Santa Maria della Lama nel segno del colore

Il 19 aprile 2024 ore 17.00 ,mentre in città si attivavano anche altri eventi potenziali attrattori di pubblico , una buona e nutrita affluenza l’abbiamo avuta anche noi presso Santa Maria della Lama.
L’Associazione culturale Scriptorium, fondata dalla giornalista e scrittrice Luciana Mauro con i suoi figli, ha organizzato e moderato l’ evento che ha visto la partecipazione di vari protagonisti e di un pubblico attento e divertito.
Il titolo della serata, “Nel segno del colore: interpretare l’arte”, ha visto la rappresentazione di “Le fuggitive/ noi suore forzate”, una satira sulla religiosità di un tempo, scritto da Anna de Rosa e interpretato dall’autrice stessa insieme a Lina de Santis , entrambe vestite con abiti da suora e da Ignazio de Rosa .
A completare la scena l’esibizione del Coro “T’Incanto”, diretto da Antonella Zito perfettamente integrato nella performance,coro di bellissime voci che ha anche fatto da tormentone alla divertente performance di Anna De Rosa che ha poi dato notizie sulla scelta del suo testo dedicato a suor Annalena Odaldi autrice di tante commedie nel 1600 mettendo in scena dei temi bassi, plebei, realistici in chiave comica, con personaggi della vita quotidiana ridicoli, spesso prepotenti anche se incapaci di fare molto male, si rifanno a tradizioni medievali e cinquecentesche della farsa. le farse di suor Annalena sono però morali e prendono di mira i prepotenti.
Ignazio De Rosa ha poi intrattenuto il pubblico recitando una famosa poesia di Raffaele Viviani.
Il Touring Club, che ci ha ospitati, con i suoi volontari ha contribuito negli anni al recupero di questo spazio storico significativo :la Chiesa di Santa Maria De Lama, uno dei luoghi sacri più antichi della città, sono conservati i pochi e preziosi frammenti di pittura attribuiti ai Longobardi, dove si svolgono spettacoli, concerti, presentazioni di libri e altre attività culturali.
Durante la serata sono state esposte le opere delle due artiste Anna De Rosa artista ecosostenibile e Lina De Santis.
L’archeologa Tommasina Budetta, volontaria del Touring Club Salerno, ha guidato la visita alla Chiesa con grande competenza e passione.
UN GRAZIE a Secondo Squizzato coordinatore Touring club Salerno, Rosa Maria Petrocelli, coordinatrice TC Aperti per voi, e Tommasina Budetta, archeologa e volontaria e a tutti i soci presenti.

Bella serata trascorsa in ottima compagnia, la gioia dei volontari del Touring presenti è vedere Santa Maria de Lama affollata e apprezzata, nonché utilizzata, dai tanti che ancora non la conoscono. Ha magistralmente presentato la serata la giornalista e scrittrice Luciana Mauro.

Naturalmente la serata è stata anche Auser Salerno Noi Insieme, il logo presente sulla locandina.