“Tangentopoli 25 anni dopo”. Antonio Di Pietro all’ Università di Salerno il 27 aprile.

Caliani, atelier di abiti da sposa e sposo a Salerno ed Avellino, Jesus Peiro, Nicole Milano, Thomas Pina, Tombolini

CartolibreriaShop.it acquista online tutti i prodotti per la scuola e per l'ufficio. Zaini, astucci, colori, penne, quaderni, raccoglitori, evidenziatori, Stabilo, Legami Milano, Eastpack, Invicta, Pool Over, Panini, Seven
Università telematica Unicusano presso il learning center di Pagani sede di esame
Deposito bagagli e valigie a Salerno a 200 metri dalla stazione di Salerno. Prenota il ritiro dei tuoi bagagli con SalernoBagagli.com
MarketIervolino.it il negozio online di intimo donna e uomo, biancheria per la casa, prodotti per l'infanzia
Salerno Immobiliare è un’agenzia immobiliare che fornisce supporto e strumenti ai clienti in cerca di immobili in affitto e in vendita
Gioielleria Juliano a Salerno, scegli il regalo perfetto per te o per chi ami tra i gioielli di Giovanni Raspini, Mirko Visconti, Marcello Pane, Donna Oro, gli orologi Philip Watch, Seiko
Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella gestione dei social network come Facebook, Instagram, Linkedin
Ecommerce di successo è un programma di Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella consulenza e nella realizzazione di siti web di commercio elettronico integrate con Amazon, Ebay e i migliori marketplace

Si terrà il 27 aprile 2017, alle ore 10.00, presso l’Aula 2 dell’Ex Facoltà di Lingue dell’Università degli studi di Salerno, il convegno “Tangentopoli 25 anni dopo”. L’incontro, organizzato dal Gruppo Futura, in particolare da Stefano Pignataro, Presidente del Consiglio degli studenti del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Salerno (Associazione Linguisticamente- Gruppo Futura A.U.D) e patrocinato dallo stesso Dipsum, è la seconda parte del convegno “The dark side of Italy- il lato oscuro dell’Italia. Da Tangentopoli ad Expo 2015; cosa è cambiato?”, realizzato nel 2015 e che vide la partecipazione di illustri relatori, da Raffaele Cantone a Corrado Lembo, da Cosimo Sframeli a Gianfranco Donadio. L’incontro “Tangentopoli 25 anni dopo” vedrà la partecipazione straordinaria di Antonio Di Pietro, magistrato protagonista dell’inchiesta Mani Pulite; insieme ad Antonio Di Pietro, prenderanno parte all’iniziativa l’Avvocato Giuseppe Lucibello, storico avvocato di Tangentopoli, il giornalista del Mattino Nazionale Gigi Di Fiore, il professor Pietro Cavallo, docente di Storia Contemporanea. Sarà proiettato, inoltre, un saluto-contributo del noto giornalista d’ inchiesta Sandro Ruotolo. I saluti istituzionali saranno affidati al Magnifico Rettore dell’Unisa, il  professor  Aurelio Tommasetti. Interverranno, inoltre: il Direttore del Dipartimento di Studi Umanistici, la professoressa Rosa Maria Grillo;  il  Direttore del Dipartimento di Scienze Politiche Sociali e della Comunicazione, il professor  Annibale Elia; il  Presidente del Gruppo Futura, Stefano Foresta e Stefano Pignataro. Ad introdurre i relatori sarà il professor  Marcello Ravveduto, docente di Public e Digital History, la cui cattedra ha  anche patrocinato l’evento.  A moderare e presiedere il convegno sarà il professor Carmine Pinto, Docente di Storia Contemporanea. L’attrice salernitana del Teatro delle Arti di Salerno, la giovanissima Ludovica Ferraro, studentessa di Filosofia e  speaker di Unisound leggerà alcuni articoli pubblicati all’epoca di Tangentopoli. “E’ un evento di notevole interesse storico- ha  dichiarato l’organizzatore dell’evento, Stefano Pignataro –  perché permette di capire ed analizzare una delle inchieste che hanno cambiato e spaccato in due l’Italia: l’inchiesta “Mani pulite”. Siamo grati al Dottor Antonio Di Pietro, che insieme a Gherardo Colombo e Piercamillo Davigo è stato indiscusso protagonista dell’inchiesta, per aver accettato da subito il nostro invito. Un grazie a tutto il Gruppo Futura ed un importante ringraziamento va anche a tutti gli altri illustri ospiti, dall’Avvocato Lucibello al Dottor Di Fiore, oltre che al Direttore del Dipsum professoressa Grillo ed al professor  Marcello Ravveduto. Tengo a precisare che il solo scopo del convegno è produrre una riflessione storica su Tangentopoli a venticinque anni dal suo inizio. Ci auguriamo che l’iniziativa sia di interesse per gli studenti della Facoltà di Lettere (e non solo) per approfondire la nostra storia con gli stessi suoi protagonisti”.

Aniello Palumbo