Il Municipio che Cambia: Minori, la Costiera tra Tradizione ed Innovazione

0
130

La Costiera Amalfitana è uno dei fiori all’occhiello dell’area salernitana, tanto da essere riconosciuta come patrimonio UNESCO. Ognuno dei 14 Comuni che la compongono ha le sue peculiarità sia territoriali sia culturali che si integrano tra di loro rendendo la Costiera unica al mondo. E proprio al centro della Costiera si trova Minori, l’antica Rheginna Minor, un centro di 2800 abitanti circa sito tra Maiori ed Amalfi, il cui Sindaco è Andrea Reale, in carica dal 2009. Ed è a Minori che “Gazzetta” si ferma per la seconda tappa del viaggio intorno alle Istituzioni Locali.

 

Non si può non partire con una riflessione sui risultati delle Elezioni Politiche, nelle quali il Sindaco Reale era peraltro candidato alla Camera dei Deputati nelle liste del Partito Democratico: “La riflessione che mi sento di fare è che qui a Minori il PD ha toccato quasi quota 43% sia alla Camera sia al Senato, percentuali quasi doppie rispetto agli altri Comuni della Costiera, che hanno registrato performance in linea con gli andamenti regionali, un risultato figlio del buon governo, della buona amministrazione e del lavoro, disinteressato e proficuo”.

 

TRADIZIONE ED INNOVAZIONE

Minori Costiera Amalfi SalernoQuali sono dunque i punti chiave dell’azione amministrativa a Minori? “Innanzitutto la tutela e la salvaguardia del territorio e del paesaggio, perché è proprio ciò che rende unica Minori e la Costiera Amalfitana unica nel mondo, dai vigneti e limoneti nelle zone collinari, alle macere, vere e proprie opere di archeologia contadina, alle case antiche, fino al mare. Per questo motivo stiamo per presentare alla discussione uno strumento importante come il PUC (Piano Urbanistico Cittadino), che permetterà di mediare tra salvaguardia ambientale e paesaggistica da un lato, ed esigenze di modernizzazione e di innovazione dall’altro. Il PUC, che contiamo di adottare in via definitiva nel 2014, sarà la bussola che permetterà di elevare la qualità patrimonio edilizio, sia delle zone montiere, sia del centro cittadino, e quindi avrà ricaduta immediata sulle strutture extra-alberghiere, nonché delle vie di accesso e di comunicazione che collegano Minori ed il resto della Costiera. Il turismo è la principale ricchezza e fonte di sviluppo non solo di Minori, ma di tutta la Costiera e di tutta la Regione, e va sviluppato tenendo conto di quelle che sono le peculiarità paesaggistiche che poi sono il principale fattore attrattivo dei flussi turistici. Flussi turistici che devono essere di eccellenza, come di eccellenza è il territorio della Costiera e di eccellenza sono i nostri prodotti tipici di enogastronomia”.

 

MOBILITA’ E SOSTA

Il PUC in procinto di essere discusso prevede anche la realizzazione di quelle opere che sono necessarie non solo a Minori ma a tutta la Costiera Amalfitana, come il piccolo tunnel che collegherà Minori a Maiori, la pavimentazione della Passeggiata della Torricella, ed il parcheggio in roccia all’entrata di Minori. Sono opere rilevanti che cambieranno in meglio la ricettività del Paese. “A queste aggiungiamo anche la funivia che collegherebbe Minori a Ravello, i monti al mare;”, completa il Sindaco Reale, “tutte queste opere fanno parte dello Studio fatto da ‘Sintagma’ e voluto dai Sindaci dei 14 Comuni che costituiscono la Costiera Amalfitana e la Comunità Montana, attendiamo lo sblocco da parte della Regione, in modo che esse possano essere realizzate in sinergia tra pubblico e privato, mediante project financing, perché è impossibile che queste opere possano essere realizzate solo con soldi pubblici”.

 

Duomo di Minori
Duomo di Minori

IL PROBLEMA SITA

Parlando di mobilità, non si può non affrontare l’argomento SITA, che in Costiera Amalfitana svolge funzione di servizio di trasporto pubblico essenziale, e che in questi giorni è alla quasi totale paralisi. “E’ un problema per il quale ci siamo interessati fin dai primissimi giorni, interpellando come Conferenza dei Sindaci della Costiera sia l’Azienda, sia la Regione (nella persona dell’Assessore ai Trasporti Vetrella), fu deciso in una riunione, nella quale erano presenti anche i rappresentanti sindacali, che avrebbe dovuto essere convocato nell’immediato un tavolo da parte del Governatore Caldoro, nel quale presentare a SITA delle economie che permettessero all’azienda di poter continuare ad operare, per poi dar vita nei prossimi mesi (maggio-giugno 2013) al Piano Traffico da parte della Regione, in modo da permettere al vettore di intervenire in innovazione ed in sicurezza, al momento siamo all’emergenza e speriamo che la situazione possa essere sbloccata a breve. Abbiamo comunque messo in chiaro una cosa: non possono essere tagliate corse in Costiera, dal momento che si tratta dell’unico mezzo di trasporto pubblico esistente. Come Conferenza dei Sindaci stiamo anche valutando eventuali progetti di altri operatori che possano integrare l’offerta di SITA. Bisogna difendere il servizio pubblico. Noi piccoli Comuni siamo sempre in trincea, abbiamo una pluralità di competenze e di contatti con il territorio che non possono essere soddisfatti dagli attuali trasferimenti da parte dello Stato e soprattutto dal sistema esistente di relazioni con gli organismi sovralocali. Serve una riforma degli Enti sovracomunali, le Provincie sono da abolire”.

 

Sindaco Reale - Comune Minori
Sindaco Reale – Comune Minori

RAPPORTI CON LE ISTITUZIONI

Secondo il Sindaco Reale bisogna quindi ripensare al modello organizzativo, nel senso di un rapporto diretto tra Comuni ed UE, soprattutto per quello che riguarda la gestione dei Fondi Europei, “le Regioni sono macchine con il motore ingolfato, e rendono difficile l’impiego dei fondi. Minori è capofila di ben 3 POR che ancora non si sono chiusi, uno per la valorizzazione dei Canti Pasquali dei Battenti (che nel 2010 furono oggetto della visita privata addirittura del Capo dello Stato), un secondo sulla Dieta Mediterranea (che mette insieme Costiera Amalfitana e Cilento), ed un terzo sugli Ozii Marittimi, che valorizza un bene archeologico di valore assoluto e preminente come la Villa Marittima Romana presente qui a Minori. Spero di poterli chiudere in brevissimo tempo perché si tratta di opportunità di sviluppo che sarebbe un delitto perdere”.

 

IL PAESE DEL GUSTO

Veduta Lungomare Minori Costiera
Veduta Lungomare Minori

Minori è il luogo di importantissime realtà nel campo dell’industria dolciaria e dei liquorifici di altissima qualità, soprattutto a base di limone, lo sfusato amalfitano che è un altro prodotto tipico della Costiera, De Riso e Gambardella sono rinomati in tutto il mondo per i loro dolci ed i loro liquori. “Le costruzioni fronte mare di Minori”, continua il Sindaco Reale, “erano in origine mulini e pastifici, dove si macinava il grano in semola e dove impastando acqua e semola di grano duro si faceva la pasta, lunga e corta, ed anzi originario di Minori è l’antenato della pasta, lo ‘ndundero. E’ questa la nostra storia”.  Ma Minori da quasi 20 anni è anche la sede di una importantissima manifestazione che, creata praticamente dal nulla, è diventata un evento che caratterizza, di solito il secondo weekend di settembre, l’estate in Costiera, coniugando gusto, arte, spettacolo e tradizione, Gustaminori – Le Vie Del Gusto. “Dal 2002 consegniamo il Premio di letteratura enogastronomica ‘Minori, Costa D’Amalfi’, e dal 2012 il premio ‘Ezio Falcone’ dedicato ai gastronomi del territorio. Ezio Falcone, grande gastronomo purtroppo scomparso, è stato quello che ha inventato le Cooking Class che hanno coinvolto numerosi turisti stranieri, soprattutto statunitensi. Minori è Città del Gusto”.

 

TRASPARENZA E SOCIALE

La Giunta del Comune di Minori è composta, oltre che dal Sindaco Reale, dal Vicesindaco Franco Massimo Lanocita (Affari Generali- Urbanistica e Lavori Pubblici – Contenzioso  – Viabilità – Controllo del Territorio –  Mobilità), e dagli Assessori Mario Lembo (Ambiente e Salute), Tommaso Manzi (Comunicazione e Trasparenza) e Donato Cufari (Politiche Agricole).

 

Proprio l’Assessore Manzi racconta di un interessante esperimento di rilevazione del grado di soddisfazione del cittadino, collegato all’Eco-Calendario 2013 che i cittadini ritiravano in Comune compilando contestualmente il questionario ad essi sottoposto. “Andremo avanti fino a maggio e poi consegneremo i questionari al Dipartimento di Statistica dell’Università di Salerno per l’elaborazione dei dati e la presentazione del report”.

 

Il Comune di Minori è inoltre il primo in Costiera come percentuale di raccolta differenziata (quasi il 73%) ed ha inoltre pubblicato nel 2011 il Bilancio Sociale di metà mandato. “Abbiamo organizzato inoltre una importantissima Conferenza Internazionale sui diritti umani in collaborazione con l’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, dal 25 al 27 marzo”.

LASCIA UN COMMENTO