XXXII Edizione del “Trittico del Sole -Trofeo Belmonte” allo “Yachting Club Salerno” vinto da “Ossoduro” di Francesco Saverio D’Ambrosio.

CartolibreriaShop.it acquista online tutti i prodotti per la scuola e per l'ufficio. Zaini, astucci, colori, penne, quaderni, raccoglitori, evidenziatori, Stabilo, Legami Milano, Eastpack, Invicta, Pool Over, Panini, Seven
Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella gestione dei social network come Facebook, Instagram, Linkedin
Università telematica Unicusano presso il learning center di Pagani sede di esame
Deposito bagagli e valigie a Salerno a 200 metri dalla stazione di Salerno. Prenota il ritiro dei tuoi bagagli con SalernoBagagli.com
Caliani, atelier di abiti da sposa e sposo a Salerno ed Avellino, Jesus Peiro, Nicole Milano, Thomas Pina, Tombolini

Salerno Immobiliare è un’agenzia immobiliare che fornisce supporto e strumenti ai clienti in cerca di immobili in affitto e in vendita
MarketIervolino.it il negozio online di intimo donna e uomo, biancheria per la casa, prodotti per l'infanzia
Gioielleria Juliano a Salerno, scegli il regalo perfetto per te o per chi ami tra i gioielli di Giovanni Raspini, Mirko Visconti, Marcello Pane, Donna Oro, gli orologi Philip Watch, Seiko
Laurea online presso l'Università telematica Unicusano Salerno sede di esame

“Ossoduro” l’imbarcazione dell’armatore Francesco Saverio D’Ambrosio, del “Club Velico Salernitano”, con l’equipaggio composto da Francesco Landi, Arianna Santacroce, Danilo Santonicola, e Giuseppe Manganelli, ha vinto per la prima volta il “Trofeo Angelo Maria Belmonte” uno challenge assegnato a titolo definitivo all’armatore che si aggiudica per tre edizioni consecutive il “Trittico del Sole” giunto alla trentaduesima edizione. Il “Trofeo Angelo Maria Belmonte” è dedicato al socio fondatore dello “Yachting Club Salerno”, marito dell’avvocato Diana De Bartolomeis, presidente del sodalizio, che ogni anno, attraverso questa importante manifestazione, fa rivivere il ricordo dell’imprenditore salernitano, grande appassionato di vela. La presidente De Bartolomeis, insieme alle due figlie Serena e Veronica Belmonte, ha premiato, l’armatore Francesco Saverio D’Ambrosio e il suo equipaggio. Seconda classificata, sempre nella categoria “Regata”, è stata la barca “Donna Beatrice III” di Cosma Maiorano e al terzo posto si è classificata la barca “X-Tension” di Roberto Guerrasio, entrambe della “Compagnia della Vela di Salerno. Il Trofeo Challenge dello “Yachting Club Salerno” è stato invece vinto dall’imbarcazione “Ciao Dalma” di Vincenzo Trapanese, della “Lega Navale Italiana” di Agropoli, nella classe “Rating FIV”. Seconda classificata, nella stessa classe, l’imbarcazione “Ala Di Mare” dell’armatore Fabio Di Giacomo dello “Yachting Club Salerno”.   Terza classificata l’imbarcazione “Vajra” dell’armatore Marcello Boscaino, della “Compagnia della Vela” di Salerno.  Nel raggruppamento “ORC /Gran Crociera” al primo posto si è classificata l’imbarcazione “Mishalai” di Silvia Lepore della “Lega Navale Italiana” di Agropoli; al secondo posto “Giaros” di Giuseppe Palladino della “Compagnia della Vela” di Salerno e al terzo posto “Stella” di Antonio Del Baglivo, della “Lega Navale di Agropoli.  Un riconoscimento per la loro bravura, professionalità e puntualità è stato consegnato ai Giudici di Regata: Roberto Miraglia, Dino Cutrupi, Bruno Cianciulli e ai posaboe Alessandro Mare e Francesco Ardimento. Riconoscimenti anche a Serena Carluccio e Serena D’Arcangelo e un ringraziamento speciale per Maria e Peppe Gallo e Nino De Vito che hanno seguito le regate con le loro barche di appoggio alla giuria. La serata di gala, tenutasi sabato sera nella sede dello “Yachting Club Salerno”, all’interno del Porto Masuccio Salernitano, è stata presentata dal Presidente del “Club Avvelenati”, Cosimo Maiorino Balducci, che ha ricordato come si sono svolte le regate nei giorni1 e 2 giugno:” Hanno partecipato venti imbarcazioni. Nella prima giornata le gare si sono disputate su un percorso a “bastone” delimitato da boe, nel tratto di mare antistante il Porto Turistico Masuccio Salernitano. La seconda giornata di gare si è svolta sul percorso lungo che arrivava fino a Capo d’Orso”.

Alla serata hanno partecipato  le autorità che hanno sempre seguito e sostenuto l’importante manifestazione velica: il Consigliere Regionale Franco Picarone, presidente della “Consulte del Mare”,  ha portato i saluti del Governatore Vincenzo De Luca e  ricordato  di essere  il firmatario di una legge sui Circoli Nautici:” Abbiamo istituito l’Associazione dei Circoli Nautici Campani che con l’adesione di circa trenta Circoli Nautici , anche storici,  coltiva l’amore per il mare e  promuove la “Giornata Nazionale del Mare e della Cultura Marina” che si svolge l’11 aprile. Abbiamo costituito anche una “Consulta del Mare”, di cui sono presidente, che sta lavorando   per la realizzazione della blue-economy per sviluppare l’economia del mare nella nostra Regione”.  A portare i saluti del Sindaco Vincenzo Napoli è stata l’Assessore al Bilancio Eva Avossa, grande amica della presidente Diana De Bartolomeis:” Organizza tanti eventi culturali e questa manifestazione di eccellenza che diffonde l’amore e il rispetto per il mare”. L’avvocato Nello Talento, già Consigliere Nazionale del CONI, componente dell’associazione “Sport e Salute, è sempre presente alla cerimonia di premiazione:” Un appuntamento fisso del panorama dello sport salernitano a cui tengo particolarmente, sia per ricordare l’amico Angelo Belmonte, sia per vivere, attraverso questa manifestazione che ha trentadue anni di storia, un momento di sport, di amicizia, di valori e di gioia”. L’Onorevole Guido Milanese, che non è mai mancato alla cerimonia di premiazione, ha sottolineato l’importanza raggiunta dalla regata ”Trittico del Sole”: ”  E’ ormai un evento storico per la nostra città e  rappresenta una pietra miliare nell’ambito degli eventi  sportivi di questo territorio :  esalta la competizione sana, il valore dell’ amicizia e dello sport  ed il  rapporto di questa città con il mare  che ci trasmette emozioni uniche,  condivide le nostre passioni e i sentimenti più profondi dell’animo umano”.   Il Presidente della “Federazione Italiana Vela Campania” Francesco Lo Schiavo, ha ricordato che la manifestazione fa parte ormai della storia velica dell’intera Regione:” Una manifestazione di grande interesse, che attrae gli armatori, gli equipaggi: organizzata ogni anno con grande attenzione ed energia da questo storico Club”. Il presidente Lo Schiavo ha anche annunciato che la manifestazione del “Trittico del Sole” sarà inserita nel calendario nazionale della FIV e ricordato che lo sport velico contribuisce a diffondere la sostenibilità ambientale:” Fa parte del DNA del regatante e anche una regata  può sensibilizzare sulle tematiche legate alla difesa del mare,  a un ambiente più pulito e alla valorizzazione  del territorio: quest’anno come FIV Campania  abbiamo lanciato un nuovo progetto che si chiama “Città della Vela e del Mare” che mette insieme il mondo organizzativo sportivo, che attraverso  i Circoli organizzatori di eventi nazionali ed internazionali punta a valorizzare il mare e la costa campana, con i comuni che ospitano gli eventi sportivi. Consegneremo prossimamente la bandiera “Città della Vela” anche al Comune di Salerno”.  Oltre alle autorità presenti, hanno premiato i velisti vincitori: l’ingegner Nicola Falcone, presidente “Confapi Salerno”; la dottoressa Roberta Puorro, la professoressa Patrizia De Bartolomeis; Veronica e Serena Belmonte, il presidente del “Rotary Club Salerno Est” Camillo De Felice;   il Past President del “Rotary Club Salerno Est” Antonio Sannino; il dottor Raffaele Ansalone, il dottor Camillo Catarozzo, Presidente della “Banca Campania Centro”;  la dottoressa Elena Ostrica,  Presidente del “Centro Artisti Salernitani”, il dottor  Dino Nardiello, Presidente Auto Storiche”  e il Maestro Massimo Buonavita allievo di Luis Bacalov.  Un apporto tecnico all’organizzazione è stato offerto dai soci del “Club Velico Salernitano”, presieduto dall’ingegnere Elena Salzano, dalla Lega Navale di Salerno, presieduta dal dottor Francesco Bavosa, (presenti le Consigliere Serena Carluccio e Mariella Notari).  Oltre ai tanti sponsor e alle istituzioni come la Regione Campania, la Provincia di Salerno , il Comune di Salerno, la Camera di Commercio di Salerno, l’Autorità di Sistema Portuale , la Guardia Costiera,  il CONI, la Federazione Italiana Vela,  hanno sostenuto la manifestazione anche  il “Centro Artisti Salernitani”,  presieduto dalla professoressa  Elena Ostrica; il “Club Auto Storiche di Salerno”, presieduto da Dino Nardiello;  la “International Yachting Fellowship of Rotarians” di Salerno, presieduta dal Commodoro Vincenzo Abate; il  “Centro di Medicina del Lavoro” del dottor Raffaele Ansalone ed anche : “Banca Campania Centro”, “Caffè Motta”, “Il Decoro”, “Travelmar”, “De Santis Serramenti”, “Mie Malangone”, “Ortopedia Salernitana”, “Speed Trans”, “N.S.3000 Rent”, “De Bartolomeis Fisioterapista”, “Centro Lavori Subacquei”.   Commossa ed emozionata, ma soprattutto soddisfatta per il successo della manifestazione la Presidente Diana De Bartolomeis che ha ricordato che il Trofeo Angelo Belmonte è realizzato grazie alla sinergia che si è creata con tutte le atre associazioni velistiche:” Una partecipazione di affetto che mi gratifica e mi emoziona. Anche quest’anno, nonostante i tanti ostacoli burocratici che abbiamo dovuto superare, questa manifestazione è approdata al suo compimento con grande successo”.  La presidente De Bartolomeis ha anche ricordato tutti i nomi delle imbarcazioni e degli armatori che hanno partecipato alla manifestazione: “Donna Beatrice III” di Cosma Maiorano, “X-Tension” di Roberto Guerrasio, “Giaros” di Giuseppe Palladino e “Vajra” di Marcello Boscaino  della “Compagnia della Vela di Salerno; “Diamir” di Andrea Calvanese, “Vela Bianca” di Marianna Fiocco, ”The Sound of Silence” di Giuseppe Squillaro della “Lega Navale Italiana” di Salerno; “Ossoduro” di Francesco Saverio D’Ambrosio, del “Club Velico Salernitano”; “Jupiter” di Carmine Torre, “Stella” di Antonio Del Baglivo”, “Mishalai” di Silvia Lepore, “Ciao Dalma” di Vincenzo Trapanese,  della “Lega Navale Italiana “ di Agropoli;  “Cocoon” di Sebastiano Romanzi, “Balthazar” di Fabrizio Sarracino, “Dakar” di Paola Desiderio, Histria Diva” di Ugo Galluccio, “Finalmente” di Carla Nicolò, della “ASD Marina”; “Athos” di Cosimo Maiorino Balducci, “Ala di mare” di Fabio Di Giacomo, dello “Yachting Club Salerno” e “Wanaka” di Francesco Bove dell’associazione “Azimut”.

Aniello Palumbo