Torna a sorridere la Salernitana, importantissima vittoria a Lecce.

Salernitana's Boulaye Dia celebrated by his teammates after scoring the goal during the Italian Serie A soccer match US Lecce - US Salernitana at the Via del Mare stadium in Lecce, Italy, 27 january 2023. ANSA/ABBONDANZA SCURO LEZZI
Università telematica Unicusano presso il learning center di Pagani sede di esame
Salerno Immobiliare è un’agenzia immobiliare che fornisce supporto e strumenti ai clienti in cerca di immobili in affitto e in vendita
MarketIervolino.it il negozio online di intimo donna e uomo, biancheria per la casa, prodotti per l'infanzia
CartolibreriaShop.it acquista online tutti i prodotti per la scuola e per l'ufficio. Zaini, astucci, colori, penne, quaderni, raccoglitori, evidenziatori, Stabilo, Legami Milano, Eastpack, Invicta, Pool Over, Panini, Seven
Gioielleria Juliano a Salerno, scegli il regalo perfetto per te o per chi ami tra i gioielli di Giovanni Raspini, Mirko Visconti, Marcello Pane, Donna Oro, gli orologi Philip Watch, Seiko
Caliani, atelier di abiti da sposa e sposo a Salerno ed Avellino, Jesus Peiro, Nicole Milano, Thomas Pina, Tombolini

Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella gestione dei social network come Facebook, Instagram, Linkedin
Ecommerce di successo è un programma di Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella consulenza e nella realizzazione di siti web di commercio elettronico integrate con Amazon, Ebay e i migliori marketplace
Deposito bagagli e valigie a Salerno a 200 metri dalla stazione di Salerno. Prenota il ritiro dei tuoi bagagli con SalernoBagagli.com

Sembra essere tornato il sereno in casa della Salernitana, grazie a un colpo da 3 punti in casa del Lecce.

Finisce 2-1 a favore della squadra di Davide Nicola, che cancella con un colpo di spugna il difficile momento coinciso con il doppio stop in campionato (Atalanta e Napoli), l’esonero e reintegro del tecnico.

E’ bastata una partenza-sprint nella prima frazione di gioco, a segno con Dia (5′) e Vilenha (20′), con Strefezza (23′) che prova a riaprire la partita, per portare a casa il successo. Gli ospiti nella ripresa gestiscono con assoluta tranquillità il vantaggio, con la formazione di Marco Baroni decisamente in serata-no. Una vittoria, quella dei campania, che arriva dopo quasi tre mesi grazie a una buona prestazione, con il senegalese Dia sugli scudi con gol e assist. Tre punti e sorpasso sul Lecce in classifica, ma giallorossi che conservano un vantaggio al momento tranquillo sul Verona terz’ultimo. Baroni sceglie il tridente offensivo con Oudin, Colombo e Strefezza, con Maleh a centrocampo preferito a Gonzalez. Nicola sul fronte opposto manda subito in campo il nuovo arrivato Troost Ekong, in attacco il duo Piatek-Dia, solo panchina per Crnigoj. Pronti via e passa subito la Salernitana al 5′. Sfera vagante all’imputato dell’area del Lecce per una corta respinta di Pezzella, Dia raccoglie e calcia di prima intenzione dal limite dell’area, conclusione che si insacca all’angolo della porta di Falcone, apparso sorpreso dal fendente dell’attaccante granata Per Dia ottava realizzazione stagionale. Sono gli ospiti a comandare il gioco e mostrarsi più aggressivi, rispetto a un Lecce apparso tramortito dopo la rete subita. E il raddoppio Salernitana si concretizza al 20′. Dia, sempre lui, lavora la sfera al limite dell’area, pallone che raggiunge Vilenha che, a tu per tu con Falcone, non sbaglia. Ospiti avanti per 2-0, ma il Lecce trova il guizzo per riaprire subito i giochi. Azione di sfondamento sulla sinistra con cross a centro area, controllo imperfetto di Strefezza che poi rimedia con un tocco di punta che beffa Ochoa (23′). La rete galvanizza i padroni di casa che ritrovano ritmo e gioco, ma dimostrano una certa imprecisione nella finalizzazione. La partita comincia a farsi spigolosa e ne fanno la spesa Coulibaly e Bradaric, che si prendono un giallo per interventi alquanto rudi. Il Lecce nella ripresa rientra con maggiore intensità alla ricerca del pareggio, ma perde subito Maleh (infortunio e giallo) sostituito da Gonzalez. Baroni si gioca anche la carta Ceeasy (70′) in avanti, che rileva un appannato Colombo. Le squadre si allungano e gli spazi si aprono su entrambi i fronti, ma è la lucidità a mancare. Ancora cambi in casa Lecce: dentro Banda e Akildse, fuori Strefezza e Blin. I ritmi sono un pò calati e gli ospiti provano a gestire il vantaggio, con il Lecce che cerca nuova linfa dagli innesti in corso. Ma i padroni di casa appaiono stanchi, e la Salernitana chiude senza problemi i varchi difensivi. (ANSA)

L’allenatore della Salernitana Davide Nicola ha parlato a DAZN dopo la gara vinta col Lecce per 2-1: “Abbiamo trovato ciò che stavamo cercando. Abbiamo modificato qualcosa a livello tattico. Avevamo bisogno di ritrovare compattezza e abbiamo dato continuità rispetto alla gara col Napoli, cercando ovviamente di essere più propositivi quando c’era la possibilità. La partita mi è piaciuta, così come lo spirito dei ragazzi. Mi sono piaciuti i nuovi arrivati che si sono integrati con grande umiltà. A noi interessa proseguire il nostro cammino. Quella di stasera era una delle gare che possono farci arrivare al nostro obiettivo. Credo nella squadra che alleno. Non parlerei di ultime sette partite senza vittorie visto che c’è stata una sosta di mezzo. Nella prima parte del campionato abbiamo performato e raggiunto 18 punti poi dopo la sosta abbiamo incontrato Milan, Atalanta e Napoli e abbiamo fatto punti col Torino che era forse l’unica gara in cui sperare di raccogliere qualcosa. Noi pensiamo sempre di poter fare punti con tutti però c’è da considerare anche il valore degli avversari e il momento che stavamo attraversando. Non ci nascondiamo contro squadre con cui dobbiamo costruire la nostra salvezza. Stasera era importante, all’andata abbiamo perso prendendo qualche ripartenza e forse era più giusto il pareggio, stasera invece abbiamo ribaltato la situazione ottenendo tre punti importanti. Dia? Ha fatto una partita straordinaria, quello è un ruolo che conosce e interpreta al meglio, è abile a sacrificarsi e poi diventare seconda punta. Da adesso in poi tutti dovranno sacrificarsi per raggiungere l’obiettivo. Non possiamo più permetterci partite in cui non mettiamo sacrificio. Troost-Ekong? Mi aspettavo questo impatto perchè lo conoscevo da Udine. Ci ha dato personalità, prestanza fisica e capacità di aiutare la difesa, anche dal punto di vista vocale. Rispettiamo sempre le qualità degli avversari ma vogliamo anche sempre dimostrare di essere competitivi con tutti, stasera ci siamo riusciti dando continuità alla prestazione col Napoli”.