La Salernitana saluta la A con un pari a San Siro

Deposito bagagli e valigie a Salerno a 200 metri dalla stazione di Salerno. Prenota il ritiro dei tuoi bagagli con SalernoBagagli.com
Laurea online presso l'Università telematica Unicusano Salerno sede di esame
Gioielleria Juliano a Salerno, scegli il regalo perfetto per te o per chi ami tra i gioielli di Giovanni Raspini, Mirko Visconti, Marcello Pane, Donna Oro, gli orologi Philip Watch, Seiko
Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella gestione dei social network come Facebook, Instagram, Linkedin
Caliani, atelier di abiti da sposa e sposo a Salerno ed Avellino, Jesus Peiro, Nicole Milano, Thomas Pina, Tombolini

Università telematica Unicusano presso il learning center di Pagani sede di esame
MarketIervolino.it il negozio online di intimo donna e uomo, biancheria per la casa, prodotti per l'infanzia
Compro oro e argento usato, negozi Gold Metal Fusion a Salerno, Battipaglia, Nocera Superiore, Agropoli, Vallo della Lucania. Quotazioni dell'oro in tempo reale, pagamento in contanti immediato, oggetti inviati alla fusione.
Salerno Immobiliare è un’agenzia immobiliare che fornisce supporto e strumenti ai clienti in cerca di immobili in affitto e in vendita
CartolibreriaShop.it acquista online tutti i prodotti per la scuola e per l'ufficio. Zaini, astucci, colori, penne, quaderni, raccoglitori, evidenziatori, Stabilo, Legami Milano, Eastpack, Invicta, Pool Over, Panini, Seven

Finisce qui il campionato di Milan e Salernitana. I rossoneri ripartiranno con un nuovo allenatore (ed un nuovo centravanti) mentre i campani dovranno programmare un ritorno in massima serie, sgomitando in B.

Di Leao e Giroud le reti nel primo tempo. Annullato per fuorigioco del portoghese un gol a Theo Hernandez. Gara completamente in controllo dei rossoneri, come facilmente prevedibile. Tante conclusioni per gli uomini di Pioli, che hanno trovato sulla loro strada un attento Fiorillo, macchiatosi però di un grave errore in occasione dell’1 a 0.

Non sono mancate le emozioni però ripresa: i padroni di casa si sono rilassati troppo, così la squadra di Colantuono prima accorcia con Simy appena entrato, i rossoneri ristabiliscono le distanze con capitan Calabria ma poi i granata trovano le due reti che permettono di chiudere con il pari, dapprima con Sambia caparbio ad incrociare all’angolino basso alla sinistra di Mirante e poi con la doppietta personale di Simy che ributta in rete una respinta corta dell’appena entrato Lapo Nava (figlio di Stefano, ndr).

Occhi lucidi per Giroud, sostituito nel finale, al pari di Gabbia e Tomori, usciti però per problemi fisici. L’attaccante francese proseguirà la carriera in MLS.

L’allenatore della Salernitana Stefano Colantuono ha parlato a DAZN dopo il pareggio ottenuto contro il Milan per 3-3: “È stata una buona partita, difficile da preparare per tanti motivi. Abbiamo fatto il nostro, questo forse accresce ancora di più il rammarico. Peccato. Salerno ha una città e una tifoseria che ha tanta voglia di emergere. Anche stasera c’era gente e non mem lo aspettavo. C’erano dei tifosi e li ho anche sentiti sopra di noi. È andata così, la squadra oggi ha fatto quello che avevo chiesto. Non potevo chiedere di più anche perchè avevamo tantissime assenze. Abbiamo rispettato l’impegno. Ora si dovrà resettare tutto e provare a ripartire per la prossima stagione perchè ci sono tutti i mezzi per poter fare un campionato adeguato a quelle che sono le esigenze e le aspettative di una piazza eccezionale”.

Si è fatto un’idea di cosa è mancato?
“Parlo da lontano perchè fino a nove partite fa mi occupavo di altro anche se seguivo comunque la squadra. Lo facevo però marginalmente, non mi sento nelle condizioni di parlare di quello che è successo prima del mio arrivo, anche per rispetto. Sono un uomo della società, mi è stato chesto di finire la stagione nel miglior modo possibile perchè la stagione era già compromessa al di là della matematica. Ci abbiamo provato, abbiamo fatto anche delle buone partite come stasera. Abbiamo anche tratto delle conclusioni di cui ne parlerò con la proprietà. Salerno ha le potenzialità per ripartire alla grande”.

Il suo futuro?
“È già ben chiaro, ne ho parlato col presidente e con l’amministratore delegato. Questa è stata uana parentesi, quando mi è stato chiesto non me la sono sentita di rifiutare perchè sono un uomo della società e sto a Salerno da tanti anni. Ho un certo tipo di legame con la piazza e non potevo dire di no. Sono arrivato negli ultimi anni con un ruolo diverso che non è detto che non possa essere anche ampliato per dare una mano, portare la mia esperienza e le mie conoscenze, dato che sono in questo mondo da quasi 50 anni. Se me lo chiedono sono a disposizione perchè a Salerno sto bene”.

La Salernitana deve provare a tornare subito in Serie A?
“Non lo devo dire io. È nelle corde e nella volontà di questa società voler ripartire. Questa stagione è nata male ed è finita male ma nel calcio certe cose capitano. Credo che questa società ha la forza per ripartire, una piazza così in Serie B è sprecata”.