro Angela D’Angelo, dalla ricercatrice dell’Istituto di Ricerca su Innovazione e Servizi per lo Sviluppo del Consiglio Nazionale delle Ricerche Martina Bosone, i quali si incontrano nell’Associazione Italiana Giovani per l’UNESCO nel 2020 e decidono di lavorare insieme a un progetto di territorio, che parta dalle comunità resilienti nell’ambito del progetto Rete per il Sud, ideato dai rappresentanti del Comitato Campania dell’Associazione Italiana Giovani per l’UNESCO Gaia Daldanise e Stefano Fusco e dal socio Roberto Pontecorvo, in collaborazione con la coordinatrice d’area Sud AIGU Chiara Ficarra.

L’Associazione, dunque, è incubatore di idee di giovani tecnici e politici, che fanno rete sul territorio locale, regionale e nazionale con le Istituzioni, ma anche con le realtà pubbliche e private.

“Il Cilento in Prospettiva” diventa l’occasione di ripensare il territorio e rianimarlo con un progetto pilota e alla presenza della Presidente dell’Associazione Chiara Bocchio e dei rappresentanti regionali sarà ufficialmente presentato in due sessioni il 27 e 28 novembre con l’aiuto degli esperti chiamati a confrontarsi sui temi affrontati dal Manifesto Next Generation You, all’interno dei tavoli Nutrire il futuro, La Scuola di tutti, Il new deal della Cultura, Sei la mia Città, al fine di implementare le progettualità già esistenti in Cilento nell’ottica di costruire un modello nazionale di Cultura del Territorio,  che sia sensibile nei confronti delle nuove indicazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza e che possa essere replicato in altri territori del Paese.

L’Associazione Italiana Giovani per l’UNESCO (AIGU), composta da circa 300 giovani tra i 20 e i 35 anni, fra cui studenti, ricercatori, artisti, professionisti, manager e imprenditori, è nata nel 2015 come Comitato Giovani della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO (CNI) per supportare le attività della CNI nel campo dell’educazione, della scienza, della cultura e della comunicazione, promuovendone progetti, valori e priorità attraverso la partecipazione attiva delle giovani generazioni e della società civile in iniziative ed eventi di rilevanza nazionale.

Per la qualità dei progetti e la solida struttura organizzativa, l’Associazione è stata riconosciuta da UNESCO come una delle migliori pratiche di partecipazione giovanile ai programmi UNESCO da esportare a livello internazionale.

 

La BMTA è promossa da Regione Campania, Città di Capaccio Paestum e Parco Archeologico di Paestum e Velia ed è ideata e organizzata dalla Leader srl.

 

Per l’accesso al Tabacchificio sarà richiesto il Green pass (che certifica la guarigione, la vaccinazione o un tampone effettuato nelle ultime 48 ore) il controllo della temperatura e l’utilizzo della mascherina.

Coloro che provengono da Paesi Extra UE dovranno presentare un certificato di vaccinazione in lingua inglese, che confermi l’effettuazione e il tipo di vaccino approvato da EMA.

Per i visitatori della BMTA all’esterno del Tabacchificio sarà allestito un servizio di test rapidi antigenici al costo di euro 5,00 euro grazie ai Centri Verrengia, partner sanitario della BMTA.

Il servizio sarà attivo a partire da mercoledì 24 novembre, il giorno che precede la data di inizio dell’evento.

 

  Il programma della BMTA 2021:

https://www.borsaturismoarcheologico.it/giovedi-25-novembre/

https://www.borsaturismoarcheologico.it/venerdi-26-novembre/
https://www.borsaturismoarcheologico.it/sabato-27-novembre/

https://www.borsaturismoarcheologico.it/domenica-28-novembre/

compra mi piace facebook, follower instagram, follower tik tok, ed  aumenta la tua visibilità del 300% in soli 2 giorni

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here