Villa Rufolo a Ravello, Vietri (FdI): non è un bene della Regione Campania, intervenga il ministro Sangiuliano.

Compro oro e argento usato, negozi Gold Metal Fusion a Salerno, Battipaglia, Nocera Superiore, Agropoli, Vallo della Lucania. Quotazioni dell'oro in tempo reale, pagamento in contanti immediato, oggetti inviati alla fusione.
Salerno Immobiliare è un’agenzia immobiliare che fornisce supporto e strumenti ai clienti in cerca di immobili in affitto e in vendita
Deposito bagagli e valigie a Salerno a 200 metri dalla stazione di Salerno. Prenota il ritiro dei tuoi bagagli con SalernoBagagli.com
Caliani, atelier di abiti da sposa e sposo a Salerno ed Avellino, Jesus Peiro, Nicole Milano, Thomas Pina, Tombolini

Ecommerce di successo è un programma di Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella consulenza e nella realizzazione di siti web di commercio elettronico integrate con Amazon, Ebay e i migliori marketplace
MarketIervolino.it il negozio online di intimo donna e uomo, biancheria per la casa, prodotti per l'infanzia
Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella gestione dei social network come Facebook, Instagram, Linkedin
CartolibreriaShop.it acquista online tutti i prodotti per la scuola e per l'ufficio. Zaini, astucci, colori, penne, quaderni, raccoglitori, evidenziatori, Stabilo, Legami Milano, Eastpack, Invicta, Pool Over, Panini, Seven
Gioielleria Juliano a Salerno, scegli il regalo perfetto per te o per chi ami tra i gioielli di Giovanni Raspini, Mirko Visconti, Marcello Pane, Donna Oro, gli orologi Philip Watch, Seiko

“Villa Rufolo non è un bene di proprietà della Regione Campania e dunque la sua gestione deve essere collegiale e non unilaterale. Sono certa che il Ministro per la Cultura Gennaro Sangiuliano si interesserà della vicenda chiarendo il ruolo assunto, in seno alla Fondazione Ravello, dall’amministrazione regionale”.

Lo dichiara, in una nota, la deputata di Fratelli d’Italia Imma Vietri, eletta nel collegio uninominale Agro-Costiera Amalfitana.

“Nel 2007 il Ministero per i Beni e le attività culturali e per il turismo, insieme all’Ept di Salerno, è divenuto socio ordinario della Fondazione Ravello, previo conferimento alla stessa della gestione di Villa Rufolo, di cui era comproprietario insieme all’Ept Salerno, ed ha nominato i suoi rappresentanti in seno al consiglio generale di indirizzo sino al 2018, anno in cui la Fondazione è stata commissariata dalla Regione, che per circa tre anni ne ha mantenuto illegittimamente il controllo assoluto, grazie ad un nuovo statuto approvato da un consiglio generale di indirizzo, che però non ha contemplato più fra i propri componenti alcuna rappresentanza del Ministero. Una esclusione, quella del Mic, inaccettabile ed incomprensibile su cui occorre fare chiarezza al più presto per garantire il rispetto della legalità e la massima trasparenza” conclude Vietri.