Il Monza travolge la Salernitana.

0
17
AC Monza's midfielder Filippo Ranocchia in action against Salernitana's midfielder Ivan Radovanovic during the Italian Serie A soccer match between AC Monza and Salernitana at U-Power Stadium in Monza, Italy, 13 November 2022. ANSA / ROBERTO BREGANI

Tre gol alla Salernitana, nove punti di margine dalla zona retrocessione: il Monza chiude il 2022 con la miglior prova stagionale, passando con Carlos Augusto e Mota Carvalho nel primo tempo, chiudendo i conti nella ripresa con Pessina su rigore.

Tre gol e tre pali (Colpani e Ranocchia due volte) per i biancorossi di Raffaele Palladino che mandano in rete due dei tre titolari di quella serie B che due stagioni fa venne vinta dai campani che andarono direttamente in A, costringendo i brianzoli ad amari playoff.

Vista l’assenza forzata di Sensi, Palladino propone Pessina sulla linea dei quattro a metà, così come era stato giovedì a Roma con la Lazio.

L’equilibrio si rompe al minuto 23: Caprari recupera palla e manda in profondità Mota, tacco per Carlos e nell’area piccola sinistro che vale il vantaggio. I padroni di casa stazionano nella metà ospite e al 33′ raddoppiano: Mota strappa in velocità, gioco di gambe sull’ex compagno Pirola e sinistro a incrociare che passa sotto alle braccia di Sepe. A campi invertiti l’inerzia non cambia e la squadra di Nicola, che si era fatta viva solo con una punizione di Bradaric nel primo tempo, solo nel finale ci riprova con Piatek, senza centrare lo specchio. Morale: Di Gregorio nei 90 minuti non sarà mai chiamato in causa. Coinvolto sul campo è invece Candreva, che pure si era preso un giallo a metà primo tempo per proteste mentre era in panchina. Nicola lo butta nella mischia al posto di Mazzocchi al 15′ della ripresa e neanche un quarto d’ora dopo l’ex Lazio, Inter e Samp stende Mota in area: secondo giallo, espulsione e rigore. Pessina, che non segnava in biancorosso dai tempi della C, firma il 3-0. Poco o nulla da salvare per i granata, Monza che invece con Palladino chiude un 2022 con media punti da piazzamento in zona coppe. (ANSA).

L’allenatore della Salernitana Davide Nicola ha parlato a DAZN dopo la gara persa 3-0 contro il Monza: “Mi ha fatto incazzare la prestazione perchè nel primo tempo non abbiamo avuto la fame necessaria per contrapporci. Troppi duelli persi, sicuramente siamo arrivati in un periodo in cui eravamo più stanchi ed è l’unica attenuante. Non mi è piaciuto l’atteggiamento del primo tempo. Non abbiamo avuto la solita fame e ci siamo fatti gol da soli, dopo diventa difficile recuperare. Nel secondo tempo meglio ma nel complesso non sono assolutamente soddisfatto, così come i calciatori. Rimane il fatto che altre volte abbiamo fatto prestazioni importanti, forse siamo arrivati con qualche acciacco di troppo e lo abbiamo pagato. Con l’atteggiamento del primo tempo paghi dazio con tutti”.

È stato un anno straordinario ma stessante. La sosta può fare bene?
“La pausa ci serve per lavorare, fare un analisi approfondita e valutare alcune cose. Va sfruttata. L’anno scorso era l’anno scorso, abbiamo speso molto e abbiamo dato tutto. Oggi volevamo fare una prestazione diversa. La partita è stata indirizzata nel primo tempo in cui non avevamo la solita fame”.

Che Salernitana ci aspettiamo nel 2023?
“Una squadra che deve avere costantemente un unico obiettivo, cioè essere propositiva e avere la fame giusta e non come oggi. Cercare poi di fare più punti possibili. Ne abbiamo fatti finora ma oggi volevamo una partita diversa”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here