“PREMIO ALLA CULTURA” DEL CLUB ROTARY DUOMO AL LICEO SEVERI DI SALERNO

0
1175

Grazie alla realizzazione di una preziosa “Guida Grafico Artistica” della Cattedrale di Salerno, di settanta pagine, composta da 73 schede e con allegato un Dvd multimediale che consente di vivere un viaggio a colori dall’esterno e all’interno del Duomo di Salerno, gli studenti del Liceo Scientifico “Francesco Severi” di Salerno hanno vinto la quinta edizione del “Premio Cultura”, organizzato dal Club Rotary Salerno Duomo, presieduto dal dottor Natalino Barbato, in collaborazione con il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Salerno nella persona del professor Sebastiano Martelli. “Il premio, ideato nel 2009 dai soci Matteo De Roberto e Alfredo Marra , ha coinvolto gli alunni e i docenti di sette scuole superiori salernitane in un’iniziativa finalizzata a un approfondimento della storia, della cultura, della tradizione della realtà sociale di Salerno”, ha spiegato il Presidente Barbato che ha premiato i vincitori delle sette scuole: Licei Classici De Sanctis e Tasso; Licei Scientifici Da Vinci e Severi; Istituto Nautico Giovanni XXIII; Istituto Santa Caterina – Amendola e Istituto Alberghiero Virtuoso che sono stati giudicati da una commissione presieduta dal professor Martelli, con la professoressa Maria Rosaria Grillo e il socio rotariano Giuseppe Cimino. Secondi classificati gli studenti del Liceo Statale “Francesco De Sanctis” di Salerno che hanno presentato il progetto “Nostos. Itinerari della memoria”, un archivio multimediale, che sarà arricchito nel corso degli anni, che raccoglie la memoria storica della nostra Città e della nostra Nazione: dalla seconda guerra mondiale, alle migrazioni di ieri e di oggi. Terzi classificati ex aequo l’Istituto Alberghiero “Roberto Virtuoso” e il Liceo Classico “Torquato Tasso: il primo ha presentato il progetto” Esperienze in 3R: Ricordi, Racconti, Rivisitazioni” realizzato insieme a degli anziani con i quali hanno visitato i luoghi del centro storico e, partendo dalla loro memoria, ricostruito le ricette di piatti tipici raccolti in un vero e proprio ricettario; il secondo ha presentato il progetto “Scriviamo la storia. Il Castello Arechi” consistente nella realizzazione di un Dvd nel quale si racconta, anche attraverso le suggestive immagini degli esterni e degli interni, la storia del castello longobardo. Segnalati i lavori realizzati dagli alunni del Liceo Scientifico “Leonardo da Vinci”; dell’istituto “Santa Caterina Amendola” e “Giovanni III”. Durante la serata sono state consegnate targhe ed attestati a tutti coloro che hanno partecipato attivamente, durante l’anno, ai progetti del Club: “Una porta per la vita” che ha consentito, grazie ai contributi non solo del Club Rotary Duomo, ma anche di altri Club Rotary e del Distretto 2100, di fornire 21 porte al reparto di Malattie Infettive, settore Malati di AIDS, dell’Azienda Ospedaliera Ruggi di Salerno, per consentirne l’apertura; “Dipendenze nelle scuole”, che aveva per tema “Il fumo dipendenza o abitudine? Perché evitarlo” rivolto alle prime classi degli Istituti Superiori di Salerno, che ha edotto sui danni provocati dal fumo 1398 alunni alcuni dei quali: Francesca Maria Grimaldi, Salvatore Bifolco, Giorgia Ventra e Matteo D’Arienzo, hanno realizzato un cortometraggio sul fumo molto apprezzato dai ragazzi delle scuole e non solo; “Le Domeniche della Salute”, che ha consentito ai medici rotariani, coordinati dai Past President Francesco Dente e Pacifico Marinato, con la collaborazione delle volontarie dell’associazione Oasi : Ada Giulio, Fausta Dicuzzo e Saba Bilanzuoli, di visitare gratuitamente, per varie patologie, circa 350 persone della Zona Orientale; “Conoscere la Tubercolosi”, rivolto agli operatori delle forze di Polizia, dei Carabinieri e delle Prefetture che, grazie a degli esperti, hanno potuto apprendere come conoscere, curare e difendersi dall’infezione; “Salerno Città Cardioprotetta” che nato nel 2014, promosso da vari Club Rotary, ha consentito di assegnare 23 defibrillatori nella nostra città; finanziamento del progetto “Polio Plus” grazie al concerto di Uto Ughi al Teatro Verdi di Salerno organizzato insieme ad altri Club del territorio ed al Distretto 2100 che ha consentito anche di finanziare due mense dei poveri della città; “Aiuto alle famiglie indigenti” realizzato con i giovani soci del Rotaract Salerno Duomo,   presieduto da Raffaele De Simone, che prevedeva l’attivazione di una convenzione con il Banco Alimentare per fornire alimenti a 23 famiglie indigenti del territorio ; “Un Cavallo per Amico”, un progetto che prevedeva un contributo all’Istituto Rita Levi Montalcini per portare a termine il progetto di ippoterapia rivolto a 36 alunni dai 4 ai 14 anni, con disabilità. Ricordati anche i progetti: ; “Dignità per le donne del Benin” e “ Honduras”. Premiati anche: i dottori Alfonso Pellegrino, Laura Sisalli , Antonio Dente, Michele Pellegrino, Giuseppe Palladino, Giovanni e Licia Valeriani, , ; Fabio De Luca, Maria Rosaria Trifone con le signore Guarracino e Sibilia; Matteo Marzano, le professoresse Alessandra Granata, Irene Noce, Giovanna Piccirillo e Paola Bisogno,   i professori Raffaele Andolfi, Vincenzo Tropiano, Giorgio Piccininno; i Dirigenti Scolastici Franca Masi, Daniela Novi, Gianfranco Casaburi e Cosimo Petraglia

Aniello Palumbo

 

LASCIA UN COMMENTO