Il dottor Vincenzo Abate è il nuovo Commodoro dell’Italian Yachting Fellowship of Rotarians (IYFR) di Salerno.

0
24

E’ il dottore commercialista Vincenzo Abate, Past President del “Rotary Club Salerno Duomo”, il nuovo Commodoro della flotta velica salernitana dell’Italian Yachting Fellowship of Rotarians (IYFR), che, dal 2007, accoglie tutti i soci dei Club Rotary salernitani che hanno la passione per la nautica, per il mare e per la vela. Il nuovo Commodoro ha ricevuto lo spillino e lo stemma, che va apposto sul taschino del blazer che sempre indossa il Commodoro di una flotta rotariana, dal Past Commodoro Ernesto Levi, Past President del “Rotary Club Salerno Est”. La Flotta di Salerno, che conta trenta soci, è “capitanata” dai membri del “ Ponte di Comando” che sono:, oltre al Commodoro Vincenzo Abate: il Vice Commodoro Antonio Petroccione; il Contro Commodoro Carmine Nobile; il Segretario Alfonso Pellegrino; il Tesoriere Emilio Trani, il Past Commodoro Ernesto Levi; il Cambusiere Antonio Sannino; il Medico di Bordo Giuseppe Palladino; la Delegata Organizzazione Eventi Rita De Marinis; il Delegato Attività Sportive Aldo Spera.

Il Past Commodoro Ernesto Levi ha ricordato le tante attività realizzate   durante il suo mandato che è durato quattro anni :” Di solito ogni due anni c’è il passaggio di consegne. A causa della pandemia siamo stati costretti a riprendere le attività in presenza solo quest’anno”. L’impegno e l’interesse per la nautica della flotta di Salerno è concentrato su svariate iniziative, come ha spiegato il dottor Levi:” Regate, convegni, azioni di difesa dell’ambiente. Abbiamo continuato il progetto “Plastic Free”, che ha l’obiettivo di liberare il mare dalla plastica; il  progetto “Un giubbotto per la vita” che ha  l’obiettivo di fornire giubbotti  di salvataggio alle comunità di pescatori dell’Africa orientale  dove questo mezzo di sicurezza è quasi sconosciuto e dove settimanalmente si registrano disgrazie mortali. Come ogni anno, ormai da dodici anni, partecipiamo alla manifestazione di solidarietà “Una Mano Vela Diamo”: una regata dedicata ai ragazzi diversamente abili che partono da Salerno e arrivano a Cetara, organizzata dal “Rotary Club Salerno Est” e dai giovani dei Club Rotaract e Interact di Salerno”.  Il Commodoro Vincenzo Abate, ha annunciato quelle che saranno le principali  attività che, insieme a tutti i soci,   porterà avanti durante il suo mandato:” Riprendiamo il vento con una serie di attività legate al mare, che è una risorsa importante per la nostra città,   non dimenticando quello che è lo spirito rotariano del servire.  Organizzeremo degli incontri con la Capitaneria di Porto e con l’Istituto Nautico di Salerno e dei corsi di vela per i giovani.  Naturalmente tanti saranno gli incontri con i soci (mariners) con i quali condivideremo la comune passione per il mare. La flotta di Salerno proseguirà il progetto “Plastic Free” , organizzerà degli incontri con la flotta napoletana dell’Italian Yachting Fellowship of Rotarians e  parteciperà  anche alle iniziative nazionali ed internazionali previste dall’IYFR”. Durante la serata,tenutasi presso la sede del Club Velico Salernitano, sono stati presentati due nuovi soci: Maurizio Salvo e Aldo Spera che hanno ricevuto lo spillino, il berretto e il gagliardetto della Fellowship.  Il Commodoro Abate ha concluso la serata augurando a tutti i mariners del circolo rotariano:” Buon Vento!”.

Aniello Palumbo

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here