LA PAUL HARRIS DEL ROTARY INTERNATIONAL AL CORPO NAZIONALE DEI VIGILI DEL FUOCO

0
284
Babazar.it le grandi marche abbigliamento donna con il 60% di sconto

La Paul Harris Fellow , la massima onorificenza del Rotary, è stata consegnata dal Presidente del “Club Rotary Salerno A.F.1949”, il dottor Vincenzo Caliendo,   all’ingegner Adriano De Acutis , Vicedirettore Centrale e Dirigente dell’Ufficio di Coordinamento Tecnologico del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, già Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco di Salerno, in occasione dell’80° anniversario dalla Fondazione del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco. “Per l’opera meritoria prestata in tanti decenni nei quali, tra la gente e per la gente, il Corpo dei Vigili del Fuoco è riuscito a conquistarsi la simpatia degli italiani per coraggio, abnegazione e generosità degli i uomini e delle donne dei Vigili del Fuoco che sono eroi ogni giorno”, ha affermato il dottor Caliendo che ha espresso parole di ammirazione e di profonda riconoscenza per il lavoro che i Vigili prestano ogni giorno in ogni parte della penisola. Ulteriore contributo, per presentare l’opera svolta dai Vigili del Fuoco in campo tecnico, è stato dato dal socio del Club, l’ingegner Gaetano Ruocco, che, durante la conviviale rotariana organizzata al Grand Hotel Salerno, intitolata “Vigili del Fuoco: l’evoluzione delle attrezzature e dei mezzi di intervento in 80 anni di storia”, ha sottolineato la grande collaborazione offerta dai responsabili dei Vigili del Fuoco, nell’ambito della sua attività professionale:” In sede di valutazione tecnica dei progetti e dei manufatti, ricevo sempre importanti consigli e suggerimenti”.

L’ingegner De Acutis ha brevemente ricordato le tappe salienti della costituzione dei Vigili del Fuoco in Italia e, attraverso delle slide, mostrato l’evoluzione tecnologica che ha accompagnato i Vigili del Fuoco dalla costituzione ad oggi, sia per quanto riguarda gli automezzi che le attrezzature, fino alle divise, più correttamente denominate dispositivi di protezione individuale. De Acutis ha spiegato che i Vigili del Fuoco sono chiamati per interventi di vario tipo: ” Dal gattino salito su un albero, all’apertura di porte, a crolli, incendi, alluvioni. Abbiamo colonne mobili sempre pronte a partire in caso di calamità. La nostra attività è di soccorso, ma anche di prevenzione”. Al Comando dei Vigli Del Fuoco di Salerno, diretto dal nuovo Comandante , la dottoressa Rosa D’Eliseo, fanno capo oltre cinquecento persone, per la gestione della parte operativa e circa ottanta che si occupano della gestione amministrativa.. “Il Comando di Salerno, che è tra i primi dieci in Italia, fa circa 15.000 interventi l’anno. Un cittadino ogni 65, in Provincia di Salerno, ogni anno chiama i Vigili del Fuoco”. De Acutis ha anche spiegato che per un vigile del fuoco è fondamentale avere una buona forma fisica :” Tutti coloro che partecipano ai concorsi per entrare nei Vigili del Fuoco devono superare delle prove fisiche molto selettive. Con le “Fiamme Rosse” abbiamo delle eccellenze sportive di livello mondiale”. Alla serata ha partecipato anche  l’ingegner Chiara Cimmino dei Vigili del Fuoco e  la dottoressa Nansi Vallarino  del “Rotary Club Sarandí Grande” del Distretto Ante Bios (Uruguay). FOTO DI RAFFAELE BRESCIA MORRA).

Aniello Palumbo

 

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO